Piero Simondo – Lo sperimentatore immaginista

Torino - 25/09/2014 : 31/10/2014

La mostra, arricchita da una presentazione di Francesco Poli, riunisce opere che, a partire dai primi anni Cinquanta, documenta la cinquantennale attività di un artista che non si è mai risparmiato nel coinvolgere altri artisti, e farsi coinvolgere a sua volta, in alcune delle più significative esperienze dell’avanguardia artistica, fra quelle maturate nel corso della seconda metà del Novecento.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA D'ARTE ROCCATRE
  • Indirizzo: Via Della Rocca 3b - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 25/09/2014 - al 31/10/2014
  • Vernissage: 25/09/2014 ore 18,30
  • Autori: Piero Simondo
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Orario di apertura della galleria nei giorni a seguire: 10.30 - 12.30 / 15.30 - 19.30 Domenica e lunedì chius
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: paolavarallo@gmail.com

Comunicato stampa


Inaugura giovedì 25 settembre, alla Galleria RoccaTre una esposizione di opere di Piero Simondo, alla presenza di questo veterano delle arti visive.

La mostra, arricchita da una presentazione di Francesco Poli, riunisce opere che, a partire dai primi anni Cinquanta, documenta la cinquantennale attività di un artista che non si è mai risparmiato nel coinvolgere altri artisti, e farsi coinvolgere a sua volta, in alcune delle più significative esperienze dell’avanguardia artistica, fra quelle maturate nel corso della seconda metà del Novecento


Dal primitivismo di matrice espressionista alla produzione di ceramiche e monotipi, di cui sono esposti alcuni esempi (Sul blu, 1955; Serpente, 1955; Geroglifo, 1957; Tipo, 1957; Scatola forata multicolore, 1960); da alcuni dipinti di grande formato (Parvenze, 1962-67, Awa / Filtro blu filtro arancio, 1995; Grande ipofiltraggio, 1994) a compositi dipinti bifacciali, assemblati come dispositivi pittorici in grado di animarsi e articolarsi nello spazio (Figure, 1962; Bianco e nero, 1968), l’esposizione documenta momenti diversi della sua attività, rendendo così omaggio a un artista, che così generosamente si è dedicato alla sperimentazione. Senza trascurare il suo impegno instancabile nell’esplorazione continua di nuovi modelli della figurazione pittorica, che lo ha reso protagonista anche nella conduzione di innovative esperienze di ricerca, all’interno dell’attività didattica condotta
per lunghi anni presso la facoltà di Pedagogia dell’università torinese.


CENNI BIOGRAFICI
Piero Simondo nasce a Cosio d'Arroscia (Imperia) nel 1928.
Già allievo di Felice Casorati e di Filippo Scroppo all'Accademia Albertina di Torino, dopo aver intrapreso studi di chimica si laurea in Filosofia nell'ateneo torinese.

Nel 1952 incontra ad Alba Pinot Gallizio, presso il quale soggiorna e che introduce alla pittura.
Nel settembre del 1955 fonda ad Alba con Asger Jorn e Pinot Gallizio il Laboratorio di esperienze immaginiste del Mouvement Internationale pour une Bauhaus Imaginiste (M.I.B.I.) e pubblica il Bollettino del movimento, "Eristica".
Nell'estate del 1956 Simondo organizza, sempre ad Alba, con Jorn, Gallizio ed Elena Verrone (che sposerà l’anno seguente), il Primo Congresso mondiale degli Artisti liberi sul tema "Le arti libere e le attività industriali".
Nell'estate del 1957 nella sua casa di Cosio d'Arroscia viene fondata l'Internazionale Situazionista, da cui fuoriesce nel gennaio successivo insieme a Elena Verrone e Walter Olmo, in polemica con Guy Debord.
Nel 1962 fonda a Torino, con un gruppo di operai e intellettuali, il CIRA (Centro Internazionale per un Istituto di Ricerche Artistiche, 1962-1967) con il proposito di recuperare l'esperienza del Laboratorio di Alba. Con il CIRA progetta – fra l’altro – installazioni sui temi dell’alienazione e della natura dei media.
Nel 1972 entra all'Università di Torino per occuparsi dei laboratori di "attività sperimentali" presso l'Istituto di Pedagogia di Francesco De Bartolomeis, dove fino al 1996 insegnerà Metodologia e didattica degli audiovisivi.

PRECEDENTI ESPOSIZIONI PERSONALI (DAL 2004)

2004 – Galleria Giampiero Biasutti, Torino
2004 – Studio B2, Genova
2005 – Galleria Peccolo, Livorno
2008 – Chiesa di San Domenico, Alba
2011 – Oratorio dei Disciplinanti, Finalborgo
2012 – ArtGallery La Luna Borgo San Dalmazzo
2012 – Fondazione Peano, Cuneo
2013 – Spaziobianco, Torino
2013 – Palazzo Ducale, Genova
2014 – Centro Balestrini, Albissola Marina