Quella volta…Peggy Guggenheim

Venezia - 09/02/2013 : 11/02/2013

Oggi, con lo spettacolo “Quella volta…Peggy Guggenheim” realizzato in occasione del Carnevale di Venezia “Vivi i Colori”, la carismatica Peggy rivive a teatro, in un omaggio al suo mecenatismo e alla sua spiritualità artistica di emblematica collezionista, veneziana d’adozione, che ha dato tanto a Venezia, senza pretendere nulla dalla città.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO FONDAMENTA NUOVE
  • Indirizzo: Cannaregio 5013 venezia - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 09/02/2013 - al 11/02/2013
  • Vernissage: 09/02/2013 ore 21
  • Generi: performance – happening, serata – evento, teatro
  • Orari: Le rappresentazioni avranno luogo al teatro Fondamenta Nuove (Venezia) sabato 9 febbraio alle 21, domenica 10 febbraio alle 17 e 21 e lunedì 11 febbraio alle 21
  • Sito web: http://www.guggenheim-venice.it
  • Email: press@guggenheim-venice.it

Comunicato stampa

Fiuto, lungimiranza, passione. Così Peggy Guggenheim ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’arte del XX secolo: collezionista e amica degli artisti, promotrice e ineguagliabile scopritrice di talenti, Peggy ha attraversato il Novecento facendosi promotrice e tenace sostenitrice dei maggiori movimenti avanguardisti del secolo scorso.
Oggi, con lo spettacolo “Quella volta…Peggy Guggenheim” realizzato in occasione del Carnevale di Venezia “Vivi i Colori”, la carismatica Peggy rivive a teatro, in un omaggio al suo mecenatismo e alla sua spiritualità artistica di emblematica collezionista, veneziana d’adozione, che ha dato tanto a Venezia, senza pretendere nulla dalla città



La rappresentazione è frutto della collaborazione tra l’associazione culturale Venezia Futura e Venezia Marketing&Eventi, con il sostegno della Collezione Peggy Guggenheim e la presenza della Compagnia professionistica di balletto “TocnaDanza” e dell’associazione culturale “OverDream”.

Lo spettacolo nasce da un’idea di Pier Paolo Scelsi per la regia ed elaborazione di Tullio Cardona. Peggy Guggenheim viene interpretata da Loredana Perissinotto, canto dal vivo del soprano Lorella Turchetto. Le coreografie sono di Michela Barasciutti. Costumi di Nicolao Atelier e assistenza tecnica di Deus Ex Machina.