Quando la terra si fa figura – La scuola delle terre

Milano - 13/09/2012 : 06/10/2012

La terra come essenza della vita e della storia dell’Uomo. Sono questi i protagonisti della scuola della pittura materica di cui Rodolfo Monaco e il suo allievo e nipote Marcello Bruognolo sono maestri e rappresentanti.

Informazioni

Comunicato stampa

Quando la terra si fa figura - La scuola delle terre
Mostra delle opere di Marcello Bruognolo e Rodolfo Monaco

Il 13 settembre alle ore 18.30 presso lo spazio PWC – Via Monte Rosa 91 – Milano, sarà inaugurata la mostra delle opere più recenti di Marcello Bruognolo, accompagnato da alcuni lavori del suo Maestro e zio Rodolfo Monaco, fondatore della Scuola delle Terre.

La terra, elemento primigenio, attraverso la mistura con l’olio che ne amalgama la matericità, diventa colore e immagine


Il richiamo è potente verso la radice della storia dell’Uomo, perché è con la terra che si sono realizzate le prime forme di arte conosciute.
La luce è l’altro elemento fondante di questa tecnica, e costituisce la variabile di senso che consente l’apparire.
L’opera realizzata con le terre è risultato del modellare la materia prima in maniera da far risultare un “principio” di immagine.
Alla base della scuola dei due maestri protagonisti della esposizione, infatti vi è una profondo conoscenza dell’umano dal punto di vista spirituale, psicologico e filosofico, tanto che non è difficile rinvenire un parallelismo fra l’uso della terra per formalizzare il principio di immagine, con il fango usato per dare principio all’Uomo.

Marcello Bruognolo, curioso da sempre di arte e teatro, da ragazzino apprende dallo zio Rodolfo Monaco i principi della pittura. Dopo aver completato gli studi ottenendo due lauree ( lingue e in psicologia) si trasferisce da Roma a Milano ove apre il suo studio di psicologo e di consulente, professione che tutt’ora svolge. Ha scritto sulla psicologia dell’Uomo e sull’arte moderna. Non ha mai abbandonato l’arte, continuando a esporre periodicamente (si ricordano le recenti mostre a Milano, a Ravenna, a Ferrara, a Iseo) e perfezionando il suo stile nella continua ricerca del bello estetico che riflette la condizione interiore dell’Uomo realizzato.
Rodolfo Monaco, classe 1929, dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Roma, negli anni ’60 si è trasferito a Milano dove tutt’oggi vive e opera. Ha sperimentato l’arte attraverso la scultura, la grafica, e la pittura, esprimendosi inizialmente attraverso opere figurative. Successivamente ha iniziato a far coesistere sulla tela il figurativo con l’astratto, fino a decidere di abbandonare il pennello per sviluppare una sua tecnica, quella delle terre dando vita ad una vera e propria corrente artistica, ove le forme colorate, luminose a volte lucide, sollecitano l’intuizione e l’interpretazione soggettiva di ciascuno spettatore. Rodolfo Monaco ha esposto in numerose Mostre personali in Italia e all’estero riscuotendo sempre il massimo consenso del pubblico e della critica.
Sarà possibile visitare l’esposizione fino al 6 ottobre 2012.