Performigrations: la gente è il territorio

Bologna - 16/05/2015 : 15/06/2015

In mostra le attività e le installazioni artistiche organizzate nell’ambito del progetto culturale europeo PERFORMIGRATIONS: la gente è il territorio.

Informazioni

Comunicato stampa

Inaugurazione del mese Performigrations: la gente è il territorio a Bologna, 16 maggio -15 giugno 2015 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione 8) e presso gli spazi di Biografilm Festival | International Celebration of Lives (via Azzo Gardino 65 e altre sedi)


Testo
Dal 16 maggio al 15 giugno 2015, LILEC - Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università di Bologna, Biografilm Festival | International Celebration of Lives e Genus Bononiae Musei nella Città ospiteranno a Bologna le attività e le installazioni artistiche organizzate nell’ambito del progetto culturale europeo PERFORMIGRATIONS: la gente è il territorio.
Presentato alla città nel corso del 2014, il progetto, finanziato nell’ambito del Programma EU Cultura – EACEA, Strand 1.3.5 – Progetti di Cooperazione con i Paesi Terzi, esplora i temi della ‘mobilità’ e del ‘cambiamento’ a partire da una serie di collaborazioni tra ricerca accademica, comunità artistica e operatori culturali. Performigrations propone una nuova idea di territorio ponendo al centro le persone che lo abitano, lo attraversano o lo eleggono a punto d'arrivo; nel corso dei due anni di attività previsti (aprile 2014 – marzo 2016), Performigrations proporrà in sette città europee e canadesi diversi eventi culturali e realizzerà un’esposizione itinerante di installazioni artistiche collaborative appositamente create, in dialogo tra loro e in continuo divenire.
Il progetto coinvolge una rete di sedici istituzioni di alto profilo attive in sette realtà europee (Italia, Regno Unito, Grecia, Portogallo, Austria, Malta) e in tre diverse province canadesi (Ontario, Québec, British Columbia). Bologna è capofila con tre istituzioni coinvolte: oltre all’Alma Mater Studiorum (che lo coordina), Genus Bononiae Musei nella Città e Biografilm Festival | International Celebration of Lives hanno collaborato all’organizzazione del mese Performigrations 2015 che si inaugurerà sabato 16 maggio a Palazzo Pepoli Museo della Storia di Bologna in occasione dell’International Museum Day dell’ICOM, a partire dalle ore 18.00. Enti patrocinatori del progetto sono Comune di Bologna e Regione Emilia – Romagna.
Ricco il calendario del mese Performigrations, che vede coinvolte, oltre alle istituzioni suddette, anche altre realtà del territorio bolognese, quali: IT.A.CA’ Migranti e Viaggiatori. Festival del Turismo Responsabile, Cantieri Meticci, Master in Comunicazione Storica UNIBO, DisturBO, Istituto Italiano Imprenditorialità. Si incomincerà con Un sabato al museo, in programma nella giornata di sabato 16 maggio a Palazzo Pepoli, via Castiglione 8.
Alle ore 18.00 di sabato 16 maggio, il Presidente di Genus Bononiae, Prof. Fabio Roversi Monaco, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni partner del progetto, inaugurerà gli eventi in programma che si apriranno con una conferenza del noto giornalista e autore televisivo Federico Taddia (Nautilus RAI Scuola, l’Altra Europa Radio 24) sul tema Mobilità, identità e cambiamento: una possibilità per l’Europa. Si proseguirà poi con, il concerto per arpa tradizionale e voce Le lontananze erranti - Canti di viaggi, migrazioni e metamorfosi, di e con Francesco Benozzo, poeta e filologo premio Giovanna Daffini per la musica 2014. A seguire, verrà inaugurata l’installazione Morphing Faces realizzata dall’artista svedese Hannes Andersson - uno degli artisti selezionati con bando pubblico dal progetto Performigrations - e dei progetti Mobile Interventions BLQ, pensati per Performigrations, e visibili al Museo fino al 15 giugno. Dalle ore 21.00, il Museo verrà poi animato dalle Invasioni Digitali, mirate a rendere il museo realtà ‘partecipativa’ aperta alle persone attraverso forme attive di cultura digitale. Nel corso delle quattro settimane successive, alle 17.30 di ogni mercoledì (alle 18.30 il mercoledì 3 giugno) il Museo ospiterà poi una serie di incontri ad ingresso libero incentrati sui temi esplorati dal progetto ed organizzati in collaborazione con una serie di istituzioni e personalità del territorio. Questo il calendario in programma:
Mercoledì 20 maggio, Il viaggio come esperienza
Con Pietro Floridia (regista) e Pierluigi Musaro' (direttore IT.A.CA')
In collaborazione con IT.A.CA' Migranti e Viaggiatori. Festival del Turismo Responsabile & Cantieri Meticci.
A seguire, la serata si concluderà con una conversazione di Valerio Massimo Manfredi su Bologna crocevia culturale, tra Storia e storie. Il celebre scrittore, storico e conduttore televisivo ripercorrerà il ruolo avuto, nel tempo, da Bologna come città di ‘incontro’ tra culture e tradizioni, tracciando un contesto che richiama molti temi del contemporaneo e in particolare quello dell’interculturalità.

