Philippe Parreno’s Playlist

Milano - 27/01/2016 : 27/01/2016

Pirelli HangarBicocca inaugura il nuovo anno del Public Program con Philippe Parreno’s Playlist, un eccezionale evento musicale all’interno della mostra di Philippe Parreno “Hypothesis” a cura di Andrea Lissoni.

Informazioni

  • Luogo: HANGAR BICOCCA
  • Indirizzo: Via Chiese 2 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 27/01/2016 - al 27/01/2016
  • Vernissage: 27/01/2016 ore 21
  • Autori: Philippe Parreno
  • Generi: concerto
  • Biglietti: Libero fino a esaurimento posti – Entrata dalle ore 20.30

Comunicato stampa

Installation view: Philippe Parreno, H{N)Y P N(Y}OSIS, Park Avenue Armory, 2015.
Photo Andrea Rossetti. Courtesy the artist and Park Avenue Armory.



Pirelli HangarBicocca inaugura il nuovo anno del Public Program con Philippe Parreno’s Playlist, un eccezionale evento musicale all’interno della mostra di Philippe Parreno “Hypothesis” a cura di Andrea Lissoni: il 27 gennaio alle ore 21.00 Mikhail Rudy, pianista di fama internazionale, suonerà un piano a lunga coda posto all’interno dello spazio della mostra, attivando l’intero insieme delle Marquees di Parreno al ritmo di una selezione di brani musicali scelti con Parreno stesso



In questa occasione, per la durata di una sola serata, sarà possibile assistere a un momento di coesistenza unica tra musica dal vivo e mostra: Philippe Parreno’s Playlist è infatti al tempo stesso un concerto per pianoforte e un inedito esperimento di attivazione della mostra “Hypothesis”, frutto di una collaborazione strettissima tra Rudy e Parreno che è il culmine di un dialogo che dura ormai da alcuni anni.

Il programma del concerto - durante il quale il pubblico sarà libero di muoversi all’interno dello spazio – dura 80 minuti ed è costituito da una scelta di brani tratti in parte dai grandi compositori russi del Novecento di cui Mikhail Rudy è uno dei massimi interpreti, in parte dal repertorio dei maggiori sperimentatori della musica contemporanea tra cui John Cage, Morton Feldman, György Ligeti: un repertorio che è possibile ritrovare tra i numerosi riferimenti musicali nelle mostre dell’artista e nella stessa “Hypothesis”. La musica, infatti, è uno dei linguaggi centrali dell’opera di Philippe Parreno e un elemento fondamentale attorno a cui si sviluppano i diversi momenti della mostra di Pirelli HangarBicocca.

La serata inizia con alcune delle ultime composizioni di Alexander Scriabin tra cui Guirlandes e Flamme sombres op. 73, 5 Preludes op. 74, Vers la flamme op. 72, prosegue con In a Landscape di John Cage, e con brani di György Ligeti, Arvo Pärt ,György Kurtág; con la “Danza degli spiriti beati” dall’Orfeo ed Euridice di Christoph Willibald Gluck, con la morte di Isotta dal Tristano e Isotta di Richard Wagner e con estratti dalla Petrouchka di Igor Stravinskij e con Vision de l’Amen di Olivier Messiaen.
Il concerto si conclude infine su uno dei due pianoforti Disklavier che fanno parte dell’allestimento della mostra, sul quale Rudy suonerà dal vivo il film di Philippe Parreno Marilyn accompagnandolo con Palais de Mari di Morton Feldman.