Performance Urbane

Milano - 27/05/2016 : 27/05/2016

Presentazione al pubblico di Performance Urbane Progetto internazionale della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 27 maggio 2016 alle ore 19:00 la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, presenta la prima tappa del progetto internazionale Performance Urbane, un altro appuntamento di Terre Promesse, contenitore trasversale, attraverso il quale la Paolo Grassi intende esplorare, nei prossimi anni, la realtà contemporanea: questa trova la sua forma attraverso gli strumenti del Teatro, del Cinema e della Musica, con l’obbiettivo di promuovere e incentivare la mobilità e l’incontro dei giovani artisti provenienti da diverse nazioni e realtà, costruendo un’occasione di incontro e lavoro creativo comune


Selezionato nell’ambito del Bando MigrArti e finanziato dal MiBACT, il progetto Performance Urbane, di cui Adrian Paci, artista visivo di fama internazionale, è curatore artistico, indaga il linguaggio della performance come punto di connessione fra teatro e arte visiva. Lo spazio urbano diventa palcoscenico e contenuto delle numerose performance.
Il nostro progetto è una connessione fra Italia e Albania, la cui necessità nasce direttamente dall’ambito biografico dell’artista. Adrian Paci è originario di Scutari ma ha vissuto e lavorato attivamente in questi anni a Milano, fra le cui mostre più recenti si ricorda l’itinerante “Vite in transito”, installata al PAC di Milano nel 2014 . Recentemente ha inaugurato a Scutari un luogo dedicato allo sviluppo dell’arte contemporanea e delle performance, Art House, la casa dell’arte contemporanea che, a ottobre 2016, ospiterà la nostra sezione albanese del progetto.
Sotto la guida dell’artista hanno lavorato otto allievi della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi (drammaturghi, registi e danzatori) e otto allievi del corso di arti visive dell’Università di Scutari, con il supporto del partner Cooperativa Sociale Ajka – essenza, che esercita la sua attività a Milano e ha collaborato al progetto per la sua promozione nella comunità albanese residente a Milano.
Progetto Performance Urbane

Il lavoro di Adrian Paci è stato quello di attraversare la città, leggendola dal punto di vista visivo, e cercando di percepire gli stimoli che questa può dare ad un artista attraverso lo studio del ritmo, del suono, del colore e dei vari e diversi ambienti frequentati. Per concepire gli interventi performativi, nei giorni di lavoro, gli allievi hanno attraversato spazi urbani definiti: mercati cittadini, Stazione Centrale, mezzi pubblici, Parco Sempione. Questo ha dato lo stimolo ad una giovane allieva di pittura di sedersi sul pianoforte della Stazione Centrale e suonarlo con i piedi nudi, ad un altro allievo di attraversare un mercato rionale in linea retta, provocando degli scontri con persone che non percepivano la sua “linearità di percorso”, ad altri ancora di fare giochi infantili sotto il cartello delle partenze dei treni, ad una coppia di allevi di baciarsi attraverso le grate che chiudono la stazione di notte, ad altri, infine, di stendere i loro vestiti ad asciugare sul rinato “Palco Burri” in Parco Sempione , cosa che in un contesto del genere ha creato un grande contrasto.
Le performance realizzate, secondo una prassi consolidata nel linguaggio artistico, sono state documentate attraverso video e fotografie, che conservano una traccia ed un racconto di quanto è accaduto.
Queste tracce rappresentano gli elementi del nostro diario - visivo che verrà raccontato al pubblico.
Il progetto continuerà a fine settembre a Scutari, e verrà completato a Milano a fine ottobre con una
mostra / documento che diventerà il racconto finale delle nostre Performance Urbane.

Adrian Paci è un artista nato a Scutari in Albania il 28 gennaio del 1969, è attivo a Milano dove vive dal 2000. Ha frequentato l'Accademia delle Arti di Tirana dal 1987, studiando con il Professor Edi Rama e formandosi su corsi di arte figurativa, gli unici insegnamenti d'arte possibili, poiché imposti dal regime vigente in quegli anni in Albania. Nel 1992 ha frequentato, grazie ad una borsa di studio, il corso ‘Arte e Liturgia' presso l'Istituto Beato Angelico di Milano. Quando nel 1995 è ritornato in Albania, ha insegnato Storia dell'Arte e Estetica all'Università di Scutari solo per un breve periodo, infatti nel 1997 a causa dei disordini nello Stato si trasferisce con la famiglia a Milano. Nel 2006 a Modena è stata inaugurata la sua prima personale italiana all'interno di uno spazio pubblico. La personale giunge dopo l' affermazione alla cinquantunesima edizione della Biennale di Venezia e i numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui i momenti espositivi al PS1 di New York e una presentazione dell'opera al Museum of Modern Art di New York. Fra le mostre personali recenti si ricorda la mostra itinerante Vite in transito allo Jeu allo Paume di Parigi (2013), al PAC di Milano (2013), alla Röda Sten Konsthall di Göteborg (2014) e al MAC, Musée d'art contemporain de Montréal (2014). Adrian Paci è rappresentato dalla galleria kaufmann repetto, Milano, e la dalla galleria Peter Kilchmann, Zurigo.

Venerdì 27 maggio 2016 - ore 20:00
Sala Teatro - Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi
Milano, Via Salasco, 4

Presentazione al pubblico di
Performance Urbane
Progetto internazionale della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Con gli allievi della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi
Rodolfo Ciulla, Aureliano Delisi, Riccardo Motta, Valeria Patota, Luca Tazzari, Antonio Pinnetti, Domenico Onorato, Donato Demita
Con gli allievi dell’ Università di Scutari Luigj Gurakuqi
Enza Rripaj, Edona Vatoci, Arlinda Lulgjuraj, Elidona Aga, Jozefina Koliqi, Arjan Shtalbi, Agron Biba, Ergys Vela
Giovani artisti milanesi di origine albanese ospiti del laboratorio Adi Haxhiaj, Arjan Shehaj
Con il supporto di Cooperativa Sociale Ajka – essenza

Curatore Artistico Adrian Paci
Videomaker Ana Shametaj
Foto Cosimo Filippini
Assistenti Dafne Niglio, Caterina Iaquinta, Mati Jhurry

Introduzione e presentazione
Giampiero Solari
Direttore della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Intervengono

Adrian Paci
Curatore del progetto Performance Urbane
Massimo Navone
Regista
Paolo Giorgio
Coordinatore del progetto Performance Urbane