Mercoledì 27 maggio, Educare alla (pluri)cultura
Con Roberto Farné, Massimiliano Tarozzi, Marcella Terrusi Dipartimento di Qualità della Vita, Università di Bologna

Mercoledì 3 giugno, ore 18.30, (registrazione obbligatoria https://blounge0615.eventbrite.it)
Pensare l’industria (pluri)culturale
Brainstorming Lounge in collaborazione con Istituto Italiano Imprenditorialità

Mercoledì 10 giugno, Comunicare la Storia nella società pluriculturale
Con Mirco Dondi e Simona Salustri, Master di Comunicazione Storica dell’Università di Bologna

Dal 5 al 15 giugno, Performigrations sarà presente anche al Biografilm Festival | International Celebration of Lives, il primo evento internazionale dedicato ai documentari e ai racconti di vita, che proporrà nelle varie sezioni del suo programma nove film dedicati ai temi del progetto Performigrations (data e orario delle proiezioni saranno consultabili sul sito: www.biografilm.it): (Data e orario delle proiezioni sono consultabili sul sito: www.biografilm.it):
Concorso Internazionale
IRAQI ODYSSEY di Samir (doc, 90', Iraq | Svizzera | Germania | Emirati Arabi, 2014)
SUMÉ - THE SOUND OF A REVOLUTION di Inuk Silis Høegh (doc, 83', Groenlandia | Danimarca | Norvegia, 2014)

Contemporary Lives
HOTLINE di Silvina Landsmann (doc, 99', Israele | Francia, 2015)

Bio Music
DubFX - SHARING ENERGY di Francesco Tomei (doc, 46', Italia, 2015)

Best Of Fest
ROCKS IN MY POCKETS di Signe Baumane (animazione, 88', Stati Uniti |Lettonia, 2014)
CUTIE AND THE BOXER di Zachary Heinzerling (doc, 82', Stati Uniti, 2013)
PIXADORES di Amir Escandari (doc, 93', Finlandia | Danimarca | Svezia, 2014)
ONCE MY MOTHER di Sophia Turkiewicz (doc, 75', Ucraina | Polonia | Australia, 2014)

Biografilm Italia
MAN ON THE RIVER di Paolo Muran, Nicola Pittarello (doc, 120', Italia, 2015)
LUOGHI COMUNI di Angelo Loy (doc, Italia, 99', 2014)
Sulla scia del tema scelto per l’11esima edizione del Festival, Vite connesse – Dalla fine della privacy al sapere collettivo, Performigrations porterà poi al Biografilm due occasioni di incontro che propongono una riflessione su come le innovazioni della tecnologia e della comunicazione hanno influenzato le nostre vite. Nell’ambito della Biografilm School, l’innovativo progetto di formazione promosso da Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, lunedì 8 giugno Giuliana Cucinelli, docente del Dept. of Education della Concordia University (altra istituzione partner) terrà una Masterclass su Lo storytelling multimediale: Korsakow, applicazione open-source, mentre venerdì 12 giugno Evan Light, del Mobile Media Lab della stessa università, terrà un incontro evento al Bio Parco per presentare il progetto The Portable Snowden Surveillance Archive (per maggiori informazioni: www.biografilm.it). Per tutta la durata del Biografilm, inoltre, l’installazione "trasformAzione" ad opera di Renata Giannelli e Barbara Matera – La Scuola della Carta, Bologna sarà visibile presso la Cineteca di Bologna, Via Azzo Gardino 65.
Gli eventi e le installazioni artistiche di Performigrations sono state realizzate in modo collaborativo a partire dall’aprile del 2014, con una prima tappa a Bologna nel mese di maggio 2014 (Performigrations Days) quando artisti, studiosi e operatori culturali hanno avviato la progettazione di percorsi ed eventi artistici itineranti indirizzati a un pubblico eterogeneo e transnazionale per stimolare la riflessione su temi complessi e di grande attualità partendo dalle esperienze dirette di coloro che abitano un territorio in costante divenire. Nel mese di aprile 2015, la città di Montreal, Québec, nel Canada francofono, ha aperto la stagione pubblica di Performigrations, con una serie di incontri organizzati in occasione del Blue Metropolis Literary Festival e con una prima installazione artistica organizzata presso l’Istituto Italiano di Cultura di Montreal, in collaborazione con il Mobile Media Lab della Concordia University, tutte occasioni apprezzate dal pubblico canadese che le ha seguite con grande partecipazione. Bologna è la seconda città ad ospitare Performigrations, la prima in Europa. Le altre città coinvolte saranno, nell’ordine: Klagenfurt (maggio/luglio 2015), Vancouver (agosto/settembre 2015), Atene (settembre 2015), Toronto (ottobre 2015), Lisbona (febbraio 2016), Malta (marzo 2016). Il calendario dettagliato e la presentazione degli eventi sono consultabili sul sito: