Rinascimento #2

Brescia - 20/11/2014 : 18/01/2015

A Brescia rivive il Rinascimento partendo da quattro grandi ambasciatori: Giorgione e Savoldo, Fra Bartolomeo, Raffaello, grazie al patrimonio straordinario della Pinacoteca Tosio Martinengo e a opere illustri da musei nazionali e internazionali.

Informazioni

Comunicato stampa

Fondazione Brescia Musei presenta
Fra Bartolomeo . Sacra Famiglia a modello
secondo episodio del progetto RINASCIMENTO

preview stampa: giovedì 20 novembre ore 17.00
inaugurazione: giovedì 20 novembre ore 18.00

Brescia si prepara a ospitare il secondo appuntamento espositivo di RINASCIMENTO:
dopo Giorgione e Savoldo, il nuovo protagonista è Fra Bartolomeo, dal 20 novembre 2014 al 18 gennaio 2015



In mostra La Vergine che adora il Bambino con San Giuseppe (1510 - 1511) capolavoro che per la prima volta viene concesso in prestito dalla National Gallery di Londra, la Madonna con Bambino e San Giuseppe, dalla Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia e la Sacra Famiglia con San Giovannino di Mariotto Albertinelli dalla Galleria Borghese di Roma. Un’occasione di incontro fra tre grandi opere provenienti da tre collezioni straordinarie, da Londra a Roma, passando per Brescia.

Un incontro che, nato per indagare il modello della sacra famiglia nell’arte rinascimentale, ha portato a un’indagine attributiva dedicata all’opera Madonna con San Giuseppe e il Bambino, acquistata nell’Ottocento dal conte Paolo Tosio, collezionista bresciano, come opera di Fra’ Bartolomeo, ma a lungo considerata erroneamente una copia ottocentesca.

Secondo i curatori, Paolo Bolpagni ed Elena Lucchesi Ragni con Roberta D’Adda, "grazie all’intenso lavoro di ricerca possiamo finalmente affermare che questo dipinto appartenente alla Pinacoteca bresciana fu in realtà eseguito all’interno della bottega di San Marco, in cui operava Fra’ Bartolomeo. Le mostre servono anche a questo, per far conoscere parti di studio, frutto di un lavoro poco appariscente, condotto da chi opera quotidianamente nei musei e nelle università".

Un risultato, ottenuto anche grazie al restauro eseguito sul dipinto e all’apporto di esperti quali Serena Padovani e Chris Fischer, che conferma il valore scientifico di RINASCIMENTO, e costituisce un ulteriore passo per la valorizzazione del patrimonio della Pinacoteca Tosio Martinengo, in vista del riavvio dei lavori di ristrutturazione per la sua riapertura entro il 2018.

Anche con il secondo episodio di RINASCIMENTO si conferma un ricco programma di attività culturali: dal corso di storia dell’arte alle visite guidate alla scoperta delle mostre e della città, oltre ad appuntamenti, laboratori didattici ed educativi, per bambini e per adulti, per permettere al pubblico di rivivere il Rinascimento dentro e fuori al Museo di Santa Giulia.

Completa il progetto il catalogo, edito da Sagep e disponibile anche in versione digitale sia dal sito www.rinascimento.bresciamusei.com sia in mostra, tramite i monitor touch screen, per permettere ai visitatori di approfondire i contenuti della mostra in modo dinamico e interattivo.