Paranormal. Tony Oursler vs Gustavo Rol

Torino - 02/11/2017 : 25/02/2018

Una raccolta costituita dalle opere dell’artista americano e da una selezione di oggetti appartenenti alla sua enorme collezione legata al mondo dell’occulto, posti in relazione all’attività e alle opere presenti nelle collezioni torinesi del pittore sensitivo Gustavo Rol, attivo a Torino nella seconda metà del Novecento.

Informazioni

  • Luogo: PINACOTECA GIOVANNI E MARELLA AGNELLI - LINGOTTO
  • Indirizzo: Via Nizza 230 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 02/11/2017 - al 25/02/2018
  • Vernissage: 02/11/2017 ore 10 presentazione alla stampa su invito
  • Autori: Tony Oursler
  • Curatori: Paolo Colombo
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: martedì-domenica: 10.00-19.00 ultimo ingresso: 18.15 chiuso il lunedì * Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.
  • Biglietti: intero: € 10,00 ridotto: € 8,00

Comunicato stampa



Una raccolta costituita dalle opere dell’artista americano e da una selezione di oggetti appartenenti alla sua enorme collezione legata al mondo dell’occulto, posti in relazione all’attività e alle opere presenti nelle collezioni torinesi del pittore sensitivo Gustavo Rol, attivo a Torino nella seconda metà del Novecento.

Le opere sono state individuate da Tony Oursler insieme al curatore della mostra Paolo Colombo e inserite in un ambiente concepito dall’artista, che in questa occasione presenterà anche una serie di nuovi lavori, gli Ex Voto, ispirati alla visita alla Chiesa della Consolata di Torino

Marcella Pralormo, Direttrice della Pinacoteca Agnelli, si è occupata della sezione della mostra dedicata a Gustavo Rol, con un lungo lavoro di ricerca delle persone che lo hanno conosciuto e frequentato, rintracciando e selezionando insieme a Tony Oursler e a Paolo Colombo i dipinti e gli oggetti appartenuti a Rol, presenti nelle collezioni private torinesi.

Antropologia del paranormale. Tony Oursler a Torino

Pinacoteca Agnelli, Torino ‒ fino al 25 febbraio 2018. Tony Oursler si addentra nel regno del paranormale. Grazie alle opere della sua raccolta, a una serie di installazioni e all’“incontro” con Gustavo Rol.