/pos•tàc•cio/ – Gianmaria Marcaccini

Roma - 17/06/2021 : 27/06/2021

Spazio Y inaugura /pos•tàc•cio/, format espositivo realizzato in collaborazione con OFF1C1NA, studio condiviso e spazio di ricerca artistica nel quartiere Quadraro.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 17 e il 18 giugno Spazio Y inaugura /pos•tàc•cio/, format espositivo realizzato in collaborazione con OFF1C1NA, studio condiviso e spazio di ricerca artistica nel quartiere Quadraro.

Il format fa parte del progetto OFF1C1NA EXTENDED e prevede l’utilizzo dello spazio esterno allo studio per realizzare installazioni site-specific, trasformandolo in una piattaforma generativa, dove stratificare tracce e segni di un fare temporaneo



/pos•tàc•cio/, a cura di Spazio Y, muove dall’idea di trascendere la neutralità del white cube, sperimentando le possibili intersezioni tra l’intervento artistico e il rumore visivo proprio dello spazio, testando idee e progetti in fase di lavorazione, accogliendo l’interferenza, trasformando e risignificando, con un’azione progressiva di accumulo, aggiunta e spostamento, la configurazione formale e semantica del luogo.

Il primo artista invitato è Gianmaria Marcaccini, la cui ricerca, vicina a un’attitudine postmediale, spazia con disinvoltura dall’installazione, alla pittura, ai new media.
Il suo lavoro, indirizzato ad un’analisi critica delle forme del reale e ad un dialogo serrato tra spazio e costruzione dell’opera, indaga le strutture, apparenti e contenutistiche, degli oggetti del quotidiano, scardinandone la logica di funzionamento e mettendo in discussione il concetto di stabilità e certezza.
Per /pos•tàc•cio/, l’artista costruisce una sorta di percorso iniziatico dai toni onirici, invitandoci a compiere un rituale collettivo di attraversamento.
Muovendo da un’analisi spaziale del luogo, Marcaccini presenta un’installazione site-specific che combina elementi “freddi”, prelevati dall’ambito tecnologico e della produzione industriale, con frammenti “caldi”, dal sapore arcaico e rituale, creando così un cortocircuito visuale e interpretativo.

*L’accesso alla mostra, visitabile dal 17 al 27 giugno, sarà contingentato in osservanza delle misure adottate dal Governo Italiano in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, si consiglia pertanto la prenotazione scrivendo a: [email protected]

Gianmaria Marcaccini
Artista, designer e co-fondatore di Post Ex (artist run space a Roma) si è formato al D.A.M.S. e all’A.B.A. di Bologna, all’A.B.A. di Brera a Milano, al Barnett College a Londra, alla Fondazione A. Ratti per l’Arte Contemporanea a Como e allo IED di Roma.
È stato alunno di Alberto Garutti e Joseph Kosuth ed ha studiato arte contemporanea con critici, storici dell’arte, curatori e semiologi quali Renato Barilli, Giacinto Di Pietrantonio, Angela Vettese e Omar Calabrese.
Ha partecipato a progetti curati o supervisionati, fra gli altri, da:
The Independent del MAXXI a Roma; Francesco Tedeschi per Intesa Sanpaolo a Milano; Floriano De Santi alla Mole Vanvitelliana di Ancona; Guido Molinari per il Trevi Flash Art Museum; Laura Cherubini per Fuori Uso a Pescara; Giacinto Di Pietrantonio e Alberto Garutti per Viafarini a Milano. I suoi lavori sono oggi parte di collezioni italiane e straniere.
www.gianmaria-marcaccini.com - www.instagram.com/gianmaria_marcaccini

Spazio Y
Spazio Y è una realtà indipendente fondata nel 2014 con lo scopo di sviluppare mostre e ricerche in ambito contemporaneo, favorendo la sperimentazione e sostenendo lo scambio tra artisti, curatori e pubblico.
Collettivo organizzativo /pos•tàc•cio/: Paolo Assenza, Ilaria Goglia, Germano Serafini.

www.spazioy.com www.instagram.com/spazio.y

OFF1C1NA EXTENDED
Collettivo organizzativo: Paolo Assenza, Raniero Berardinelli, Fabrizio Cicero, Toni Franz, Ilaria Goglia, Katia Pugach.





OFF1C1NA, studio condiviso e spazio di ricerca artistica nel quartiere Quadraro vecchio, lancia il nuovo format OFF1C1NA EXTENDED
iniziativa a cura da Spazio Y, che intende avviare una collaborazione con artisti esterni, accogliendo di volta in volta un ospite diverso.

Primo progetto ad essere lanciato è /pos·tàc·cio/, con il quale, mediante installazioni site-specific, lo spazio esterno dello studio diventa una piattaforma generativa, un laboratorio a cielo aperto dove stratificare tracce e segni di un fare temporaneo.

Lo spazio dell’azione, interstizio anonimo, definito ironicamente “Postaccio”, è stato utilizzato per anni come deposito di oggetti in disuso, lasciati dai vari artisti gravitati nello studio, divenendo non soltanto un agglomerato incontrollato di elementi disparati, ma anche memoria irregolare del luogo.

/pos·tàc·cio/, muove dall’idea di aggirare la neutralità del white cube, sperimentando le possibili intersezioni tra intervento artistico e il rumore visivo proprio di questo spazio, testando idee e progetti in fase di lavorazione, accogliendo l’interferenza, trasformando e risignificando, con un’azione progressiva di accumulo, aggiunta e spostamento, la configurazione formale e semantica del luogo.

Regole del gioco:

- La costruzione degli interventi site-specific segue la logica di una processualità spontanea finalizzata alla creazione di uno spazio mobile ed eflmero che, per ciascun artista, verrà messa in atto nell’arco breve di soli cinque giorni.

- Attraverso un processo di selezione, scarto e modifica i materiali e gli oggetti presenti in /pos·tàc·cio/, potranno essere utilizzati dagli artisti per la costruzione della propria installazione, che resterà visibile al pubblico durante i 10 giorni successivi alla fine dell’intervento.

- Come in una reazione a catena dagli esiti imprevedibili, le “tracce” lasciate dall’artista nella costruzione della propria installazione potranno essere utilizzate dall’artista successivo per la realizzazione del proprio progetto, creando un continuum irregolare che si modifica in maniera spontanea nel corso del tempo.

Spazio Y
Spazio Y è una realtà indipendente fondata nel 2014 con lo scopo di sviluppare mostre e ricerche in ambito contemporaneo, favorendo la sperimentazione e sostenendo lo scambio tra artisti, curatori e pubblico.
Collettivo organizzativo /pos•tàc•cio/: Paolo Assenza, Ilaria Goglia, Germano Serafini. www.spazioy.com - www.instagram.com/spazio.y
OFF1C1NA EXTENDED
Collettivo organizzativo: Paolo Assenza, Raniero Berardinelli, Fabrizio Cicero, Toni Franz, Ilaria Goglia, Katia Pugach.