Realismo Informale

Scicli - 27/06/2015 : 26/07/2015

Ventotto artisti di differenti origini linguistiche e geografiche, hanno risposto all’invito del curatore Antonio Sarnari, un’indagine sull’Informale, partendo dall’analisi di un certo Realismo Contemporaneo.

Informazioni

  • Luogo: QUAM – QUADRERIE DEL MONASTERO
  • Indirizzo: via Mormino Penna - Scicli - Sicilia
  • Quando: dal 27/06/2015 - al 26/07/2015
  • Vernissage: 27/06/2015 ore 20,30
  • Curatori: Antonio Sarnari
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Da martedì a sabato 10.00-13.00/17.00-20.00 Domenica e festivi 18.00-21.00

Comunicato stampa

AUTORI

Ilde Barone, Sandro Bracchitta, Maria Buemi, Calusca, Alessandro Finocchiaro, Simone Geraci, Federica Gisana, Corrado Iozzia, Giovanni Lissandrello, Andrea Mangione, Marco Mangione, Saro Nuzzarello, Irina Ojovan, Ettore Pinelli, Catalin Pislaru, Cetty Previtera, Luigi Rabbito, Antonio Recca, Francesco Rinzivillo, Cristhian Rossi, Fabio Salafia, Franco Sarnari, Federico Severino, Nuccio Squillaci, Paolo Strano, Valerio Valino, Giovanni Viola, Piero Zuccaro.


COMUNICATO 26 GIUGNO 2015

La contaminazione mediatica nella formazione del progetto d’arte
VENTOTTO ARTISTI PER REALISMO INFORMALE A CURA DI ANTONIO SARNARI A SCICLI

Domani 27 giugno l’opening di “Realismo Informale”, alle 20.30 alle Quam di Scicli


Ventotto artisti di differenti origini linguistiche e geografiche, hanno risposto all’invito del curatore Antonio Sarnari, un’indagine sull’Informale, partendo dall’analisi di un certo Realismo Contemporaneo.
In mostra: Ilde Barone, Sandro Bracchitta, Maria Buemi, Calusca, Alessandro Finocchiaro, Simone Geraci, Federica Gisana, Corrado Iozzia, Giovanni Lissandrello, Andrea Mangione, Marco Mangione, Saro Nuzzarello, Irina Ojovan, Ettore Pinelli, Catalin Pislaru, Cetty Previtera, Luigi Rabbito, Antonio Recca, Francesco Rinzivillo, Cristhian Rossi, Fabio Salafia, Franco Sarnari, Federico Severino, Nuccio Squillaci, Paolo Strano, Valerio Valino, Giovanni Viola, Piero Zuccaro.
Dai segni colorati di Pislaru alle materie di Valino, dalle simbologie di Bracchitta alle visioni di Ilde Barone, la mostra alle Quam raccoglie testimonianze diverse del medesimo cambiamento, in cui la figurazione è divenuta realismo e l’astrazione informale. Si tratta dell’indagine su un cambiamento epocale nell’arte, una progressione esponenziale nei riferimenti, ingenerato dalla contaminazione dei media nella formazione dell’idea prima, l’origine del progetto artistico, l’ispirazione. Un cambiamento che ha avuto origine nel dopoguerra, e ancora oggi tiene impegnati critici e curatori nella difficile, forse anche inutile, distinzione delle categorie linguistiche in arte; quando in verità sarebbe forse meglio distinguere in diverse fonti e non diversi prodotti d’arte.
L’opening di “Realismo Informale” è per domani, sabato 27 giugno, alla galleria Quam di Scicli, e la mostra rimarrà aperta fino a domenica 19 luglio, con ingresso gratuito, da martedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00, domenica e festivi dalle 18.00 alle 21.00. Info allo 0932 931154.