Renato Amoruso – Il Colore dei Sentimenti umani

Torino - 28/11/2014 : 09/01/2015

Il percorso espositivo raccoglie una selezione di cinquanta dipinti che riveleranno al pubblico la suggestiva storia di questo artista che vive a Firenze e che offre una pittura tutta personale, solitaria, silenziosa che non rientra in nessuna catalogazione metodologica del sistema dell’arte; una pittura che appartiene a quella zona intima dell’uomo che Aristotele chiama la Forma dell’Anima.

Informazioni

Comunicato stampa

Dal 29 novembre 2014 al 9 gennaio 2015 si terrà allo Spaziobianco di Torino (via Saluzzo 23/bis), la personale di Renato Amoruso dal titolo Il Colore dei Sentimenti umani, a cura di Marisa Vescovo e Giorgio D’Orazio, con il coordinamento di Silvano Costanzo e Lucrezia de Domizio Durini



Il percorso espositivo raccoglie una selezione di cinquanta dipinti che riveleranno al pubblico la suggestiva storia di questo artista che vive a Firenze e che offre una pittura tutta personale, solitaria, silenziosa che non rientra in nessuna catalogazione metodologica del sistema dell’arte; una pittura che appartiene a quella zona intima dell’uomo che Aristotele chiama la Forma dell’Anima.

Come afferma Marisa Vescovo nel suo saggio in catalogo, “Tutta la ricerca di Renato Amoruso è divaricabile in due ampi capitoli, uno legato alla leggerezza (intesa come voleva Italo Calvino), e un altro legato alla materialità cromatica. (…) Si tratta di una vita di lavoro, in cui il nostro autore è rimasto straniero in patria, ma non straniero al suo stesso tempo, nel quale è possibile trovare la verità del proprio sé: una verità appunto che si può cogliere soltanto in esilio, da una extraterritorialità di ricerca, da cui si può leggere la costellazione chiave della modernità”.

Amoruso è nato artista. Le sue opere vivono nei colori che guardano la Natura e si rispecchiano nei suoi sogni. Sono lavori liberi da ogni titolazione che, oltrepassando ogni segno pittorico, parlano di Sentimenti Umani e hanno l’obiettivo di ricordare quei valori primari insiti nell’animo umano come il rispetto dell’Uomo e della Natura.

Due eventi caratterizzeranno la serata inaugurale - venerdì 28 novembre, ore 18.30: il suono del clarinetto del Maestro Alberto Serrapiglio accompagnerà la proiezione del film I Colori del sentimento umano di Stefano Odoardi.

In occasione della mostra, è stato pubblicato un ricco volume (ediz. Mondadori Electa), curato da Lucrezia De Domizio Durini, con testi degli storici dell’arte Gérard-Georges Lemaire, Pilar Parcerisas e Marisa Vescovo.

Torino, novembre 2015