Per un rinnovamento immaginista del mondo

Alba - 21/09/2019 : 10/11/2019

Una mostra e una rievocazione poetica con performance di arte pubblica per celebrare Pinot Gallizio e il rinnovamento immaginista del mondo.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 21 settembre, l’inaugurazione dell’esposizione con opere di Pinot Gallizio, Mario Merz e il “Il Quarto Stato di Volpedo” nella riedizione di Taner Ceylan. Sabato 21 e domenica 22 un evento speciale sul primo Congressso mondiale degli artisti liberi

Dopo l’evento sull’opera di Enzo Cucchi del 2017 e quello su Emilio Vedova dello scorso autunno, prosegue la collaborazione tra la Fondazione CRC e il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea finalizzata a promuovere importanti occasioni di fruizione culturale legate all’arte contemporanea nel territorio albese

Sabato 21 settembre alle ore 12, presso la Chiesa di San Domenico (via Teobaldo Calissano) ad Alba, si terrà l’inaugurazione della mostra a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Caterina Molteni “Per un rinnovamento immaginista del mondo. Pellizza da Volpedo (Taner Ceylan), Pinot Gallizio (con Constant, Giorgio Gallizio, Asger Jorn, Jan Kotik e Piero Simondo), Mario Merz”. L’esposizione sarà visitabile dal 22 settembre fino al 10 novembre, dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 18, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. L’ingresso è libero e gratuito. In occasione dell’apertura della mostra, nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 settembre, in diverse sedi cittadine, si terrà inoltre l’evento speciale “Per un rinnovamento immaginista del mondo. Il Congresso di Alba: 1956-2019”. Il programma si articola in relazioni tenute da alcuni tra i più accreditati storici dell’arte a livello nazionale e internazionale, intervallate da momenti di rievocazione poetica del primo Congresso Mondiale degli artisti liberi che si svolse ad Alba nel 1956, anticipando di un anno la fondazione dell’Internazionale Situazionista. Durante gli spostamenti da una location all’altra, le strade e i vicoli cittadini saranno animati da un “Performance program” a cura di Lori Waxman sull’arte del camminare, che prevede il coinvolgimento e la partecipazione del pubblico. Per maggiori informazioni scrivere a [email protected] o telefonare allo 0171/452720.