RisorsaCultura #1 – Andreco

Chiusa di Pesio - 11/09/2013 : 11/09/2013

Inaugura il primo dei quattro appuntamenti di RisorsaCultura. Si parte da Chiusa Pesio dove per più di una settimana è stato ospite Andreco, artista visivo multidisciplinare che incentra la sua ricerca sul rapporto tra uomo e natura analizzandolo attraverso le forme simboliche di un'estetica arcaica e rituale.

Informazioni

Comunicato stampa

Mercoledì 11 settembre inaugura il primo dei quattro appuntamenti di RisorsaCultura, un progetto dell'Associazione Fermenti Musei per la valorizzazione del patrimonio culturale delle Valli Gesso, Vermenagna e Pesio e per la creazione di nuove metodologie per fare e fruire cultura.
Si parte da Chiusa Pesio dove per più di una settimana è stato ospite Andreco, artista visivo multidisciplinare che incentra la sua ricerca sul rapporto tra uomo e natura analizzandolo attraverso le forme simboliche di un'estetica arcaica e rituale. Il suo intervento consiste in un murales realizzato sulla parete esterna dell'Istituto Comprensivo "T

Vallauri" e interpreta il tema individuato al termine di un processo partecipativo che ha coinvolto un gruppo di abitanti. Interrogati su cosa sia la cultura oggi per chi vive in un territorio chiuso tra una città come Cuneo e la Valle Pesio, immersa nelle Alpi Marittime, gli abitanti hanno risposto sottolineando il valore sociale dell'attività culturale che la rende necessaria per il benessere della comunità. La cultura è stata riconosciuta come risorsa per salvaguardare le "radici", intese come elementi fondativi della Natura e quindi della Montagna.
Le forme archetipiche da cui parte il vocabolario espressivo di Andreco sembrano provenire da altri continenti per mescolarsi con i tratti propri del nostro territorio come le pietre raccolte dall'artista nei boschi attorno a Chiusa Pesio e riprodotte, prive ormai di ogni riferimento dimensionale, sul muro della scuola.
I minerali dipinti da Andreco verranno riportati nel bosco al termine del lavoro e contraddistinti da un segno per poter essere cercati dagli alunni delle scuole accompagnati dagli insegnanti in un percorso di riscoperta della natura che circonda il paese e che ne costituisce il patrimonio comune. La cultura e l'arte diventano uno strumento per valorizzare il territorio e l'identità dei chiusani e per innescare dinamiche che assumono l'aspetto di un gioco collettivo di esplorazione e riscoperta del paesaggio a cui tutti sono chiamati a partecipare.
____________________________________________________________________________________________________________
Andreco è nato a Roma, vive e lavora tra Bologna e New York. Conseguito un dottorato in Ingegneria Ambientale, dal 2000 affianca all'attività accademica la ricerca artistica. Ha partecipato a mostre e festival in Europa, negli Stati Uniti e in Asia. Nel 2012 ha realizzato il dipinto murario The Philosophycal Tree per il festival “Frontier” organizzato dal Comune di Bologna. Nel 2011 Noosphere Gallery di New York ha ospitato la sua mostra personale Contemporary alchemy, the relations between the humans and the nature. Nel 2010 ha realizzato l’installazione Turtle’s organs dance nel cortile d’onore di Palazzo Comunale a Bologna. Ha esposto inoltre presso MACRO Pelanda a Roma, La Centrale Fies di Dro, la Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Termoli e il Grassi Museum di Lipsia. Nel 2008 ha realizzato il padiglione di Greenpeace con un gruppo di architetti del paesaggio per il “Glastonbury Festivals 2008” in Inghilterra.