Premio Alinovi Daolio 2019

Bologna - 21/11/2019 : 21/11/2019

Presso l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna viene consegnato a Devis Venturelli (Faenza, 1974) il Premio Alinovi Daolio 2019, dedicato a Francesca Alinovi e a Roberto Daolio.

Informazioni

Comunicato stampa

PREMIO ALINOVI DAOLIO 2019

LECTURE E CERIMONIA DI PREMIAZIONE
21 NOVEMBRE 2019 – ORE 11

Devis Venturelli in conversazione con
Renato Barilli, Professore Emerito, Università di Bologna
Claudio Marra, Dipartimento delle Arti, Università di Bologna

AULA MAGNA, ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA
Via delle Belle Arti, 54
BOLOGNA

A Devis Venturelli il Premio Alinovi Daolio 2019


Presso l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna in data 21 novembre 2019 alle ore 11 viene consegnato a Devis Venturelli (Faenza, 1974) il Premio Alinovi Daolio 2019, dedicato a Francesca Alinovi e a Roberto Daolio.


Il Premio nato nel 1986 dedicato inizialmente a Francesca Alinovi, a partire dal 2013 ha avuto un cambiamento della sua intitolazione istitutiva a seguito della scomparsa di Roberto Daolio. La giuria composta da Renato Barilli, Claudio Marra, Loredana Parmesani e Jacopo Quadri, quest’anno vede subentrare ad Alessandro Mendini, nel frattempo scomparso, Fulvio Irace, autorevole docente e saggista di storia dell’architettura contemporanea.

Questa edizione del Premio dedicata a un membro della giuria di grande valore quale Alessandro Mendini, ha conferito il prestigioso riconoscimento a Devis Venturelli, noto per il suo talento multiforme espresso al confine tra video arte e sperimentazione tessile in un rapporto profondo con l’architettura. Esposto in istituzioni internazionali di alto profilo, il lavoro di Venturelli sorprende per attitudine poliedrica e innovazione dei linguaggi in continuità con l'interesse di ricerca e lo spirito avanguardista promossi da Francesca Alinovi e da Roberto Daolio.

Dopo ventisette edizioni intitolate a Francesca Alinovi e sette con la doppia intestazione ad Alinovi e Daolio, Devis Venturelli si inserisce nell’albo del Premio come il trentaquattresimo vincitore, accanto a nomi di grande prestigio come quelli di Luigi Ontani, Societas Raffaello Sanzio, Piero Gilardi, Studio Azzurro, Rezzamastrella, Maurizio Cattelan, Nanni Balestrini, Luigi Mainolfi, Nino Migliori per citare alcuni.

Durante la presentazione del 21 novembre 2019 presso l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, Venturelli illustrerà le tappe essenziali del suo percorso con interventi dei due membri bolognesi della giuria, Renato Barilli e Claudio Marra. Il momento clou consisterà nella consegna di un’opera-dono del premiato dell’anno scorso, al vincitore di quest’anno, col suo impegno a fare lo stesso in favore di chi sarà vincitore della prossima edizione. Dopo la presentazione bolognese, Devis Venturelli avrà la consueta proclamazione anche a Milano presso il Piccolo Teatro Grassi, nel quadro dei Premi Ubu, conferiti in onore di Franco Quadri.


Devis Venturelli (Faenza, 1974), artista e architetto, vive e lavora a Milano. Ha esposto il suo lavoro in mostre personali e collettive presso Centre George Pompidou, Parigi; Haus der Kulturen der Welt, Berlino; La Biennale di Venezia; Lincoln Center for the Performing Arts, New York; Anthology Film Archives, New York; PAC, Milano; Biennale di Xinjiang, Cina; MACRO, Roma; Kulturhuset Museum, Stoccolma; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; MMOMA, Mosca; Stadtgalerie, Kiel; Dipartimento delle Arti, Università di Bologna; Istituto Italiano di Cultura, Amsterdam; Kunsthalle, Vienna; Centre d'Art Santa Monica, Barcellona; Fondazione Merz, Torino; Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma.

Videoart Yearbook e Premio Alinovi Daolio a Bologna: due eventi nel...

L’annuario di videoarte italiana ha per padrino d’eccezione il Direttore del CAC di Ginevra Andrea Bellini, mentre il premio cambia formula. Tutte le novità dei 2 eventi bolognesi, di cui è mentore Renato Barilli