Pietro Fortuna – Novitas

Matera - 21/09/2019 : 21/11/2019

Al Parco della Murgia arriva un'importante scultura di Pietro Fortuna.

Informazioni

Comunicato stampa



Nell'anno di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 il Parco della Murgia Materana accoglie sabato 21 settembre 2019 alle ore 11:00, presso il “Belvedere Piccolo” l’opera scultorea di Pietro Fortuna.

L'OPERA
Là dove alla bellezza della natura si accompagnano le tracce di culture paleolitiche e neolitiche, che costituiscono il fascino e l’attrazione del Parco, Pietro Fortuna innesta la sua opera concepita specificamente per questo singolare sito. Nuova è, appunto, l’opera dell’Artista che testimonia del suo e nostro presente, ma che fa altrettanto riferimento a temi originari e fondativi della cultura che ci accomuna

Non a caso Fortuna conserva nel titolo la forma latina di Novitas, cioè il nuovo inteso nell'apertura della vita. In quanto l’essenza della vita trova la sua sua piena determinazione nel processo creativo di auto-riproduzione e di continuo accrescimento.

L’opera è costituita da cinque elementi in ferro distinti, strutturati ad arco grazie alla piegatura delle lastre che li compongono. Ciascuno di essi fa da supporto ad altrettanti oggetti creati dall'artista che utilizzano come elemento germinativo la piega. Un movimento analogo agli infiniti ripiegamenti dello sguardo panoramico che coglie il paesaggio che ospita l’installazione, ma anche alla curva della memoria che ci fa rivivere il ricordo del famoso film di Pasolini dedicato al Vangelo di Matteo e girato in questi stessi luoghi; un riferimento alla morte di Cristo come atto fondante della memoria storica e, allo stesso tempo, come evento immemoriale dello spirito.

L’opera, però, è in se stessa pensata come un testo aperto mai riducibile a un’interpretazione simbolica, metaforica o letteraria così da non offrire all'osservatore una risposta, un significato, univoci. Piuttosto lo impegna a risalire dal senso, cioè dalla ragione che lo spinge a cercare delle corrispondenze, dei fatti, per mettersi nello stesso solco del fare che è in ogni istante pensiero. Il fare e il pensiero nell'opera di Fortuna coincidono.

L'ARTISTA E IL CATALOGO
Pietro Fortuna è un esponente di punta delle tendenze artistiche sorte a partire dalla metà degli anni Ottanta, un’epoca in cui, in Italia e fuori, si faceva urgente la necessità di un’arte legata alla riflessione profonda e non solo all'emotività creativa.

La presentazione di Novitas è frutto della collaborazione fra l’Ente Parco della Murgia Materana, la galleria Alessandro Albanese di Milano e l’azienda M.Z. Costruzioni.
Su questa iniziativa è in preparazione un volume a stampa curato da Giorgio Verzotti e realizzato col supporto di EMMEGI Group da sempre vicina alle istanze dell’arte contemporanea.

---

Nota Biografica: Pietro Fortuna, nato nel 1950 a Padova ma presto trasferitosi a Roma e ora a Bruxelles, è uno dei più significativi artisti Italiani della seconda metà degli anni Ottanta. Le sue opere sono state esposte presso musei quali: Museo Nacional de Bellas Artes, Santiago del Cile, Museo di Arte Contemporanea, Caracas, Palais de Glace, Buenos Aires, Palazzo delle Esposizioni, Roma, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Palazzo della Permanente di Milano, Galleria d’Arte Moderna di Roma, il MACRO di Roma, il MARCA di Catanzaro e lo stesso MUSMA di Matera. Attualmente sta preparando una retrospettiva in Belgio al Museo d’arte contemporanea “BPS 22 di Charleroi Bruxelles

Alla ricerca del nuovo. Pietro Fortuna a Matera

Autore dell’intervento nella cornice del Parco della Murgia Materana, Pietro Fortuna racconta il suo approccio al “nuovo”. Ed è protagonista, insieme a Giorgio Verzotti, dell’incontro in calendario oggi, sabato 23 novembre, al chiostro di San Francesco a Irsina.