Ragusa Foto Festival 2020

Ragusa Ibla - 24/07/2020 : 22/08/2020

Il festival affronta il tema della natura del desiderio, motore della nostra vita, che ci spinge a cercare aspirazioni, evasioni, traguardi e ideali.

Informazioni

Comunicato stampa

In un momento di grande trasformazione sociale e culturale dovuta all’impatto dell’emergenza COVID 19, Ragusa Foto Festival ha riaggiornato la nona edizione del Festival, suddividendo iniziative ed esposizioni in due anni. Quest’anno, nel rispetto delle regole di distanziamento sociale per la tutela della salute, da venerdì 24 a domenica 26 luglio 2020 si svolgerà la preview, con un weekend di eventi e la presentazione della mostra Italia Desiderata e delle iniziative 2021



Un’edizione prolungata, quindi, che comincia il 24 luglio 2020 e si concluderà il 29 agosto 2021 in una prospettiva di valorizzazione e promozione tanto del patrimonio culturale locale quanto della sua partecipazione nazionale e internazionale, per dare un segnale di vicinanza alla comunità iblea e a quanti dedicano tanta energia a promuovere l'arte, la bellezza imperdibile di questo angolo di Sicilia e di Mediterraneo e ribadire l'importanza della cultura come asset strategico per la ripartenza del Paese.

Il tema DESIDERIO. Il festival affronta il tema della natura del desiderio, motore della nostra vita, che ci spinge a cercare aspirazioni, evasioni, traguardi e ideali. Ancor più oggi, desiderare risulta essenziale per ricominciare a proiettarci nel futuro. Spesso il desiderio non ha una forma precisa e sfugge dai confini.
Nell’era della libertà misurata dalla paura inconscia del virus, dei social media e della comunicazione istantanea, i progetti selezionati evocano il tema nelle sue forme diverse come determinazione a realizzare i propri obiettivi, distrazione, cura, amore e passione, capricci, sostenibilità per il nostro ambiente.

Dal 2012 inoltre Ragusa Foto Festival è stato un incubatore di desideri: un luogo per tanti fotografi emergenti accompagnati dai propri sogni, dove imparare a riconoscere il proprio percorso verso la fioritura della propria creatività. Il Festival, è prodotto dall’Associazione culturale Antiruggine e curata dal direttore artistico Steve Bisson in collaborazione con un comitato scientifico, composto da Aldo Bonomi, Mario Cresci, Stefania Paxhia, Alfredo Corrao e Rosario Antoci.


PROGRAMMA PREVIEW 24 - 26 Luglio 2020

- Venerdì 24, ore 19:00, Giardini iblei di Ragusa Ibla: presentazione del progetto appena avviato, dedicato alla comunità dei braccianti agricoli di due delle 18 aree, Marina di Acate e Pachino, che fanno parte di “Presidio”, il progetto della Caritas Italiana per aiutare i lavoratori agricoli esposti allo sfruttamento. Saranno presenti il curatore Steve Bisson, la direttrice del Festival Stefania Paxhia e Vincenzo La Monica, responsabile Caritas Presidio Ragusa, Paolo Catinello della Caritas di Noto; annuncio dei vincitori del concorso #weloveragusa, contest Sicilia Iblea;
- Sabato 25, ore 19:00, Palazzo La Rocca a Ibla : presentazione della mostra “ITALIA DESIDERATA” a cura di Steve Bisson. La mostra rimane aperta fino al 22 agosto 2020.
- Domenica 26 luglio, ore 19: 00 , Giardino dell’Antico Convento a Ibla: presentazione con Steve Bisson dei due workshop previsti ai primi di settembre diretti da Alfredo Corrao e Alessandra Capodacqua.


LA MOSTRA
“ITALIA DESIDERATA” a cura di Steve Bisson a Palazzo La Rocca dal 24 luglio al 22 agosto 2020.
L'impatto del COVID-19 sul settore culturale italiano è senza precedenti. Per questo la direzione artistica del Festival di Ragusa ha scelto di dedicare una progettualità speciale alla fotografia italiana. Sarà presentato un coro di voci e prospettive visive attorno al tema del desiderio. Una raccolta caleidoscopica che restituisce diverse possibilità del desiderare. Uno sguardo plurale e inclusivo di 15 autori italiani: Anna Maria Belloni, Fulvia Bernacca, Marco Bonomo, Claudio Capanna, Cédric Dasesson, Louis De Belle, Valentina De Santis, Simone D'Angelo, Lorenza D'Orazio, Sara Esposito, Mariano Monea, Chiara Pavolucci, Marco Rigamonti, Edoardo Valle, Umberto Verdoliva.


PROGETTO PRESIDIO
Ragusa Foto Festival, in collaborazione con le Caritas diocesane di Ragusa e di Noto e la Collezione Donata Pizzi, supporta la realizzazione di un progetto fotografico che racconterà la quotidianità dei lavoratori agricoli che, insieme alle loro famiglie, vivono nelle campagne di Marina di Acate e Pachino. Si tratta di due delle 18 aree italiane assistite dal progetto “Presidio”, fiore all’occhiello delle attività di Caritas Italiana, conosciuto e apprezzato anche all’estero. Il fotografo o la fotografa selezionati per il progetto sarà seguito e supportato dal Festival e dalla Collezione Donata Pizzi. Si concretizzerà in una mostra dedicata che verrà allestita nei mesi estivi del 2021 a Palazzo La Rocca, a Ragusa Ibla. Al lavoro fotografico sarà collaterale uno studio di approfondimento sulla situazione delle loro condizioni, nella dimensione dell’emergenza post COVID 19, realizzato in collaborazione con Caritas Ragusa.
Grazie alle rete dei presidi di Caritas Italiana sono allo studio ulteriori tappe del progetto in altre aree.


