Re-Play. Esercizi per stare al mondo

Torino - 31/03/2022 : 30/04/2022

Un'interpretazione partecipata dell'Archivio Mai Visti Pinacoteca del Centro Arte Singolare e Plurale della Città di Torino Direzione Servizi Sociali – Area Politiche Sociali – Servizio Disabilità.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO BAROLO
  • Indirizzo: Via Delle Orfane 7 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 31/03/2022 - al 30/04/2022
  • Vernissage: 31/03/2022 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: martedì | mercoledì | giovedì | venerdì ore 15.00 – 18.00 sabato | domenica ore 14.30 – 19 lunedì chiuso
  • Uffici stampa: EMANUELA BERNASCONE

Comunicato stampa

RE-PLAY

ESERCIZI PER STARE AL MONDO
Un'interpretazione partecipata dell'Archivio Mai Visti Pinacoteca del Centro Arte Singolare e Plurale della Città di Torino Direzione Servizi Sociali – Area Politiche Sociali – Servizio Disabilità

A cura di Lorena Tadorni ed Elena Alexandrescu, Giuseppina Choc, Roberta D’Alessio, Elisa Ferro, Mario Loforte, Chiara Iantorno, Attilio Piglia, Andrea Pisano, Giovanna Pisano, Simona Sartori, Gaetano Verde, Antonio Verdini
Con Tea Taramino
Racconto delle opere a cura di Maria Grazia Agricola, Associazione culturale Choròs

PARI, Polo delle Arti Relazionali e Irregolari
Palazzo Barolo, via Corte d'Appello 20/C, Torino

1 - 30 aprile 2022
Conferenza stampa 31 marzo 2022, ore 11
Inaugurazione 31 marzo 2022, ore 18



Nella sede dell'ex Regio Ospizio dei Poveri in corso Unione Sovietica a Torino, c'è un tesoro da scoprire, l'Archivio Mai Visti Pinacoteca del Centro Arte Singolare e Plurale della Città di Torino: una collezione formata da dipinti, sculture e video, prevalentemente realizzati da persone con disabilità intellettiva o disagio psichico, autori singolari che hanno tratto ispirazione dalla personale esperienza e non da modelli dell'arte ufficiale.
Sempre più istituzioni scelgono di aprirsi ad attività che favoriscono partecipazione. In quest’ottica, le collezioni museali possono diventare uno strumento per ampliare la fascia del pubblico attraverso il suo coinvolgimento nella creazione di contenuti. Re-Play è un format curatoriale che mette i cittadini e le cittadine al centro della realizzazione di una mostra, proponendo riletture partecipate di collezioni museali e archivi.
Dall'incontro di queste due realtà nasce Esercizi per stare al mondo. Un'interpretazione partecipata dell'Archivio Mai Visti Pinacoteca del Centro Arte Singolare e Plurale. Si tratta di un percorso espositivo condiviso – sostenuto dalla Fondazione CRT, da sempre in prima linea nell’incoraggiare la cultura in ogni sua declinazione e nel realizzare i valori della piena inclusione e fruizione - in cui curatori e curatrici sono persone estranee al mondo dell'arte che, grazie alla loro visione originale e libera da condizionamenti, contribuiscono ad arricchire di significati inaspettati questo patrimonio di immagini.
Partendo dalle opere presenti nella Pinacoteca, il gruppo è stato accompagnato allo studio della collezione attraverso un lavoro di mediazione, fino ad arrivare alla creazione della mostra. Per ampliare il livello di partecipazione e fornire ancora più originalità interpretativa, a questo processo si è affiancato quello della biografia teatrale attraverso cui i partecipanti narrano al pubblico il percorso espositivo a partire dal proprio vissuto. L'esposizione è infatti accompagnata da specifici momenti performativi fatti di racconti e storie che restituiscono memoria immaginifica alle opere e contribuiscono a dar loro un “senso rinnovato".

LA MOSTRA
Cos'hanno in comune le opere dell'Archivio Mai Visti Pinacoteca del Centro Arte Singolare e Plurale? Qual è il tema portante su cui costruire un percorso espositivo? Queste sono le domande da cui è partito il gruppo di lavoro. “Ripetizione, serialità, ossessione... Ecco alcuni dei temi che sono immediatamente emersi analizzando le opere” - spiega Lorena Tadorni, curatrice del progetto, “i partecipanti sono stati subito colpiti dalla reiterazione dei soggetti e degli schemi compositivi di questi lavori, insieme al desiderio incessante degli artisti di esprimere il proprio mondo attraverso una pratica quasi ossessiva”. Così sono nati il tema e poi il titolo della mostra, Esercizi per stare al mondo, in cui l'espressione artistica continua e ripetitiva è intesa anche come una fortissima necessità esistenziale.


