Pietro Bertolini – Shoes for ever

Vigevano - 01/03/2014 : 04/05/2014

Il Museo della Calzatura Pietro Bertolini, ospita nella Seconda Scuderia del Castello di Vigevano la mostra itinerante di Thomas Heller, nato nel 1961 a Pirmasens, capitale tedesca della produzione calzaturiera.

Informazioni

Comunicato stampa

Il Museo della Calzatura Pietro Bertolini, ospita nella Seconda Scuderia del Castello di Vigevano la mostra itinerante di Thomas Heller, nato nel 1961 a Pirmasens, capitale tedesca della produzione calzaturiera. Attualmente vive e lavora a Milano. La scarpa, sua passione da sempre, è il soggetto ricorrente delle sue opere: tele di grandi dimensioni che veicolano linguaggi fortemente simbolici. È stata la Spagna, dove ha trascorso la prima parte della sua vita, il luogo dove Heller ha scoperto l’amore per l’arte iniziando a esprimersi attraverso la pittura e la scultura

Ai primi disegni d’impronta surrealistica, hanno fatto seguito nudi e ritratti. Dalla figurazione, è quindi passato all’astrattismo (“Il Quadro Blu”) per poi approdare a un mix di forme astratte, simboli e colori che coinvolgono elementi concreti (“Occhio in Occhio, Mano in Mano”).

Ha frequentato varie accademie artistiche e stage di formazione: Circulo de Bellas Artes ed Escuela G. Aparicio (Madrid), Städelschule (Francoforte), Freie Kunstschule (Berlino), Scuola di Schultere (Svizzera), Scuola d’Incisione di Gigi Pedroli (Milano) e, più volte, la Sommerakademie di Salisburgo fondata da Oskar Kokoschka e frequentata da artisti contemporanei quali G. Eisler, E.Wagner, Zhou Brothers e Mohamed Abla.

Alcune fra le sue mostre personali si sono svolte presso Objektform (Wiesbaden), Galeria Reiser (Bad Bergzabern), Kulisse (Pirmasens), Allianz (Berlino), Notariato Giehl (Erlangen), Hotel Enterprise (Milano), Caffè Tommaseo (Trieste), Galleria Co61 (Taranto). Insieme ad altri artisti, ha esposto al Castello di Certaldo Alto, in Toscana, e allo Studio D’Ars di Milano. Nel 2005 si è aggiudicato il Premio Montblanc di disegno; nel 2006 ha ideato e dipinto una scultura pubblicitaria per la fabbrica di scarpe più antica della Germania (Toro di Peter Kaiser), nonché l’etichetta per il Barolo dell’azienda vinicola piemontese Livia Fontana. Altre tappe artistiche: “Shoes For Ever” al Deutsches Schuhmuseum di Hauenstein (2012) e “Flowers & Frogs” Ponti x l’Arte c/o Studio delli Ponti di Milano (2014).