Play the Game

Besozzo - 18/01/2014 : 02/02/2014

Dalla Biennale di Venezia per un evento dinamico sulle potenzialità culturali, formative, artistiche e lavorative delle game art e dei videogiochi.

Informazioni

Comunicato stampa

Saranno dei bambini ad aprire la prima mostra del 2014 nella Sala del Comune di Besozzo, una inaugurazione con artisti nazionali e locali per un tema molto importante oggi: arte e videogiochi.
perché?
I videogiochi oggi rappresentano un grande mezzo di comunicazione, cultura e aggregazione. Utilizzati da almeno 170 milioni di persone al mondo rappresentano la nuova frontiera delle arti del XXI secolo e dell’intrattenimento interattivo. Capirli, utilizzarli al meglio, scoprirne le potenzialità, valorizzarne i contenuti estetici e sociali, è ciò che ci siamo prefissati di fare iniziando le nostre ricerche nel 2008


L’industria videoludica oggi è in costante espansione e in Italia si sono aperti vari canali di formazione per giovani che presto potrebbero lavorare in questi ambiti creativi e tecnologici.
Con le mostre, i workshop, le conferenze e gli eventi, intendiamo portare a conoscenza di tutti la rete virtuosa che abbiamo contribuito a creare e promuovere in questi anni. “Quello che ci proponiamo di fare da 5 anni -spiegano i curatori Ferrari e Traini- è dare una fisicità ai lavori digitali dei concept artist per valorizzarli e permettere anche al pubblico di non giocatori di godere quest’arte. Inoltre stimoliamo la società a comprendere la forza comunicativa e lavorativa dell’industria video ludica dove molti giovani possono trovare sbocchi di studio e professionali”.
Continua inoltre la sinergia tra Neoludica e GameSearch.it: i ragazzi di GameSearch faranno un cameo mettendo in mostra alcune delle più importanti console che hanno fatto la storia dei videogame. “Un’ulteriore occasione per unire storia, arte e divertimento” spiega Emanuele Cabrini, fondatore di GameSearch.it.
“Siamo felici di essere partner di questo interessante evento che tratta in maniera così dinamica il mondo dei videogames. Per noi è un’ottima occasione per promuovere l’Outlet Videogame GamePeople nella provincia di Varese”, dice Marco Selmini Presidente DBLine, da vent’anni Biandronno, che ha sostenuto l’iniziativa.
Oltre al Patrocinio del Comune di Besozzo anche quello di AESVI Associazione di publishers e sviluppatori nazionali e di AGE l’Associazione Genitori per il distretto locale presieduto da Claudio De Marco, una significativa presenza per dire che si cammina insieme verso la consapevolezza degli strumenti che il mondo di oggi ci offre.

Per chi?
La mostra piace e interessa un pubblico di tutte le età, dai bambini piccoli agli adulti e anziani. Tocca reminiscenze ed emozioni, evoca ispirazioni culturali e d’arte, ripercorre le tappe della tecnologia degli ultimi 50 anni.
L’incontro è adatto a un pubblico di studenti, giovani, docenti, insegnanti, dirigenti pubblici, professionisti privati, famiglie. Il percorso esplicativo sarà modulato in base all’utenza per meglio cogliere gli aspetti che possono interessare il settore di competenza.
i temi dell’incontro del 25.1.14, ore 17 Sala Letture
- L'arte è in gioco, la game art nel serbatoio visivo delle arti contemporanee e il linguaggio universale
- le possibilità di formazione in Italia in campo videoludico e relative possibilità lavorative
- il PEGI e la fruizione dei videogiochi in famiglia
- possibilità didattiche nelle scuole col medium videoludico e progetti sperimentati
- editoria sul tema, in campo artistico, semiotico, letterario, filosofico, storico

artisti:
Samuele Arcangioli l Matteo Catalano l Luca Baggio l i DELETE l Emanuele La Loggia | Paolo Della Corte l Matteo De Petri l Enrica Fastuca l Giacomo Giannella l Daniela Masera l Riccardo Massironi l Marco Mendeni l Rosy Nardone l Gabriella Parisi l Grazia Ribaudo l Luca Roncella l Filippo Scaboro l Cristian Scampini l Federico Vavalà l Mattia Zarini

EVENTI IMPORTANTI E RECENTI


The Art of Games, nuove frontiere fra gioco e bellezza
Aosta 2009, Centro Culturale ed espositivo Saint-Bénin
54. Mostra Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia
NEOLUDICA. ART IS A GAME 2011-1966
Padiglione in Venezia, Sala dei Laneri, e padiglione a Mestre, Centro Culturale Candiani
ASSASSIN’S CREED ART (R )EVOLUTION, Museo Temporaneo
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci e Wow Spazio Fumetto, Milano, 2012
Games Week, Game Art Camp 2012
MOMA14TRIBUTE una mostra con GameSearch in omaggio alle 14 opere videoludiche acquisite dal MoMA di New York 2012-13
PONG&OTHERS_game art crossing omaggio a Nolan Bushnell fondatore di Atari, Games Week Milano 2013

LE NOSTRE MILESTONES
Il progetto Game Art Gallery, nato nel 2008, oltre a essere stato invitato agli eventi principali di settore (Games Forum, IVDC, giurie internazionali) ha realizzato grandi mostre e ha portato arte e videogames alla 54.Biennale d'Arte di Venezia nel 2011.
G:A:G prosegue anche coi progetti espositivi, presso musei importanti, fiere di settore, contaminando spazi e dialogando con gallerie, università, accademie, publishers e indiegames.