Private – Luca Trevisani

Roma - 04/03/2013 : 04/04/2013

Private e’ un progetto di otto mostre site-specific che, nell’arco di un anno, affida ad altrettanti artisti lo spazio centrale dello Studio – una grande stanza senza finestre, con la libertà di allestirlo-occuparlo-abitarlo a piacere, con opere proprie o altrui, con oggetti disponibili in galleria o presi all’esterno, affinché diventi la rappresentazione tangibile di una personale idea di spazio, sia esso spazio vitale, mentale, o domestico.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO GEDDES FRANCHETTI
  • Indirizzo: Via del Babuino 125, 00187 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 04/03/2013 - al 04/04/2013
  • Vernissage: 04/03/2013 ore 19
  • Autori: Luca Trevisani
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

PRIVATE e’ un progetto di otto mostre site-specific che, nell’arco di un anno, affida ad altrettanti artisti lo spazio centrale dello Studio – una grande stanza senza finestre, con la libertà di allestirlo-occuparlo-abitarlo a piacere, con opere proprie o altrui, con oggetti disponibili in galleria o presi all’esterno, affinché diventi la rappresentazione tangibile di una personale idea di spazio, sia esso spazio vitale, mentale, o domestico

La stanza si presenta inizialmente come un foglio bianco, che l’arista riempie di opere, di cose, di segni relativi alla sua memoria, al suo vissuto, alla sua idea di come abitare e creare uno spazio inizialmente neutro. Ne risulta non solo l’esposizione di uno o piu’ lavori, ma la proiezione di un’idea di ambiente, intellettuale, artistico ma anche intimo e famigliare in cui esibire quel che si nasconde nelle stanze della propria immaginazione creatrice. Lo spettatore deve entrare in galleria, non cosi’ come si entra nello studio di un artista, ma nella stanza della sua mente, li’ dove egli immagina, pensa e prepara, il suo lavoro. O, ancora, come si entra in casa dell’artista, la sera e tra amici, dopo l’inaugurazione di una sua mostra. La mostra era una personale. Questo e’ il suo spazio privato.












PRIVATE is a project of eight site-specific exhibitions that, within a year, entrusts to as many artists the central space of the Studio - a large room without windows with the freedom to set up-occupy-inhabit it at their pleasure, with their own or others' works, with materials available in the gallery or found elsewhere, so that it becomes a tangible representation of a personal idea of space , whether living space, mental, or household. The room looks initially like a blank sheet of paper, that the artist fills with works of art, things and signs relating to his memory, to his experience, to his idea of how to live and create a space initially neutral. It is not only the display of one or more works of art, but the projection of an idea of the environment, intellectual or artistic, but also of an intimate and domestic atmosphere in which to show what is hidden in the rooms of his creative imagination. The viewer has to enter the gallery, not as he would enter in the studio of an artist, but as he would enter in the room of his mind, there where he imagines, thinks and prepares his work. Or, again, as he would enter in the house of the artist, in the evening, with friends, after the opening of an exhibition. The exhibition was his solo show. This is his private space.