A un anno dalla prima edizione ad apertura del Documentary Film Festival MakeDox.5 e dopo altre incarnazioni del progetto in Macedonia e in Croazia, re:volt#6 è la prima edizione di re:volt fuori dai Balcani, presentata in collaborazione con il Teatro Mediterraneo Occupato, Von Holden Studio e Direct Cut. L’artista della sesta edizione è Giuseppe Adamo, che musicherà il film dal vivo.

Informazioni

Comunicato stampa

re:volt è un progetto mixed-media curato da Flora Pitrolo e Gjorgji Janevski con base a Skopje, Macedonia. Artisti di qualsiasi provenienza e di qualsiasi formazione vengono invitati ad ‘appropriarsi’ di un film amatoriale, Revolt, giratoa Skopje nel 1977 dal regista Stefan Sidovski. Il film mostra la giornata estiva e un po’ annoiata di cinque giovani che, raggirandosi per le strade di una Skopje calda e deserta, e da poco ricostruita dopo il terremoto, cercano di ‘ribellarsi’ e scoprono di non sapere esattamente come questa ‘rivolta’ possa esprimersi



A un anno dalla prima edizione ad apertura del Documentary Film Festival MakeDox.5 e dopo altre incarnazioni del progetto in Macedonia e in Croazia, re:volt#6 è la prima edizione di re:volt fuori dai Balcani, presentata in collaborazione con il Teatro Mediterraneo Occupato, Von Holden Studio e Direct Cut. L’artista della sesta edizione è Giuseppe Adamo, che musicherà il film dal vivo; Von Holden Studio e Direct Cut presenteranno un libro realizzato a partire da re:volt e dalle sue immagini. La proiezione di Revolt con musiche di Giuseppe Adamo sarà accompagnata da una mini-retrospettiva del regista Stefan Sidovski e da Sido, corto di Tamara Kotevska sul lavoro di Sidovski dagli anni ’60 ad oggi. La serata si concluderà con una conversazione aperta sul film e sul concetto di cinema amatoriale.

Stefan Sidovski (Skopje, 1946) comincia a girare film sin dagli anni del liceo, prima da solo e poi come membro del club “Camera 300” e del Cine-Club Accademico, entrambi a Skopje. Vincitore della Targa D’Oro per aver contribuito allo sviluppo del cinema e della cultura cinematografica in Macedonia, è autore dei testi “L’Inquadratura e la sua Essenza Estetica” (1995) e di “Estetica e Dialettica del Montaggio” (2010). Dopo aver insegnato filosofia al liceo per oltre trent’anni, Sidovski lavora attualmente alla ESRA (Accademia Audiovisiva, Skopje), dove insegna teoria e storia del cinema. La sua produzione include centinaia di film, alcuni vincitori di premi, altri vincitori di censura.

Giuseppe Adamo vive e lavora a Palermo. Collabora da alcuni anni con Von Holden Studio (ex Zelle Arte Contemporanea). Ha partecipato a diverse mostre collettive in Italia e all’estero ed al Premio Fam presso le Fabbriche Chiaramontane. Nel 2009 si inaugura la sua prima mostra personale alla Galleria dell’Arco di Palermo, a cura di Helga Marsala e nel 2011, la seconda, alla galleria Zelle Arte Contemporanea.

Direct Cut abbraccia coerentemente la cultura underground nelle sua varie manifestazioni. Produce vinili, cassette, libri e fanzine, combinando produzione seriale e attenzione al dettaglio.

Von Holden Studio è uno spazio votato alla ricerca artistica nato sulla scorta della decennale esperienza della galleria Zelle Arte Contamporanea. Con sede nel cuore del centro storico di Palermo (Sicilia), Von Holden Studio è dotato di un bookshop, una laboratorio serigrafico ed uno shop online di multipli ed edizioni d’arte. Nel corso degli anni promuove mostre, workshop e conferenze sui temi legati all’autoproduzione.

Si ringrazia:
Claudio Cataldi, Tamara Kotevska