Riflettendo – viaggio tra luce e pensieri

Padova - 01/03/2013 : 07/04/2013

Riflettendo abbraccia entrambe le interpretazioni del termine, con un percorso più interiore per due artisti, più estetico per altri due.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO CULTURALE ALTINATE - SAN GAETANO
  • Indirizzo: Via Altinate 71 - Padova - Veneto
  • Quando: dal 01/03/2013 - al 07/04/2013
  • Vernissage: 01/03/2013 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: 10.00 – 19.00 da martedì a domenica, lunedì chiuso.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Si inaugurerà venerdì 1 marzo 2013 alle ore 18.00, al primo piano del Centro culturale Altinate/San Gaetano, la mostra “Riflettendo – viaggio tra luce e pensieri”.
Due pittori, Gloria Key e Giuseppe Polisca; un fotografo, Alessandro Boscolo Agostini; uno scultore, Luigi Gheno. Quattro artisti, quattro tecniche, quattro modi di affrontare un tema dalle tante sfaccettature.
Cura della mostra Matteo Tornielli e Olivia Spatola



2 marzo – 7 aprile 2013
Centro culturale Altinate San Gaetano
Inaugurazione: venerdì 1 marzo 2013 alle ore 18.00
Comunicato stampa
Pieghevole invito

Riflettendo abbraccia entrambe le interpretazioni del termine, con un percorso più interiore per due artisti, più estetico per altri due. Gloria Key affronta la luce con un processo di vetrificazione dell’opera, processo che rende chi guarda l’opera parte integrante della stessa con il suo riflesso e, allo stesso tempo, cristallizza l’attimo della creazione artistica. Giuseppe Polisca affronta invece un percorso di riflessione interna all’individuo, con tratti grafici simili alla scrittura che raccontano di sé e del proprio percorso creando un viaggio immaginario dove ognuno, in punti differenti, può ritrovarsi.
Alessandro Boscolo Agostini fotografa attimi immortalando immagini riflesse nell’acqua. Senza nessuna ulteriore lavorazione le foto sono capovolte facendo diventare reale il riflesso e fittizia la realtà. Luigi Gheno con le sue sculture riempie lo spazio ed il tempo con opere che, nella loro immobilità materica, rispecchiano il movimento dell’individuo, la sua integrazione nel tempo e la sua continua riflessione su se stesso.
Ad avvicinare i numerosi artisti che aderiscono al progetto Art Room è un sentire condiviso riguardo il significato ed il valore comunicativo del fare artistico, inteso quale esperienza, per sua natura, coinvolgente.