GLI ARTISTI
Gaetano Carusotto, Alberto De Luca, Enrico De Petris, Giacomo De Vito, Girolamo Della Malva, Giuseppe Iurmanò, Antonino Mancuso, Luca Romano, Francesco Rusinà, Antonio Sale, Aldo Turco, Silvio Vaudano.

IL RACCONTO DELLE OPERE
Osservare, comprendere, immaginare, leggere nell’opera d’arte evocazioni e frammenti del proprio vissuto. Così i/le dodici protagonisti/e del laboratorio, uno/a per ogni autore, si sono avvicinati/e a questi lavori, per poter interpretare, restituire e illuminare “in modo pieno” il senso profondo della relazione tra coloro che creano e coloro che poi la vivono: i visitatori della mostra. Nel percorso espositivo – in date e orari dedicati – accadranno storie, evocazioni, micro eventi nati da questa ricerca tra opera, autore e immagini di vita vissuta.




INFO
RE-PLAY. ESERCIZI PER STARE AL MONDO
Un'interpretazione partecipata dell'Archivio Mai Visti Pinacoteca Arte Singolare e Plurale della Città di Torino Direzione Servizi Sociali – Area Politiche Sociali – Servizio Disabilità
A cura di Lorena Tadorni e Elena Alexandrescu, Giuseppina Choc, Roberta D’Alessio, Elisa Ferro, Mario Loforte, Chiara Intorno, Andrea Pisano, Attilio Piglia, Giovanna Pisano, Simona Sartori, Gaetano Verde, Antonio Verdini
Con Tea Taramino
Artisti in mostra Gaetano Carusotto, Alberto De Luca, Enrico De Petris, Giacomo De Vito, Girolamo Della Malva, Giuseppe Iurmanò, Antonino Mancuso, Luca Romano, Francesco Rusinà, Antonio Sale, Aldo Turco, Silvio Vaudano
Racconto delle opere a cura di Maria Grazia Agricola, Associazione culturale Choròs
Un progetto di Associazione culturale Passepartout in collaborazione con Città di Torino: Centro Arte Singolare e Plurale - GXT/Giovani per Torino – Circoscrizioni 5 - 8 - 10; Opera Barolo; Associazioni: Artenne, Arteco, Forme in bilico aps, Fermata d’autobus Onlus e Galleria Gliacrobati, Sguardi; Cooperative sociali: Chronos/Arte Pura, il Sogno di una cosa e Paradigma di Torino, Le Nuvole, Saluzzo (Cn), Nuova Vita, Torrazza Piemonte (To)
Con il contributo di Fondazione CRT
Coordinamento generale Karin Gavassa
Laboratori didattici a cura di Forme in bilico in collaborazione con i Dipartimenti Educazione della GAM/Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea/Fondazione Torino Musei e del Kunstmuseum Bonn
PARI, Polo delle Arti Relazionali e Irregolari
PALAZZO BAROLO, via Corte d'Appello 20/C, Torino
1 - 30 aprile 2022

Conferenza stampa 31 marzo, ore 11
Inaugurazione 31 marzo, ore 18 PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA AL LINK
https://inaugurazione_re-play_esercizi_per_stare_al_mondo.eventbrite.it

orari mostra martedì | mercoledì | giovedì | venerdì ore 15.00 – 18.00
sabato | domenica ore 14.30 – 19
lunedì chiuso
operabarolo.it | [email protected]

orari e date performance racconto delle opere
1 | 2 aprile, ore 18
8 | 9 aprile, ore 18
14 aprile ore 18
prenotazione obbligatoria al link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-performance-re-play-esercizi-per-stare-al-mondo-291720061557
o inviando una mai a [email protected]

laboratori didattici prenotazione al link https://laboratori_re-play.eventbrite.it

ingresso libero a mostra, performance e laboratori

In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti, previste per tutti i luoghi di cultura italiani (rif. D.L. del 23 luglio 2021), l'ingresso al Teatro è autorizzato solo ai possessori di Green Pass. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica. Rimangono inoltre in vigore le prescrizioni di sicurezza anti-Covid: misurazione della temperatura, mascherina, igienizzante, capienza contingentata della sala nel rispetto della distanza fisica prevista per la sicurezza dei visitatori.


Arte Irregolare a Torino. La mostra dove artisti e curatori sono...

Fino al 30 aprile, la mostra Re-Play offre un'interpretazione partecipata dell'Archivio Mai Visti Pinacoteca del Centro Arte Singolare e Plurale della Città di Torino che raccoglie le opere d’arte irregolare in Piemonte