Piranesi ritrovato

Cagliari - 13/12/2012 : 13/01/2013

Una scoperta, un grande nome, una città contemporanea. Un percorso di riflessione sui testi e contesti urbani del passato, del presente e del futuro nato dalla riscoperta delle opere di uno dei più visionari degli artisti, Giovanni Battista Piranesi, con oltre mille stampe, da sempre conservate nella Biblioteca del Dipartimento di Architettura dell’Università di Cagliari, ritornate alla luce dopo quasi cento anni.

Informazioni

  • Luogo: IL GHETTO
  • Indirizzo: Via Santa Croce 18 - Cagliari - Sardegna
  • Quando: dal 13/12/2012 - al 13/01/2013
  • Vernissage: 13/12/2012 ore 17 e alle 18 al Palazzo di Città
  • Generi: disegno e grafica

Comunicato stampa

Una scoperta, un grande nome, una città contemporanea. Un percorso di riflessione sui testi e contesti urbani del passato, del presente e del futuro nato dalla riscoperta delle opere di uno dei più visionari degli artisti, Giovanni Battista Piranesi, con oltre mille stampe, da sempre conservate nella Biblioteca del Dipartimento di Architettura dell’Università di Cagliari, ritornate alla luce dopo quasi cento anni


Un consistente fondo di incisioni di cui si era persa memoria che ha generato tre mostre legate tra loro a doppio nodo al Museo di Belle Arti di Bilbao, al centro culturale il Ghetto e al Palazzo di Città di Cagliari. Un progetto avvolgente che mescola i grandi territori dell’arte che oggi appaiono sempre più imponderabili e viaggia nel segno di Giovan Battista Piranesi e della memoria visionaria. "Piranesi ritrovato. Segni del paesaggio urbano" è il titolo della mostra curata da Anna Maria Montaldo e Gabriella Locci sarà di scena al Palazzo di Città. L'esposizione è il risultato dei lavori di un gruppo selezionato di artisti chiamati, durante un workshop curato da Casa Falconieri, a guardare la città cercando una nuova visione ispirata a Giovanni Battista Piranesi. Gli artisti sono Andrea Casciu, Veronica Gambula, Vincenzo Grosso, Andrea Hilger, Caterina Lai, Ignacio Llamas, Gabriella Locci, Paolo Ollano, Roberto Puzzu, Giovanna Secchi, Alberto Spada, Andrea Spiga, e la città di Cagliari. L'altro progetto espositivo “Piranesi ritrovato. L’ideologia del bene comune per la città”, curato da Maria Grazia Scano, che verrà allestito al Ghetto, offre ai visitatori la possibilità di conoscere e apprezzare una parte dell’opera incisa del grande artista.

Le mostre “Piranesi ritrovato. L’ideologia del bene comune per la città” e "Piranesi ritrovato. Segni del paesaggio urbano", che saranno inaugurate giovedì 13 dicembre rispettivamente alle 17 al Ghetto e alle 18 al Palazzo di Città, verranno presentate in anteprima alla stampa mercoledì 12 dicembre alle 11 al Palazzo di Città da Enrica Puggioni, assessore comunale alla Cultura, Anna Maria Montaldo, Musei Civici di Cagliari, Maria Grazia Scano e Paolo Sanjust, Università di Cagliari.