Pietro Marchese – Bestiario Contemporaneo

Milano - 04/03/2014 : 21/03/2014

Il progetto, a cura di Ornella Fazzina, presenterà una serie di lavori scultorei e installativi selezionati per rappresentare la sua ricerca e la sua visione di una mitologia contemporanea.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO D'ARS
  • Indirizzo: Via Sant'agnese 12/8 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 04/03/2014 - al 21/03/2014
  • Vernissage: 04/03/2014 ore 17
  • Autori: Pietro Marchese
  • Curatori: Ornella Fazzina
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da Lunedì a Sabato, dalle 16.00 alle 19.00 oppure su appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Martedì 4 marzo alle ore 17.00, presso lo Studio d’Ars, inaugurerà la mostra, Bestiario Contemporaneo personale dell'artista Pietro Marchese. Il progetto, a cura di Ornella Fazzina, presenterà una serie di lavori scultorei e installativi selezionati per rappresentare la sua ricerca e la sua visione di una mitologia contemporanea.

L'artista recupera, infatti, dei codici artistici e spirituali dalle epoche antiche, dalle prime civiltà alla cultura classica, lavorando su delle ibridazioni tra uomo e animale. A tal proposito l’artista Pietro Marchese traccia un bestiario contemporaneo che, attinge dal passato per proiettarsi nell’avventura del presente

Nel testo critico, Ornella Fazzina scrive a proposito della mostra: “Rimandi, opposizioni binarie, inganni e verità, tutto sembra concorrere ad una riflessione su illusione e realtà. L’artista nel mettere in luce paradossi ed incertezze del nostro tempo, ci conduce verso forme dal sapore surrealista e metafisico, ritraendo tuttavia forme riconoscibili, quindi vere. Una realtà, seppur “altra”, relegata forse alla dimensione inconscia dentro la quale si risvegliano incubi e paure profonde. Arcani ed enigmi si rincorrono nel voler trovare delle possibili soluzioni per stare al mondo, un mondo svilito e privato dei suoi valori sacrali e magici, e per questo più difficile da accettare”.

La mostra resterà visitabile fino al 21 Marzo 2014.



NOTE BIOGRAFICHE

Pietro Marchese è nato a Siracusa il 5 ottobre 1977. Si diploma nel 1996 presso l’Istituto Statale d’Arte A.Gagini di Siracusa e nel 2001 acquisisce il Diploma di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara (MS). Dal 2003 collabora con progetti artistici e didattici con il laboratorio di Teatro di Figura del dipartimento di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Brera. Nel 2007 consegue l’abilitazione per l’insegnamento in Discipline Plastiche a Milano presso Brera. Dal 2008 al 2011 insegna a contratto come assistente tecnico di laboratorio presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 1997 partecipa a diverse esposizioni collettive in varie città d’Italia e all’estero. Nel 2000 il comune di Capo d’Orlando (Messina) acquisisce un suo lavoro in marmo di Carrara che attualmente si trova collocato nel borgo di S. Gregorio. Nel 2008 realizza un’opera pubblica in bronzo per la città di Siracusa dedicata a Rossana Maiorca e collocata presso i fondali dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. Nel 2009 realizza un grande bassorilievo per l’opera monumentale “La Porta della Bellezza” commissionato dalla Fondazione Fiumara d’Arte di Antonio Presti per la città di Catania. Nello stesso anno viene selezionato per un concorso internazionale di scultura a Milano, “Scultura nella città” in previsione per l’Expo 2015 presso il museo della Permanente. Nel 2011 gli viene conferito il Premio Rossana Maiorca per la “Cultura del Mare”. Nel 2012 viene selezionato tra i vincitori della prima edizione del concorso internazionale “Premio Ora” e gli viene conferita una menzione speciale dalla giuria del Premio Lidia Conca a Novate Milanese. Nel 2013 realizza una mostra personale presso la Fondazione Torre Colombera a Gorla Maggiore (Varese) e vince il concorso pubblico per la realizzazione di un opera monumentale dedicata ad Archimede da collocare nel centro storico Ortigia della città di Siracusa. Attualmente insegna al Liceo Artistico Giordano Bruno di Albenga, vive e lavora a Finale Ligure.