Un pittore e un fotografo per uno stesso tema: una doppia personale che offre la possibilità di analizzare la lotta di piazza da due differenti punti di vista. Quello pittorico interpretato da Silvano Spelta e quello fotografico da Federico Verani.

Informazioni

  • Luogo: CIRCOLO ARCI LA SCIGHERA
  • Indirizzo: Via Giuseppe Candiani 131 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 14/02/2012 - al 03/03/2012
  • Vernissage: 14/02/2012 ore 18
  • Autori: Silvano Spelta, Federico Verani
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, doppia personale
  • Biglietti: Ingresso libero con tessera ARCI

Comunicato stampa

RI-SCONTRI istantanee e dipinti di lotte di piazza

martedì 14 Febbraio 2012 ore 18,00 la mostra proseguirà fino al 3 marzo

giovedì 16 febbraio 2012 alle ore 21,30 dibattito sulla rappresentazione della violenza in piazza.

La Scighera - Milano - Via Candiani 131 Quartiere Bovisa - tel./fax. 02 39480616
per informazioni: [email protected]/[email protected]

Un pittore e un fotografo per uno stesso tema: una doppia personale che offre la possibilità di analizzare la lotta di piazza da due differenti punti di vista. Quello pittorico interpretato da Silvano Spelta e quello fotografico da Federico Verani


All'istantanea della fotografia en plein air del fotoreporter, che presuppone un coinvolgimento emotivo e fisico e l'immersione nel clima circostante, si contrappone il silenzioso studio del pittore che realizza il dipinto con meticolosità e lentezza. Emotività legata all'adrenalina della presenza ed emotività mediata dalla riflessione, due modalità radicalmente differenti di rappresentare la piazza antagonista.
La piazza, della quale autorevoli studiosi avevano decretato la fine parlando di “piazza virtuale” elettronica destinata a soppiantare quella reale, torna a far parte del nostro quotidiano. In Grecia, negli Stati Uniti, in Spagna, in Italia, in molti paesi del Nord Africa la crisi ha riportato alla luce lavoratori, lavoratrici, studenti e movimenti di vario tipo alla ricerca di una libera espressione democratica.
La piazza, luogo fisico urbano, che fin dall'antichità è stata teatro dell'azione politica, si riprende la parola e noi possiamo scegliere come essere protagonisti.