Paul Cocksedge – Excavation: Evicted

Milano - 03/04/2017 : 09/04/2017

“Excavation: Evicted” un progetto di Paul Cocksedge, in collaborazione con Beatrice Trussardi.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE LUIGI ROVATI
  • Indirizzo: Corso Venezia, 52 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 03/04/2017 - al 09/04/2017
  • Vernissage: 03/04/2017 solo su invito
  • Autori: Paul Cocksedge
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì 4 a domenica 9 aprile, ore 11 - 21
  • Uffici stampa: CLARART

Comunicato stampa

Apertura straordinaria della Fondazione Luigi Rovati, nello storico Palazzo Bocconi-Rizzoli-Carraro in Corso Venezia 52, in occasione della Milano Design Week

In occasione della Milano Design Week lo storico Palazzo Bocconi-Rizzoli-Carraro, sede della Fondazione Luigi Rovati, sarà eccezionalmente aperto al pubblico prima dell’inizio dei lavori che lo trasformeranno nel nuovo Museo di Arte Etrusca, grazie al progetto di ristrutturazione e ampliamento affidato all’architetto Mario Cucinella.

La Fondazione ospiterà la mostra di Paul Cocksedge “EXCAVATION: EVICTED”, organizzata dall’artista in collaborazione con Beatrice Trussardi

Gli spazi del piano ipogeo del Palazzo, un’area nascosta in cemento grezzo, dialogano con le opere che il designer inglese ha realizzato con materiali provenienti dai carotaggi dello studio di Londra in cui ha vissuto negli ultimi 12 anni. Prima di lasciare lo studio, Paul ha voluto portare con sé e dare nuova vita a quello spazio, per celebrare il tempo trascorso in quel luogo e conservare la storia dell’edificio.

Il recupero e la valorizzazione di materiali che mantengono evidenti i segni del tempo e le sue stratificazioni – all’interno di spazi evocativi – richiamano gli elementi distintivi del progetto di ristrutturazione di Palazzo Bocconi-Rizzoli-Carraro.
Il primo riguarda l’ampliamento del livello interrato dell’immobile e la realizzazione del museo ipogeo, che andrà a ospitare l’importante collezione di vasi (buccheri e impasti) e di altri reperti etruschi della Fondazione. Lo spazio sotterraneo, composto da cupole in pietra serena, offrirà anche un viaggio nella materia: le metodologie costruttive contemporanee si confrontano con la manualità artigianale del passato e le forme dei vasi si sposano con le linee fluide e continue di un’architettura che nasconde alla vista gli impianti garantendo una sostenibilità ambientale di eccellenza.
Il secondo concerne la ristrutturazione del Palazzo con una minuziosa operazione di conservazione e restauro delle principali stanze del piano nobile: una “casa ritrovata” pensata per esporre altri oggetti d’arte appartenenti alla Fondazione, in un continuo dialogo tra passato e presente.

«Quando Beatrice Trussardi ci ha chiesto di ospitare i nuovi lavori di Paul Cockesdge abbiamo immediatamente trovato un legame forte con il progetto di restauro e di rinnovamento del Palazzo», dichiara Giovanna Forlanelli Rovati, Vice Presidente Esecutivo della Fondazione Luigi Rovati. «Ma soprattutto questo evento ci permette di aprire in via del tutto eccezionale le porte del Palazzo alla città prima dei restauri, così che tutti possano partecipare da subito alla nascita del progetto museale della Fondazione».

Per l’occasione il palazzo aprirà le sue porte su Corso Venezia e sarà possibile visitare il piano interrato, il piano terra – sede della futura biglietteria, dell’area bookshop e della caffetteria del museo - e il grande giardino, che verrà riqualificato e sarà sempre accessibile al pubblico.