Premio Valcellina

Maniago - 14/04/2012 : 14/05/2012

Dedicato al tema dell’intreccio e del dialogo tra le culture il ''Premio Valcellina'', Concorso internazionale d'Arte Tessile Contemporanea, organizzato e promosso dall'Associazione Le Arti Tessili di Maniago (PN), è giunto all'ottava edizione registrando anche quest’anno un’ampia adesione da parte di artisti di “fiber art” di tutto il mondo: 81 giovani creativi provenienti da 20 Paesi.

Informazioni

Comunicato stampa

Dedicato al tema dell’intreccio e del dialogo tra le culture il ''Premio Valcellina'', Concorso internazionale d'Arte Tessile Contemporanea, organizzato e promosso dall'Associazione Le Arti Tessili di Maniago (PN), è giunto all'ottava edizione registrando anche quest’anno un’ampia adesione da parte di artisti di “fiber art” di tutto il mondo: 81 giovani creativi provenienti da 20 Paesi


Le opere selezionate e vincitrici saranno in mostra dal 14 aprile a Maniago (Pn), presso il Museo dell’arte fabbrile e delle coltellerie, accompagnate dalla collaterale di Justin Randolph Thompson, new media artist afroamericano che proporrà in esposizione “Il Primo Libro Sull’Africa”, un’installazione artistico-musicale che investiga sul “rapporto a distanza” tra l’Africa e gli Stati Uniti e sull’incarnazione di questo rapporto attraverso la cultura afro-americana. Le sue opere, che saranno ospitate all’interno delle suggestive scuderie di Villa d’Attimis, sono realizzate con frammenti di trapunte americane e rappresentano una serie di alberi genealogici che aspirano ad un territorio ambiguo di tradizioni immaginate, dove gli status symbol urbani sono radicati in creazioni spirituali e ritualistiche.

Nel nome dell’intreccio e del dialogo tra le culture il Premio Valcellina darà ulteriore voce anche a “Calpesta la Guerra” campagna di sensibilizzazione dell’Associazione CooperAction per la promozione della Pace e dei Diritti Umani in Afghanistan, ospitandone la mostra di “tappeti di guerra”, che racconta le tristi vicissitudini afgane di quest’ultimo trentennio, e proponendo in proiezione il documentario di Edoardo e Danilo Marino “Inside Kabul”, un’altra testimonianza di vita in Afghanistan.

Dal 14 aprile e fino a fine maggio, inoltre, insieme alle esposizioni di arte tessile saranno proposti numerosi laboratori, organizzati con il patrocinio tra gli altri di Mittelmoda Lab, con docenti provenienti da Francia, Ghana, Burkina Faso, con l’obiettivo di esplorare tecniche tessili di vari Paesi. I workshop spazieranno dalla sartoria al knit (uncinetto e ferri), dal batik al tie and dye.

Saranno inoltre presenti le accademie partner con 3 diverse esposizioni, performance e video presso la sede dell'associazione Le Arti Tessili.


“PREMIO VALCELLINA” - IL CONCORSO

Il Premio Valcellina, aperto ai giovani di tutto il mondo nati dopo il 1976, oltre a essere uno straordinario trampolino di lancio internazionale, è una delle più importanti manifestazioni italiane dedicate alla fiber art, particolare forma di arte contemporanea dalle origini antichissime che si esprime mediante le diverse tecniche dell’intreccio, l’uso di fibre di vari materiali, l’utilizzo di effetti ottenuti con tecniche “patchwork”, con il “ready-made” e con quanto simbolicamente può essere riferito al “fare tessile”. Negli anni ha inoltre acquisito un posto di assoluto rilievo nel panorama artistico internazionale, oltre ad essere diventato veicolo di promozione per il territorio.
Il Premio Valcellina costituisce la punta di diamante delle iniziative dell’Associazione Le Arti Tessili, che lo organizza per promuovere la conoscenza e l’interesse per l’arte tessile contemporanea e incoraggiare i nuovi talenti. Attraverso il tema scelto, “Mixing Cultures – Intreccio e dialogo tra culture”, i giovani artisti sono stati invitati a realizzare un'opera che recuperasse o rielaborasse segni o tecniche tessili provenienti da culture e civiltà diverse.
La prima giuria, composta da nomi prestigiosi quali il critico d’arte Andrea Bruciati, l’artista tessile, ideatrice e curatrice di mostre di fiber-art Lydia Predominato, insieme a Gina Morandini, Fondatrice del Premio Valcellina e Presidente ad honorem dell’Associazione Le Arti Tessili, ha preso in considerazione tutte le opere pervenute, selezionandone tra queste 24 che parteciperanno a un’esposizione, che verrà inaugurata il 14 aprile 2012 a Maniago (PN).

