Philip Glass – An Evening of Chamber Music

Venezia - 12/12/2012 : 12/12/2012

Una serata monografica di musiche cameristiche del compositore americano, interpreti d'eccezione lo stesso Philip Glass al pianoforte e Tim Fain al violino.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO LA FENICE
  • Indirizzo: Campo San Fantin 1965 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 12/12/2012 - al 12/12/2012
  • Vernissage: 12/12/2012 ore 18.00 cocktail con il compositore Inizio concerto ore 20.00
  • Autori: Philip Glass
  • Generi: performance – happening, serata – evento, musica
  • Sito web: http://www.aslcverona.it

Comunicato stampa

Mercoledì 12 dicembre 2012 alle ore 20.00 il Teatro La Fenice ospiterà l'unica data italiana di Philip Glass. An Evening of Chamber Music, una serata monografica di musiche cameristiche del compositore americano, interpreti d'eccezione lo stesso Philip Glass al pianoforte e Tim Fain al violino.
Considerato un'icona della musica contemporanea e uno dei massimi esponenti del movimento minimalista, Philip Glass è autore di sinfonie, opere, balletti e colonne sonore per il cinema, che hanno influenzato non solo il genere classico ma anche il rock e il pop

Fra i titoli più significativi l'opera Einstein on the Beach, ideata con Robert Wilson nel 1976, e le colonne sonore dei film Kundun di Scorsese, The Truman Show di Weir e The Hours di Daldry. Insignito il 12 settembre del Praemium Imperiale 2012, il massimo riconoscimento giapponese in ambito artistico, che gli sarà consegnato il 23 ottobre a Tokyo dal fratello dell'imperatore Akihito, Glass festeggia quest'anno il suo settantacinquesimo compleanno, e ha da poco completato e presentato al pubblico la sua Decima Sinfonia.
Il concerto si svolgerà in concomitanza con la mostra della fotografa americanaLynn Davis, i cui lavori saranno esposti fino al 13 gennaio 2013 presso il Museo Archeologico Nazionale di Venezia.
I due artisti, che spesso lasciano intravedere affinità stilistiche nei loro lavori, hanno già collaborato in occasione di una mostra presso Studio la Città di Verona nel 2010, dove il compositore studiò una selezione di musiche ad hoc come colonna sonora alle opere esposte. Nella rassegna veneziana, dal titolo Modern Views of Ancient Treasures, la Davis ripercorre il viaggio di Ibn Battuta – il “Marco Polo” musulmano - fotografando in modo sublime rovine di antichi luoghi sacri le quali, non solo entrano in rapporto con sguardo del visitatore, ma anche con i reperti custoditi nel museo.
Quest’ultima mostra, promossa dall’Associazione ASLC - Progetti per l'Arte, su progetto di Elena Povellato, è stata organizzata dalla galleria Studio la Città - Verona e dalla galleria Karsten Greve - Colonia.