Presepe nel Pozzo 2011

Orvieto - 23/12/2011 : 08/01/2012

XXIII Edizione. Le grotte, ricche di ritrovamenti etruschi, medievali e rinascimentali, ospitano un presepio meccanico e alcuni diorami sulla vita di San Giuseppe.

Informazioni

  • Luogo: POZZO DELLA CAVA
  • Indirizzo: Via della Cava, 28 - Orvieto - Umbria
  • Quando: dal 23/12/2011 - al 08/01/2012
  • Vernissage: 23/12/2011
  • Generi: documentaria
  • Orari: 9-20 tutti i giorni
  • Biglietti: intero 3 euro, ridotto bambini 2 euro

Comunicato stampa

Dal 23 dicembre 2011 all’8 gennaio 2012 si svolgerà la 23^ edizione del Presepe nel Pozzo, il presepio-evento sotterraneo del Pozzo della Cava.
Dopo l’edizione 2010-2011 completamente dedicata alla figura della Madonna del Magnificat, il tema scelto per l’allestimento 2011-2011 è «il mistero di Giuseppe», liberamente ispirato al romanzo «Per amore, solo per amore» di Pasquale Festa Campanile: la Natività sarà interpretata immaginandola prefigurata nel sogno mistico dopo il quale il santo falegname di Nazareth decise di non ripudiare la propria promessa sposa, sebbene incinta di un figlio non suo



Accanto alla Natività “normale”, sarà quindi possibile ammirare la misteriosa visione di Giuseppe, rivelata in punto di morte al suo fedele servitore, in cui si leggeranno le anticipazioni sul destino di quel figlio a metà. Sarà quel sogno misterioso a fargli accettare non solo il matrimonio con Maria, ma anche una vita di castità e rinunce in nome soltanto di una immensa scelta d’amore, al più grande possibile.
Pur nella singolarità della scelta stilistica, il presepio non rinuncerà né alla precisa ricostruzione storica di usi e costumi della Palestina dell’anno zero, né ad un allestimento popolato di personaggi meccanici a grandezza naturale, eseguiti da professionisti degli effetti speciali teatrali e cinematografici, elementi che hanno reso famoso l’evento natalizio.

Le grotte del Pozzo della Cava, ricche di ritrovamenti archeologi etruschi, medievali e rinascimentali, ospiteranno anche diversi diorami sulla vita di San Giuseppe, attraverso alcune scene significative da prima del matrimonio con Maria fino alla morte, in un percorso che condurrà alla mistica scena finale del sogno rivelato, nella grande grotta alta ben 14 metri.

Tra le particolarità di questa edizione, anche la collaborazione con Fabrizio Diomedi, artista iconografo del laboratorio Philokalia di Orvieto, che ha realizzato la stupenda immagine del manifesto e della grafica, rielaborando il “sogno di Giuseppe” affrescato nella chiesa di Santa Maria Foris Portas a Castelseprio.