Ritorno al Passato attraverso l’Arte

Alto - 11/07/2015 : 16/08/2015

Mostra d’arte contemporanea che presenta i lavori di cinque artisti, due pittori e tre scultori, nello splendido scenario dell’Oratorio di San Bartolomeo di Alto, edificio recentemente ristrutturato e ricondotto all’imponenza ed alla severità proprie dei dettami del “romanico”.

Informazioni

  • Luogo: ORATORIO DI SAN BARTOLOMEO
  • Indirizzo: Via Roma 1 (12070) - Alto - Piemonte
  • Quando: dal 11/07/2015 - al 16/08/2015
  • Vernissage: 11/07/2015 ore 17
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: venerdì, sabato e domenica al pomeriggio
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

“Ritorno al Passato attraverso l’Arte” è una mostra d’arte contemporanea che presenta i lavori di cinque artisti, due pittori e tre scultori, nello splendido scenario dell’Oratorio di San Bartolomeo di Alto, edificio recentemente ristrutturato e ricondotto all’imponenza ed alla severità proprie dei dettami del “romanico”. Gli organizzatori, innamorati dalle bellezze genuine ed autentiche offerte da Alto, piccolo paese piemontese che si affaccia sull’azzurro mare e sui verdi boschi della Liguria, hanno scelto questa location per valorizzare mediante l’Arte il comprensorio di uno degli angoli nascosti più ricco di sorprese dell’entroterra ingauno



Esporranno alla mostra cinque affermati artisti, tre scultori e due pittori.
Si tratta di:
• Pietrina Cau - Ortovero (SV) - scultrice e ceramista raku
• Giuseppe De Carlo - Verzi di Lorsica (GE) - scultore
• Caterina Massa – Cisano sul Neva (SV)/Savona - ceramista raku
• Constantin Stan Neacsu - Râmnicu Vâlcea (Romania)/Garlenda(SV) - pittore
• Carmen Spigno - Garlenda (SV) - pittrice con terre e resine naturali

6) FINALITÀ
Fra gli obiettivi che si propone la mostra, vi è quello importantissimo di svolgere un’azione educativa nel tessuto sociale mediante l’Arte e la Cultura, in modo da:
a. riscoprire ed apprezzare il nostro territorio, valorizzando i luoghi più antichi e caratteristici di esso;
b. diffondere l’interesse e l’amore per l’Arte e la Cultura come fondamenti di progresso sociale;
c. coinvolgere il più possibile i giovani, artefici della società futura, facendo loro comprendere che l’Arte e la Cultura sono i mezzi più idonei per attivare e potenziare lo sviluppo della persona e contribuire alla formazione di cittadini consapevoli e responsabili;
d. valorizzare l’antico Oratorio del Paese di Alto, accostando alle bellezze architettoniche da poco restaurate opere pittoriche e plastiche di artisti affermati;
e. avvicinare le persone all’entroterra, rivitalizzandolo dopo lo spopolamento del secolo scorso, che ha portato al dissesto dei territori piemontesi e liguri che si affacciano sul mare;
f. ricordare che, nonostante gli enormi progressi scientifici e tecnologici che si evidenziano giornalmente nella nostra società, al centro di ogni ricerca va sempre posto l’Uomo e la sua “casa”;
g. aggiungere un’iniziativa di importante valenza culturale a quelle già presenti in campo turistico nel nostro territorio, sia a livello comunale e comprensoriale, sia a quello provinciale e regionale, mediante un’iniziativa culturale di alto livello qualitativo.

7) CONTENUTI
Ritorno al Passato attraverso l’Arte è una mostra d’arte contemporanea che presenta i lavori di cinque artisti, due pittori e tre scultori, nello splendido scenario dell’Oratorio di San Bartolomeo di Alto, edificio recentemente ristrutturato e ricondotto all’imponenza ed alla severità proprie dei dettami del “romanico”.
Gli organizzatori, innamorati dalle bellezze genuine ed autentiche offerte da Alto, piccolo paese piemontese che si affaccia sull’azzurro mare e sui verdi boschi della Liguria, hanno scelto questa location per valorizzare mediante l’Arte il comprensorio di uno degli angoli nascosti più ricco di sorprese dell’entroterra ingauno.
Ed ecco che, in un posto ove la Natura ha realizzato una palette di colori estremamente ricca e variegata, la scelta di un luogo inedito e incontaminato, apparentemente in contraddizione per la sua semplicità strutturale con la ricchezza del panorama circostante, è apparso come scelta obbligata per un “ritorno al Passato”.
Gli artisti faranno “rivivere” gli spazi dell’edificio che è stato la parrocchiale di Alto, esponendo i propri lavori, frutto della loro sensibilità moderna, in una rinnovata simbiosi con le suggestioni del passato.

