San Salvario District – Fashion Art & Craft

Torino - 30/03/2016 : 03/04/2016

Nel multietnico quartiere di San Salvario, prima edizione di San Salvario District - Fashion Art & Craft, una colorata vetrina dove fashion designer, artisti, artigiani e designer avranno a disposizione sedi istituzionali ed esercizi commerciali per proporre i loro lavori.

Informazioni

  • Luogo: QUARTIERE SAN SALVARIO
  • Indirizzo: Via Saluzzo - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 30/03/2016 - al 03/04/2016
  • Vernissage: 30/03/2016
  • Generi: serata – evento, fashion
  • Uffici stampa: MARILINA DI CATALDO

Comunicato stampa

Si svolgerà dal 30 marzo al 3 aprile 2016 nel multietnico quartiere di San Salvario, la prima edizione di San Salvario District - Fashion Art & Craft, una colorata vetrina dove fashion designer, artisti, artigiani e designer avranno a disposizione sedi istituzionali ed esercizi commerciali per proporre i loro lavori



Organizzata dall’Associazione Golfart e dall’Assessorato al Commercio della Città di Torino, con il sostegno della Regione Piemonte e della Camera di Commercio di Torino, e con il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, di Torino Città Metropolitana, della Città di Torino, della Circoscrizione 8, del Politecnico di Torino e della CNA, la manifestazione vede la partecipazione di un centinaio di creativi, che “occuperanno” varie locations del quartiere (più altri spazi istituzionali), mentre conferenze, concerti e presentazioni trasformeranno San Salvario in un grande luogo di incontro dove manualità e creatività troveranno lo spazio giusto per presentarsi al pubblico.

Ogni espositore, infatti, è ospitato in una location pensata ad hoc per il suo prodotto e il suo marchio e l’allestimento, curato da Marisa Coppiano, verrà progettato su misura, in modo da far risaltare nella giusta maniera sia il “contenitore” che il “contenuto”.

Grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino inoltre, gli studenti del 2° e 3° anno del Corso di Studi in Design e Comunicazione Visiva affiancheranno gli espositori partecipando ai processi di elaborazione progettuale presentati (dall’idea alla realizzazione dei manufatti esposti) in un proficuo scambio di idee e di competenze, nell’ottica di elaborare nuovi progetti e nuove cooperazioni.
Anche la Cooperativa Valdocco partecipa attivamente al SAN SALVARIO DISTRICT, mettendo a disposizione domenica 3 aprile in piazza Madama Cristina il Ludobus – un furgone carico di giochi e attrezzature per far giocare e divertire i bambini – e parallelamente alcuni artisti della Cooperativa esporranno i loro lavori artistici in una delle sedi espositive della manifestazione.

Il progetto SAN SALVARIO DISTRICT nasce dalle grandi potenzialità di incontro che il quartiere è riuscito a costruire nel corso degli anni. Pianificato nella seconda metà dell’Ottocento, San Salvario è stato da sempre, anche grazie alla costruzione della Stazione di Porta Nuova nel 1860-68, il primo approdo per gli immigrati che venivano a lavorare nelle industrie cittadine e per la consistente penetrazione - dagli anni Novanta - di immigrati di varie nazionalità che lo hanno reso uno dei quartieri più multietnici della nostra città. Non a caso convivono qui chiese cattoliche, il tempio valdese, la sinagoga, le sale di preghiera musulmane.

Nei cinque giorni di SAN SALVARIO DISTRICT, questa commistione di popoli e culture, viene esaltata e resa ancora più interessante dall’alternarsi di gallerie d’arte contemporanea che propongono artisti di nuova generazione a ristoranti; da laboratori di restauro che affiancano negozi di design, a show room che propongono artigiani d’eccellenza.

Nel corso della manifestazione, inoltre, verranno assegnati i premi - consistenti nel rimborso della quota d’iscrizione e nella tessera Abbonamento Musei Torino Piemonte - intitolati a Salvatore Giachella e Giorgio Puleo (due grandi artefici dell’azione di valorizzazione del quartiere di San Salvario recentemente scomparsi) destinati ai partecipanti delle tre categorie (fashion designer, artisti ed artigiani) e selezionati da una qualificata giuria. Verrà infine assegnato il Premio BAM, grazie al quale un partecipante scelto tra gli iscritti alle tre sezioni dal Direttivo della Biennale del Piemonte, potrà intervenire come ospite alla settima edizione della BAM Biennale del Piemonte, che si svolgerà a novembre 2016, con il titolo: Modo la moda nell’arte, l’arte nella moda.

Il 5% della quota di iscrizione, infine, verrà devoluta alla Fondazione FARO Onlus che da anni fornisce assistenza ai malati terminali e alle loro famiglie.