Riccardo Zuliani – Frammenti di città

Rieti - 21/04/2012 : 04/05/2012

Le opere presentate per quest'occasione ricalcano il tema principale del lavoro di Zuliani: spazi urbani, vedute di città e scorci di metropoli, possibili o futuribili, in cui il contrasto di volumi e di dimensioni è il protagonista dell'opera.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO7 IT - SPAZIO ARTE
  • Indirizzo: Via Pennina 19 - Rieti - Lazio
  • Quando: dal 21/04/2012 - al 04/05/2012
  • Vernissage: 21/04/2012 ore 17
  • Autori: Riccardo Zuliani
  • Curatori: Barbara Pavan
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: giov-ven-sab ore 17-19.30 oppure su appuntamento

Comunicato stampa

Nell’ambito della Settimana della Cultura, Studio7 Arte Contemporanea, Via Pennina 19, Rieti, inaugura sabato 21 aprile 2012, alle ore 17.00, FRAMMENTI DI CITTA’, la mostra personale di Riccardo Zuliani, a cura di Barbara Pavan.

Le opere presentate per quest'occasione ricalcano il tema principale del lavoro di Zuliani: spazi urbani, vedute di città e scorci di metropoli, possibili o futuribili, in cui il contrasto di volumi e di dimensioni è il protagonista dell'opera.
La tecnica compositiva racchiude molteplici input narrativi nei quali la quotidianità è materialmente presente

Attraverso il collage si scompongono i giornali in minuscoli frammenti creando audaci scorci urbani risolti in ampie vedute. Si riformula la realtà facendole acquisire un nuovo senso. Appaiono così metropoli di fantasia, dove la massa orizzontale che suggerisce case, palazzi, fabbriche, è intersecata da improvvisi elementi verticali a formare torri. L’intento è di metabolizzare e riassumere pensieri e riflessioni sulla contemporaneità. La città diventa così l’emblema del mutamento attuato dall’uomo sull’ambiente: lo spazio della tela è saturo così come quello delle grandi metropoli in cui viviamo e l’uso di prospettive gioca un ruolo fondamentale per sfuggire alla bidimensionalità e volgere lo sguardo verso i più svariati punti di fuga. Paesaggi privi della figura umana ma che all’uomo – spettatore fanno appello per completarne il senso: nel momento in cui osserviamo un'opera la rappresentazione richiama alla mente ciò che è presente nella nostra memoria, innescando un meccanismo percettivo che è parte integrante dell’opera.

La mostra sarà visitabile fino al 4 maggio 2012.

Riccardo Zuliani è nato a Mestre (Ve) nel 1978, vive e lavora a Mestre. Si diploma con lode nel 2003 in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, con Tesi in Storia dell’Arte e nel 2007 nuovamente con lode in Nuove Tecnologie per le Arti Presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, con Tesi in Principi e tecniche della produzione video digitale. Tra le mostre principali segnaliamo: Di-Visioni/Visioni-Di, collettiva a cura del dodicesimo gruppo curatori A+A, Galleria A+A (Centro espositivo Padiglione Sloveno Biennale di Venezia ), Venezia; Del Pizzol – Lazzarini – Zuliani, collettiva di giovani artisti formatisi all’Accademia di Belle Arti di Venezia, Galleria Il Melone Arte Contemporanea, Rovigo; ARTEforte, Fiera d’Arte moderna e contemporanea di Forte dei Marmi; Kunstart 08, V° Fiera Internazionale Dell’Arte, Bolzano; Fiera Arte Contemporanea Moderna Roma, Palazzo dei Congressi, Roma EUR; 52. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, Evento nell’ambito: P3- Performative paper project. Chiostro di Santa Maria Ausiliatrice, Castello 454. Immagine dell’opera pubblicata sul catalogo ufficiale della Biennale, Venezia; ONEPLANET, collettiva, Palazzo Marcotulli, Rieti, a cura di Simone Fappanni e Barbara Pavan, con il Patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Rieti e Comune di Rieti