OPEN CALL “#weloveRagusa” (deadline 14 luglio 2020)
Mai come nei mesi scorsi abbiamo desiderato riappropriarci dei nostri luoghi di appartenenza. Oggi il riferimento al territorio d’origine è un fenomeno attuale, non “regressivo” come si potrebbe pensare, ma che crea forti spinte di riscoperta della propria identità legata soprattutto alla storia del proprio territorio d’origine. Per misurarsi con tale opportunità Ragusa Foto Festival vuole condividere gli sguardi di chi vive il territorio ibleo che, peraltro, si caratterizza per la sua attrazione speciale di antico e moderno.
Le immagini verranno caricate sul sito del Festival e affisse su grandi banner per le vie dei comuni iblei rappresentati, creando una mostra open air sul territorio.
Giuria: Alessandra Capodacqua, Yvonne De Rosa, Alfredo Corrao, Saro Antoci, Carlo Bevilacqua.


WORKSHOP di Alfredo Corrao, “La fotografia di architettura in 35 mm digitale”
Orientato alla lettura e alla documentazione degli edifici e degli spazi architettonici che lo caratterizzano come beni culturali. Rivolto a studenti e professionisti del settore, ma anche a semplici appassionati. Ad una introduzione sui diversi linguaggi fotografici, sulle specificità della fotografia dei beni culturali e sulle basi della scientificità in fotografia, seguirà una parte tecnica teorica conclusa la quale si proseguirà con delle sessioni di ripresa prima e di post produzione poi; si esamineranno altresì i principali metodi di scelta e catalogazione delle immagini realizzate.
Alfredo Corrao è docente all’ISIA di Urbino e responsabile fotografia per i beni culturali al MIBACT.

WORKSHOP ONLINE di Alessandra Capodacqua ‘The Art of mobile photography’
Tecniche creative e di composizione per scatti perfetti con telefoni o tablet. Trucchi e funzioni sia di Android sia di IPhone per sfruttare al meglio il potenziale degli smartphone attraverso tecniche creative per una composizione dell'immagine perfetta. Analisi delle applicazioni più recenti che si adattano alla visione artistica. Il gruppo di partecipanti avrà la possibilità di sperimentare insieme diversi effetti e realizzerà dei
lavori sul alcune siti del territorio.
Alessandra Capodacqua è curatrice e docente presso NYU Florence, IED e SACI.

PATROCINI E PARTNERSHIP
Il festival è patrocinato dal MIBACT, della Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, dal Libero Consorzio di Ragusa e dal Comune di Ragusa, CCIA del Sud Est e dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa. Importanti Partnership sono Galleria Soquadro, AASTER, Urbanautica, Fondazione Val Di Noto. Sponsor principali: Comael, Antica Ibla Centro Commerciale Naturale Ibla, Leggio Ferramenta, San Vito Hostel, Sponsor Bonajuto, StSergioTumino concessionaria auto, Corabanke , Rosso Conserve di Sicilia.

IL FESTIVAL
Il Festival, è prodotto dall’Associazione culturale Antiruggine e curata dal direttore artistico Steve Bisson
in collaborazione con un comitato scientifico, composto da Aldo Bonomi, Mario Cresci, Stefania Paxhia,
Alfredo Corrao e Rosario Antoci.
Ogni anno la direzione artistica e il comitato scientifico individuano un tema attorno al quale ruotano mostre ed eventi, coinvolgendo artisti, autori, critici e operatori culturali di primissimo piano, con l'intento di proporre una riflessione sulla portata metodologica dello studio della fotografia. Ai lavori di autori riconosciuti nel panorama internazionale, si affiancano sempre progetti realizzati da giovani autori provenienti da tutto il mondo. Ragusa Foto Festival si tiene dal 2012, a Ragusa Ibla nella splendida cornice barocca, patrimonio Unesco, della Sicilia iblea. Un vero medium culturale che attira un pubblico variegato di giovani autori, di appassionati e di tanti turisti per promuovere insieme alla fotografia contemporanea internazionale, la ricchezza culturale di un’area importante come la Sicilia e il Mediterraneo.

Tra gli autori che hanno partecipato alle precedenti edizioni: Mario Dondero, Enzo Sellerio, Letizia Battaglia, Ferdinando Scianna, Mario Cresci, Giovanni Chiaramonte, Giuseppe Leone, Fausto Giaccone, Shobha Battaglia, Gabriele Basilico, Nino Migliori, Tano D’Amico, Davide Monteleone, Carmen Mitrotta, Gianni Cipriano, Maurizio Galimberti, Francesco Zizola, Steve McCurry, Ivo Saglietti, Yvonne De Rosa, Donata Pizzi, Peter Bauza, Guia Besana, Paolo Verzone, Alfredo D’Amato, Enrico Bossan, Andrea Alessio, Giorgio Barrera, Alessandro Penso, Umberto Agnello, Mimì Mollica, Roberto Mutti, Silvia Amodio, Filippo Romano, Pavlos Fysakis, Pasqua Vorgja, Sandra Salijmovic, Laia Abril, Tommaso Bonaventura, Alessandro Imbriaco, Silvia Morara, David Chancellor, Carlo Bevilacqua, Sam Harris, Julia Kater, Claudia Corrent, Giovanni Presutti, Paolo Mazzo, Paola Fiorini.