Peter Welz – Portraits and installations

Milano - 13/11/2014 : 06/01/2015

I progetti ai quali l’artista Peter Welz sta lavorando dal 2008 sono finalizzati allo studio ed alla ricerca di 3 soggetti che lui chiama Portraits: Francis Bacon, Casa Malaparte e Michelangelo Antonioni.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIOBORGOGNO
  • Indirizzo: Ripa di Porta Ticinese 113, Milano - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 13/11/2014 - al 06/01/2015
  • Vernissage: 13/11/2014
  • Autori: Peter Welz
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal martedì – domenica, ore 12 -19 Chiuso i giorni 24, 25, 26, 31 Dicembre 2014, 1 Gennaio 2015

Comunicato stampa

I progetti ai quali l’artista Peter Welz sta lavorando dal 2008 sono finalizzati allo studio ed alla ricerca di 3 soggetti che lui chiama Portraits:

Francis Bacon, Casa Malaparte e Michelangelo Antonioni.

Il primo ritratto e’ la “traslazione” del auto-ritratto incompiuto di Fancis Bacon. I lavori nati da questo studio sono stati diretti e rielaborati da Peter Welz (per lo piu’ opere video e drawings) ed interpretati dal coreografo di fama mondiale William Forsyte. Alcune opere di questo primo ritratto sono state esposte al Louvre, alla Galleria Nazionale di arte Moderna di Roma ed al MOMA Tokyo



Il secondo ritratto e’ Casa Malaparte. In questo caso e’ l’aspetto architettonico che piu’ interessa all’artista. Casa Malaparte, è un’abitazione privata situata nell’isola di Capri, su un irto e stretto promontorio roccioso, che sembra sorgere dal mare. Progettata da Adalberto Libera, è considerata uno dei capolavori dell’architettura moderna, rappresentando un meraviglioso esempio di integrazione tra modernità razionalista e ambiente naturale. Nel 1963 Jean Luc Godard vi gira parte del film La Mépris/Il Disprezzo, famosa e’ la scena in cui Brigitte Bardot e Michel Piccoli prendono il sole sul tetto della Villa, Godard appoggia un libro giallo sul fondoschiena della bella attrice che giace nuda. In questo caso i lavori di Peter Welz (video o video sculture) sono proiezioni (di riprese fatte nella villa) sull’architettura del Padiglione di Mies Van der Rohe a Barcellona aprendo cosi’ un dialogo fra le 2 architetture.

Il terzo ritratto deriva dai provini (inediti) dagli studi cinematografici e dalle riprese del film Deserto Rosso (1964) di Michelangelo Antonioni.

In questa mostra saranno presentati lavori dalla serie Casa Malaparte, in una impegnativa architettura realizzata per gli spazi della galleria.

La mostra è realizzata dalla Galleria Fumagalli in collaborazione con Spazioborgogno.

—————————-

english text

Galleria Fumagalli and Spazioborgogno present a new exhibition by German artist Peter Welz.

The show consist of drawings, studies and large-scale video works based on his studies of the film The Contempt (1964) by French director Jean Luc Godard , focused on the architectural characteristics of Casa Malaparte, the famous modernist villa on the Capri island by Adalberto Libera.

Based on this subject Peter Welz realized a new huge video-screen (an architecture device) exploring with his camera the same sea landscape, emotionally and physically, from the famous roof of this outstanding building .

Following his series of portraits, Welz gives an outlook to a new body of work in conjunction to Michelngelo Antonioni. Casa Malaparte states an ‘architectural portrait (a house like me: sad, hard and rigid), the new work focussing on Michelangelo Antonioni uses out-takes and screen tests from The Red Desert.