Ruggero Asnago – Materiale infiammabile

Milano - 19/11/2014 : 09/01/2015

La mostra Materiale infiammabile è una raccolta di disegni e tavole dell’artista Ruggero Asnago, realizzate dal 2011 ad oggi tra Milano, Berlino e Lisbona.

Informazioni

  • Luogo: HARLEM ROOM
  • Indirizzo: via di Porta Tenaglia, 1 20121 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 19/11/2014 - al 09/01/2015
  • Vernissage: 19/11/2014 ore 18,30
  • Autori: Ruggero Asnago
  • Generi: arte contemporanea, personale, disegno e grafica
  • Orari: martedì-venerdì 11.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00

Comunicato stampa

Mercoledì 19 novembre ore 18.30, presso la galleria Montrasio Arte a Milano, nell’Harlem Room, inaugura la mostra Materiale infiammabile di Ruggero Asnago (Milano, 1984). Harlem Room eredita l’esperienza maturata a New York presso l’Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, residenza internazionale per artisti sita nel quartiere di Harlem a New York. HR ha l’aspetto di un solido irregolare con una dominante in grigio perché è il colore dell’esistenza coniugata col pensiero di chi è motivato e crede nella bontà del fare

HR preserva la memoria dell’autorimessa dotata di porta basculante aperta alla strada, officina per le idee pensate ad hoc per dare spazio alla creazione e alla sperimentazione.

La mostra Materiale infiammabile è una raccolta di disegni e tavole dell’artista Ruggero Asnago, realizzate dal 2011 ad oggi tra Milano, Berlino e Lisbona. I lavori di Asnago si distinguono per la rigida e scarna cromia del rosso-nero-bianco e per il minimalismo nella composizione. Asnago usa la carta di recupero come supporto, i pennarelli come mezzo espressivo e la tecnica della serigrafia come strumento. Le opere in mostra si articolano in due serie. One Night Drawings si compone di 26 piccoli disegni realizzati a pennarello, in rosso e nero, nati in occasione di un happening artistico della durata di un’intera notte, avvenuto nel 2011 in un attico di Berlino. I disegni testimoniano tanti racconti quante sono le rappresentazioni, che traggono spunto dal contesto e dall’immaginario visivo dell’artista. Materiale infiammabile sono 9 vecchi telai da serigrafia, per la prima volta in mostra al pubblico, chiusi posteriormente da listelli di parquet, che racchiudono al proprio interno alcune pagine dell’omonimo libro d’artista. I disegni inchiodati alle tavole rappresentano la cifra stilistica dell’artista. Attuando un nomadismo frenetico, teso verso la ricerca costante, Asnago crea opere di piccole dimensioni, dai tratti primitivi e istintuali.
In occasione dell’opening, verrà presentata una performance di musica sperimentale 8 bit, a cura di Tonylight con l'ausilio di strumentazioni elettroniche autoprodotte, game boy e strumenti tascabili, in accordo con l’etica DIY, do it yourself, che accomuna la ricerca creativa dei due artisti.
L’esposizione è testimoniata dal libro d’artista Materiale infiammabile, frutto della collaborazione con STRANEDIZIONI. Interamente stampato e rilegato a mano, in serigrafia, è prodotto in 115 esemplari in 3 colori. Per l’occasione, integrato da contenuti critici.
Ruggero Asnago (Milano, 1984) è artista e illustratore. Si muove tra disegno e installazione. Si diploma come illustratore presso lo Ied di Milano. Ha collaborato con diversi mastri serigrafi e atelier artistici in Italia e all'estero, tra cui StraneDizioni (Macerata) MikeGoesWest (Lisbona) SDW (Berlino) PerpetuaEdizioni (Milano) le Raclet (Milano/Berlino) Semiserie (Foligno). Parallelamente al suo percorso artistico, vi è l'esperienza come micro editore con Museruola Edizioni che lo ha portato a prendere parte a numerosi festival internazionali underground di microeditoria e self-publishing, come CRACK FESTIVAL (Roma) MONSTRE FESTIVAL (Ginevra) VENDETTA (Marsiglia) MICRO (Milano).
Antonio Cavadini, pseudonimo Tonylight, vive e lavora a Milano. Progettista, musicista e sperimentatore, è interessato alle fonti di luce. Sperimenta con la luce e il suono generato da dispositivi auto costruiti: crea lampade, oggetti sonori, installazioni e performance accumunati da una relazione sinestetica tra luce e suono. Ha esposto in diverse fiere, gallerie e rassegne nazionali e internazionali come la Biennale di Venezia 2011, il Centro per le Culture Digitali IMAL di Brussel, BYOB Milano, BYOB Venezia, il museo LABoral Centro di arte e creazione industriale di Gijion in Spagna, Kiosk artefatti dell’era post digitale STRP Heindhoven, Pixelpoint Nuova Gorica Gorizia, 030-2.0 arte da Brescia. Ultimamente si è occupato dello sviluppo di un nuovo strumento musicale, il LepLoop. E’ docente alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.