Garlenda, 16.05.2015
Il Presidente
Carmen Spigno









Ritorno al Passato attraverso l’Arte
rientra nell’ambito dei progetti artistico-culturali
del Circolo Artistico
“Amici nell’Arte” © 2001-2015
noprofit di Garlenda


GLI ARTISTI

Pietrina Cau - Ceramista

Biografia

Nata ad Olbia nel 1946, si è trasferita ad Alassio, in Liguria, sin dal 1958.
Dallo scorso anno ha eletto il proprio domicilio nell’entroterra ingauno, in quel di Ortovero, dove vive con il marito e le due figlie.
Sin da giovanissima si è dedicata all’arte da autodidatta, esprimendo la sua vena creativa attraverso svariate tecniche pittoriche.
È particolarmente attratta dal modellato e con il tempo ha sentito l’esigenza di perfezionare la sua tecnica seguendo corsi di disegno e scultura.
La tecnica Raku, che apprende nel 2002, le permette di sperimentare l’uso del colore in modo inusuale, ottenendo risultati che la soddisfano e le consentono di esprimere al meglio la propria originalità e fantasia.
Ha partecipato a numerose collettive in Francia e in Italia.

Links

È possibile visionare alcuni lavori dell’artista ai seguenti collegamenti su Internet:

• www.amicinellarte.it



Giuseppe De Carlo - Scultore

Biografia

Giuseppe De Carlo nasce in Toscana nel 1952, a Montignoso, ai piedi delle Alpi Apuane.
Dal nonno, cavatore, impara a conoscere il marmo e la sua lavorazione, ne coglie le emozioni e le storie, che porta con sé in Liguria, nella Fontanabuona, la valle dell’entroterra di Genova dove si estrae l’Ardesia.
La pietra lo affascina, lo attrae, ma questa passione rimane latente fino al 1999, quando incontra lo scultore ungherese Balazs Berzsegnyi. I suoi insegnamenti risvegliano in lui le antiche emozioni e soprattutto gli forniscono gli strumenti teorici e tecnici necessari.
Si avvicina alla pratica della scultura nella Cava-Laboratorio dell’Ecomuseo dell’Ardesia di Cornia di Moconesi (GE), nella Valfontanabuona, dove passano anche artisti provenienti da diverse parti del mondo in un proficuo confronto-scambio di esperienze artistiche.
É così che prende l’avvio l’Associazione Culturale Liguria-Arte “La Pietra Nera” che organizza importanti manifestazioni sia in Italia che all’estero. Dal 2002 frequenta anche il Circolo Artistico “Amici nell’Arte” di Garlenda, nell’entroterra di Albenga (SV), circolo che stimola e coinvolge attivamente i numerosi artisti che lo compongono, con interessanti incontri e attività artistiche, in manifestazioni di prestigio.

Links

È possibile visionare alcuni lavori dell’artista ai seguenti collegamenti su Internet:

• www.amicinellarte.it



Caterina Massa - Ceramista

Biografia

Caterina Massa, savonese di nascita, si è sempre dedicata al disegno e alla pittura, pur avendo una formazione umanistica letteraria.

Dopo aver operato in diverse proiezioni estetiche prevalentemente rivolte allo studio del paesaggio, in stile figurativo geometrico, ha iniziato un processo di astrazione, con evidenti connotazioni simboliche, espresso in un linguaggio essenziale, che attraverso la semplificazione delle forme giunge direttamente al messaggio emotivo.

Durante l’attività artistica, fatta di ricerca e di sperimentazione, si possono rintracciare momenti fondamentali ed evolutivi, che contribuiscono alla situazione formale delle opere recenti. All’inizio predilige la pittura ad olio, poi l’incontro quasi casuale con la ceramica è stato determinante per passare ancora più all’essenziale e, di qui, all’astratto.

Il campo della ceramica appassiona tantissimo l’artista, più vicina alla materia e agli elementi che la trasformano. L’ultima tappa è rappresentata dalla tecnica Raku che, attraverso il sorprendente percorso di lavorazione, le procura forti emozioni.

Nel 1999 dà vita a Cisano sul Neva ad un laboratorio di ceramica, punto di riferimento per la sua attività e attorno al quale ruotano numerosi amici ceramisti.

Vive e lavora sia a Savona, in via Robatto, 3/19, sia a Cisano sul Neva (SV), ove ha il laboratorio di ceramica.

