Qualita’ della pittura

Noale - 09/02/2013 : 10/03/2013

Paesaggi e ritratti fra Ottocento e primo Novecento. Ricchissimi e particolari i media esemplificati: l'olio, il pastello, l'acquarello, la matita, l'acquaforte. Struttura compositiva e disegno raffinati, eleganza e cura dell'esecuzione, selezione attenta dei materiali di supporto.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO DELLA LOGGIA
  • Indirizzo: piazza Castello - Noale - Veneto
  • Quando: dal 09/02/2013 - al 10/03/2013
  • Vernissage: 09/02/2013 ore 18
  • Generi: disegno e grafica
  • Orari: ven, sab e dom 9.30-12.30 e 16-19.30

Comunicato stampa

Questa esposizione si propone di aprire una finestra, seppure piccola, su un felice periodo artistico europeo che va da fine ‘700 al primissimo ‘900, con circa 40 opere di alcuni autori anche meno noti, che degnamente documentano la qualità, la forza e la rilevanza di un mestiere, di una scuola e, in definitiva, di una cultura, pressoché scomparsi. La mostra si offre dunque anzitutto come lezione di pittura e umile contributo di civiltà per la valorizzazione di quanto, anche in termini sociali e di mercato, oggi non è valorizzato e non dispone della giusta considerazione


Pittori e pittrici, incisori che si fanno testimoni della tecnica e della macchina artistiche che hanno attraversato l’Europa nell’Ottocento. La rassegna compendia alcuni autori italiani, anche veneti, che appartengono al periodo aureo del tardo ottocento, ma comprende anche importanti autori europei: austriaci, tedeschi, svizzeri, francesi, danesi, russi.

Da questa raccolta emergono alcuni temi decisivi di quel felice periodo, come il ritratto, il paesaggio e il sacro. Opere che restituiscono gli elementi di valore assoluto della pittura e del disegno e che risultano oggi inarrivabili. Ricchissimi e particolari i media esemplificati: l’olio, il pastello, l’acquarello, la matita, l’acquaforte. Struttura compositiva e disegno raffinati, eleganza e cura dell’esecuzione, selezione attenta dei materiali di supporto. Con la lettura di queste opere possiamo di nuovo apprezzare quella manualità e quella intellettualità che la faciloneria corrente, il pressapochismo diffuso forse ci hanno fatto dimenticare. Con questa proposta vorremmo contribuire alla riconsiderazione di questi valori come indice di civiltà per gli artisti di oggi e per le generazioni future.

In mostra saranno esposte in anteprima alcune opere del maestro Egisto Lancerotto, pittore verista, nato e vissuto a Noale, e di alcuni autori veneti o che hanno lavorato in terra veneta, prossimi a Lancerotto, come Guglielmo Ciardi, Cesare Laurenti e la pittrice Antonella Brandeis.

La mostra assume un valore particolare per il Comune di Noale, in quanto costituisce una sorta di anteprima, di contesto panoramico che introduce la mostra monografica dedicata a Lancerotto, in programma il prossimo maggio negli spazi comunali.

Alcuni autori
Edmund Adler, pseudonimo Edmund A. Rode; Vienna 1876-1965 Mannersdorf
Josefine Batke-Koller, Vienna, 1897-1976
Ernesto Bazzaro, Milano, 29 maggio 1859 – Milano, 18 maggio 1937
Émile Bernard, Lille, 28 aprile 1868 – Parigi, 16 aprile 1941
Antonietta Brandeis, Miskowitz, Boemia 1849 - Venezia 1910
Guglielmo Ciardi, Venezia, 13 settembre 1842 - Venezia, 5 ottobre 1917
Sebastiano Conca, Gaeta 1680 - Napoli 1764
Luigi Conconi, Milano, 1852–1917
Domenico Fedeli, detto il Maggiotto Venezia, 1713 - Venezia, 16 aprile 1794
Heinrich Hellhoff, 30 aprile 1868 Pritzwalk, Ostprignitz; † 28 agosto 1914 Lüttich, Belgio
Josef Kalous, Vienna 1887-1974
Egisto Lancerotto, Noale 1847 - Venezia 1916
Cesare Laurenti, Mesola (Ferrara), 6 novembre 1854 - Venezia, 9 novembre 1937
Emilio Longoni, Barlassina, 9 luglio 1859 - Milano, 29 novembre 1932
Anders Andersen-Lundby, 16 dicembre 1841-1923
Karl Mediz, Vienna 1868, Dresda 1945
Petrus Marius Molijn, Rotterdam 1819 - Anversa 1849
Paolo Sala, Milano il 24 gennaio 1858- 20 dicembre 1924
Giuseppe Zais, Forno di Canale 22 marzo 1709 – Treviso, 29 dicembre 1781