Rachid Ouramdane

Roma - 04/10/2013 : 06/10/2013

Il potere evocativo della danza si incarna in Rachid Ouramdane, coreografo francese di origini algerine, che in Sfumato affronta il tema degli effetti devastanti che i cambiamenti climatici producono sull'ambiente.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO ELISEO
  • Indirizzo: Via Nazionale 183 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 04/10/2013 - al 06/10/2013
  • Vernissage: 04/10/2013
  • Autori: Rachid Ouramdane
  • Generi: teatro, danza
  • Biglietti: biglietti da 25 a 10 euro
  • Sito web: www.romaeuropa.net

Comunicato stampa

Il potere evocativo della danza si incarna in Rachid Ouramdane, coreografo francese di origini algerine, che in Sfumato affronta il tema degli effetti devastanti che i cambiamenti climatici producono sull'ambiente.

In scena l'artista restituisce le tracce di viaggi mentali e reali. Movimento, suono, luce, vecchie e nuove tecnologie trasfigurano la realtà di cui rimangono solo tracce, come nell'omonima tecnica pittorica.
Una pioggia torrenziale investe la scena. I danzatori ne sono sovrastati, si muovono a scatti, scossi da fremiti o impietriti in posizioni contorte

Anche quando smette di cadere, l'acqua che bagna il pavimento continua ad agire sui corpi: imprime una lentezza ipnotica alle camminate, riflette con bagliori luminescenti le venature break e hip-hop delle sequenze a terra. E anche quando la poesia della danza cede il passo alle immagini video, Ouramdane non ci mostra scene di catastrofi, bensì volti, e soprattutto occhi, di persone che hanno vissuto sulla pelle il dolore della perdita e dell'esilio.