Links

È possibile visionare alcuni lavori dell’artista ai seguenti collegamenti su Internet:

• www.caterinamassa.it
• www.amicinellarte.it


Constantin Stan Neacsu - Pittore

Biografia

Constantin Stan Neacsu nasce il 27 luglio 1952 a Bran (nel distretto di Brasov) in Romania, nella regione storica della Transilvania.
Dopo gli studi presso il Liceo d’Arte di Targu Mures, nel 1975 si è laureato in pittura all’Università di Belle Arti di Cluj-Napoca, in Romania.
Successivamente, attraverso un rigoroso iter richiesto dal suo Paese, ha ottenuto il riconoscimento di Artista Professionista, divenendo membro dell’U.A.P. – Unione degli Artistici Plastici della Romania.
Giovanissimo, si avvia alla carriera artistica portando avanti un’intensa attività espositiva, che lo ha visto presentarsi sia in mostre personali che in eventi artistici di rilevanza nazionale e internazionale. Ha inoltre partecipato, come artista ospite e come organizzatore, a numerosi simposi, tra i quali, nel ‘90, per conto del museo Balcesco.
La sua ricerca muove dalla consapevolezza di un’armonia presente nel cosmo e in ogni suo aspetto. Realizza opere pittoriche e grafiche, nelle quali la struttura materica e astratta si affiancano e si sdoppiano dialogando. Accanto alla produzione pittorica, si dedica alle opere su carta, dove il segnico-cromatico diviene gesto e scrittura.
Attualmente vive e lavora Italia.

Links

È possibile visionare alcuni lavori dell’artista ai seguenti collegamenti su Internet:

• www.amicinellarte.it
• www.neacsuart.ro




Carmen Spigno – Pittrice

Biografia

Carmen Spigno è nata a Diano Marina (IM), in Liguria, e fin dall’infanzia si è dedicata al disegno ed alla pittura, manifestando estro creativo. Insegnante elementare, specializzata in educazione all’immagine, ha istruito per molti anni in questa disciplina schiere di alunni conseguendo ottimi risultati. Numerosi sono stati i corsi di aggiornamento professionale per i maestri da lei tenuti come docente su incarico dell’I.R.R.S.A.E. Liguria.

L’Arte, in tutte le espressioni, è sempre stata un polo di riferimento per le sue attività di maestra e di pittrice. L’artista ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, riscuotendo notevoli consensi per l’originalità della sua pittura.

La sua preparazione artistica, oltre che a livello personale ed accademico, è stata formata presso il Centro Italiano Artistico Culturale (C.I.A.C.) di Imperia, diretto dal pittore BALBO, di Bordighera e fondamentale è stato l’incontro con il genovese Andrea BAGNASCO, pittore con terre naturali, fondatore del “Gruppo delle Terre”.

Letteralmente affascinata dagli incredibili colori delle terre, si è dedicata anch’ella alla pittura con i pigmenti naturali. Nella sua pittura, attraverso i “segni” e i “graffiti” e tramite i colori incontaminati della terra, emergono l’amore per la Natura e le inquietudini spirituali del nostro tempo.

Nel 1997 è stata promotrice del circolo artistico “Amici nell’Arte”, che annovera nomi prestigiosi del panorama europeo, associazione della quale è anche Presidente.
Il Circolo si compone infatti, oltre che di rinomati artisti italiani, anche di tedeschi, olandesi, spagnoli, svizzeri, francesi, rumeni, argentini, venezuelani e guatemaltechi.

Dal 1998 si occupa della preparazione di manifestazioni e mostre d’arte, patrocinate da Enti pubblici o privati.

Dal 2001 si cura anche dello svolgimento di corsi di disegno, pittura, ceramica e fotografia promossi dal Circolo “Amici nell’Arte”, attività questa che ha sortito grande interesse sia fra i giovanissimi che fra le persone più in là con gli anni.
Critici e giornalisti hanno scritto di lei, fra i quali W. Accigliaro, L. Caprile, C. Paternostro, E. Cerruti, S. Bottaro, U. Ronfani, C. Orlando, F. Molteni, A. Fontana, R. Valentini, W. Meixner, M. Scavuzzo, C. Cormagi, F. Gallea, P. Gioia, G. Folco e P. Valdiserra.

Il 27 dicembre 2010 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano le ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” per meriti artistici.

L’artista vive e lavora in Liguria, dove ha lo studio e la mostra permanente delle proprie opere a Garlenda (SV), in via Verneto 10.

Links

È possibile visionare alcuni lavori dell’artista ai seguenti collegamenti su Internet:

• www.amicinellarte.it
• www.carmenspigno.it
• www.facebook.com/carmen.spigno
• google.com/+CarmenSpigno