Esordio di “Romantica”, serata in stile new romantic ideata da Alessandro Casella (direttore artistico del Micca Club) per il Vicious. Ad inaugurarla sarà il fashion designer Marko Mitanovski, con la selezione musicale del Dj resident Andrea Civitillovic, supportato dal performer/ fashion icon londinese Alejandro Gocast e, solo per una notte nelle vesti di dj, dal regista Cosimo Alemà. Per l’occasione sarà di nuovo a Roma, dopo lo spettacolo della scorsa stagione al Palladium, il performer londinese Mr Pustra.

Informazioni

  • Luogo: VICIOUS CLUB
  • Indirizzo: Via Achille Grandi 7/a - Roma - Lazio
  • Quando: dal 13/01/2012 - al 13/01/2012
  • Vernissage: 13/01/2012 ore 23
  • Generi: performance – happening, serata – evento
  • Email: info@fabighinfanti.it

Comunicato stampa

Venerdì 13 gennaio non teme la scaramanzia l’esordio di “Romantica”, serata in stile new romantic ideata da Alessandro Casella (direttore artistico del Micca Club) per il Vicious. Ad inaugurarla sarà il fashion designer Marko Mitanovski, con la selezione musicale del Dj resident Andrea Civitillovic, supportato dal performer/ fashion icon londinese Alejandro Gocast e, solo per una notte nelle vesti di dj, dal regista Cosimo Alemà. Per l’occasione sarà di nuovo a Roma, dopo lo spettacolo della scorsa stagione al Palladium, il performer londinese Mr Pustra



Tutto è pensato in modo da non lasciare un attimo di respiro: i dj set saranno moti perpetui, caratterizzati dalle diverse personalità e playlist dei tre dj chiamati in causa, che fungeranno da fil rouge della serata e che avranno il compito di guidare gli ospiti presenti verso le due principali performance: l’esperienza del tableau vivant, frutto della genialità di Marko Mitanovski, con tre modelle che interpreteranno la sua versione dell’opera shakespearina “Lady Macbeth” e le due esibizioni di teatro/cabaret del clown dall’anima dark Mr Pustra.

L’idea è quella di un nuovo concept a cadenza mensile creato per vivere la notte in un modo innovativo e internazionale, con l’intento dichiarato di far diventare il locale di via Grandi un luogo dove intrattenimento e sperimentazione siano protagonisti assoluti.

Mitanovski e Gocast

La lungimiranza di Casella è stata quella di affidare l’opening di Romantica a due geni assoluti dell’arte contemporanea: Mitanovski e Gocast. Serbo di nascita ma londinese d’adozione Mitanovski, proclamato da Vogue America “il nuovo Alexander Mc Queen”, in pochissimi anni è riuscito ad imporre la sua visione scultorea e teatrale di haute couture. La costruzione dettagliata e le geometrie precise dei suoi abiti hanno subito impressionato diverse celebrity dello showbiz, una su tutte la poliedrica Lady Gaga, che lo scorso aprile ha voluto indossare le creazioni di Mitanovski sulla copertina di Q Magazine ed in seguito le ha volute a Parigi all’interno della prima mostra-istallazione dei suoi costumi di scena “Lady Gaga a Gogo Exhibition”. Dopo la presentazione della collezione “Lady Macbeth” durante la London Fashion week del 2009, gli abiti di Mitanovski sono stati visti su importanti riviste di moda internazionali come Elle, Harper’s Bazaar, Cosmopolitan UK, Vogue.

Su Alejandro Gocast si potrebbero sprecare litri d’inchiostro. Personaggio stravagante e brillante, attraverso una danza continua e multiforme passa da modello a dj, da performer a party maker, rendendo la scena fashion underground londinese banale scenografia dei suoi camaleontici mutamenti. Inizia la sua carriera come modello, ma interpretare abiti creati da altri non può essere l’unica strada per esplicitare la sua arte. Crea quindi un progetto che riporta in auge il filone dei New Romantics, il party “The Face”, fiore all’occhiello dell’eclettiche serate londinesi. Protagonista dello short-fashion film di Mulkczynska, ispirato alla vita dell’etoile del balletto russo Nijinsky, e degli scatti di Mitanovskii per la collezione “Lady Macbeth”, Gocast posa anche per Peter Ashworth, icona assoluta tra i fotografi di moda. Continuando la sua attività di dj nei migliori club del West End di Londra, s’innamora di un nuovo progetto musicale che si rifà alle sonorità elettro-pop degli anni’80 e ne diventa voce solista, gli “Elektraslave”, di cui è in uscita il primo singolo “Looking for love”.

http://markomitanovski.com/

Mr Pustra

Come prima special guest, a distanza di un anno e a conferma del sodalizio artistico che lo lega a Casella, torna a calcare il palcoscenico romano “la Musa del Vaudeville più dark”, Mr Pustra, performer londinese di respiro internazionale. Ingabbiate in atmosfere teatrali e malinconiche, le sue performance possono tramutarsi in un’esperienza onirica e decadente dai tratti color seppia. Il suo dark cabaret s’ispira per carattere al divismo dei maggiori esponenti dei film muti degli anni ’20/’30 quali Charlie Chaplin e Marlene Dietrich, per atmosfere e intenzioni a grandi artisti del passato come Degas e Henry-Toulouse-Lautrec, e contemporanei come Tim Burton.

Il concept

Con un costante sguardo ai vari scenari che si muovono in Europa in questi ultimi anni, il Vicious Club, con Romantica, propone suoni e atmosfere che si rifanno all’ estetica degli anni ottanta (nata alla fine dei settanta con i Post-Punk e arrivata fino al movimento New Romantic del Blitz Kids), dove si fondono il pop e l’esperienza trasgressiva del punk per arrivare fino ai primi ritmi elettronici dell’electro wave.

Oltre alla musica, Romantica propone happening di Bondage e performance in stile Fetish, dando alla serata vere esperienze di erotismo estetico. Ogni Venerdì il Dj resident Andrej Civitillovic, insieme alle numerose special guest che si alterneranno, proporrà selezioni musicali sempre differenti accomunate dall’estetica predominante del concept stesso.

Il Vicious

La location del Vicious Club si presta bene alla nuova sfida artistica che lo staff del Micca Club ha voluto affrontare già durante la scorsa stagione. E’ a poche centinaia di metri dal Micca: due club, due poli, di segno opposto in un unico centro d’attrazione per l’intrattenimento nella capitale. Quanto il Micca è Colorato, Circense, Burlesque… il Vicious sarà Nero, Fetish, Underground. Se il Micca si ispira alle decadi che vanno dagli anni 20 agli anni 70, il Vicious partirà dallo stile dei primi anni 80 – dalla musica alle tendenze della moda, dal design al gusto new romantic - per arrivare fino alle novità dei nostri giorni. Qualità e novità sono i termini che più si addicono alla politica del Club, uno spazio che, come già successo con il Micca Club, saprà anticipare le tendenze musicali e della moda dei prossimi anni e che, in un anno di attività, si è già ritagliato il suo spazio nella scena della Capitale.