Salvatore Magazzini – Paesaggi mediterranei

Firenze - 28/09/2013 : 31/10/2013

L'esposizione comprende circa 30 dipinti recenti (olii su tavola e su cartone di vario formato), pensati appositamente per questa mostra fiorentina, e incentrati su un tema da sempre caro all'artista: il viaggio.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 28 settembre prossimo alla Simboli Art Gallery di Firenze si inaugura la mostra personale di Salvatore Magazzini (Pistoia 1955), dal titolo Paesaggi mediterranei.
L'esposizione comprende circa 30 dipinti recenti (olii su tavola e su cartone di vario formato), pensati appositamente per questa mostra fiorentina, e incentrati su un tema da sempre caro all'artista: il viaggio. La mostra, infatti, è concepita come un percorso immaginario attraverso i vari luoghi del Mediterraneo visitati, vissuti ed amati dall'artista nei suoi frequenti viaggi

È, quindi, una sorta di personale mappa geografica dei luoghi cari al pittore, dove convivono insieme, per esempio, le vedute dai colori accesi e dalla luce brillante delle città nordafricane, e soprattutto della sua prediletta Marrakech, con le assolate marine dall'azzurro nitido e intenso della costa sarda; o dove, ancora, le morbide e terrose colline senesi dialogano armoniosamente con il blu profondo del mare della costa calabrese. In questa "geografia sentimentale" di Magazzini, il Mediterraneo, un territorio concepito dall'artista soprattutto nella sua ideale uniformità coloristica e luministica, non è rappresentato solo dai paesaggi esotici e dalle vedute marine, ma anche dagli scorci urbani di città toscane, di cui in mostra saranno presenti alcuni esempi riguardanti Firenze.
Caratteristica del linguaggio artistico di Magazzini – il quale se da una parte sembra rifarsi alla tradizione tutta toscana dei paesaggi macchiaioli, dall'altra la reinventa, rendendola moderna e attualissima –, è la straordinaria capacità di restituire in maniera immediata e sintetica, con colori spesso accesi e vivaci, l'essenza di un paesaggio, con cui egli entra in un dialogo quasi sentimentale. L'artista riesce a leggere la trama profonda di un luogo, di cui ci restituisce, ogni volta, una visione fresca ed essenziale.
Tra le opere più rappresentative che si potranno ammirare in esposizione, si segnalano: il grande olio su tavola (70x100 cm) dal titolo Paesaggio senese, dalle delicate tonalità brune; uno splendido dipinto su tavola (40x60 cm) intitolato Marrakech; una luminosa Marina calabra (30x40 cm); e un delizioso dipinto su tavola (20x30 cm), intitolato Marrakech.