Saranno presenti opere di grandi dimensioni come il muro tessile ''A narrow stripe of mind'' (840 x 168 cm) dell'artista indiano Santanu Das, le performance dell'artista inglese Kirstie Macleod con l'opera ''Barocco'', un grande abito work in progress dal taglio ottocentesco che l'artista ricama in presenza del pubblico. E ancora l'opera ''Sulle terre d’ombra'' dell'italiana Claudia Attili, un patchwork di territori aridi, contigui ma divisi come ritagli di stoffe cuciti insieme in una coperta. Molte delle opere in concorso sono accompagnate da video o proiezioni, come ''Memory'' dell'artista turco Yasin Bayrak, un’installazione di di 2 mq. Alcuni artisti veranno di persona ad installare le loro opere.

Proprio in occasione dell’inaugurazione della mostra verranno quindi decretati i vincitori di questa ottava edizione del premio, sostenuto da Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Crup, Comune di Maniago, Ecomuseo Lis Aganis, e che gode di numerosi patrocini tra cui: l’assessorato alla cultura della Provincia di Pordenone, il Comune di Montereale Valcellina, l'associazione Vicino Lontano di Udine, le Gallerie Costiere di Pirano (Slovenia) e l'ETN (European Textile Network).
L’attribuzione dei premi spetterà a una seconda giuria, composta da esperti del settore (insieme ad Andrea Bruciati e Lydia Predominato anche la direttrice del corso Digital Textile Design presso AFOl Moda, giornalista, saggista Renata Pompas, e ancora gli artisti Anna Galtarossa e Daniel Gonzalez).
Per l’opera vincitrice c’è in palio un primo premio di 1.500 euro, 1.000 euro andranno al secondo classificato e 500 euro al terzo. Il 4° classificato si aggiudicherà invece il Premio Calimala, offerto dal Gruppo Colle S.r.l. e consistente in 5 kg. di fibra tessile. Ai primi 3 classificati sarà inoltre messa a disposizione una borsa di studio per la frequenza di un seminario mensile all'Accademia Di Belle Arti di Bologna, all'Accademia d'Alta Moda e del Costume Koefia di Roma e di un corso annuale di “Digital textile design” all’Afol Milano-Moda.
La mostra sarà inaugurata il14 aprile 2012 e resterà aperta per un mese, nel corso di questo periodo molte sono le iniziative che l'Associazione propone, per tenersi aggiornati visionare il sito www.premiovalcellina.org, per informazioni scrivere a [email protected]

Gli artisti selezionati: YASIN BAYRAK-TURCHIA; KIRSTIE MACLEOD-UK; ALISIA CRUCIANI-ITALIA; CLAUDIA ATTILI-ITALIA; LIVIA UGOLINI-ITALIA; MILENA GABRIJELCIC-ITALIA; RUTA NAUJALYTE-LITUANIA;
DEEPA PANCHAMIA-UK; ALLISON LYNN-UK; MAKIKO KOBAYASHI-GIAPPONE; MIYUKI TATSUMI-GIAPPONE; LUCIA TRAVNIK-UNGHERIA/FRANCIA; MARLOES JONGEN-OLANDA; FEDERICA BURZI-ITALIA; ZANE KOKINA-LETTONIA; NORIKO TOMITA-GIAPPONE; SAYAKA MIYATA-GIAPPONE; REGINA DEGIORGIS JIMENEZ-SPAGNA; KRISZTINA VIGH-UNGHERIA; SANTANU DAS-INDIA; YON-CHI LIU, SIOU-HUA PENG, YONG-RU JHAN, JHE-GANG WU, YU-SYUAN WANG, YI-RU SHIH-TAIWAN; PEI-SHAN WU-TAIWAN; CHIA-SHAN LEE-TAIWAN; YA-CHU KANG, CHRISTIAN NICOLAY-TAIWAN/CANADA.