Paolo Carnevale – Street wheel

Bologna - 02/04/2012 : 23/04/2012

Esposizione personale di ruote in ceramica.

Informazioni

Comunicato stampa

La mia prima street wheel l’affrontai che avevo sette anni. Erano i miei giochi consueti e preferiti, in mezzo alla strada. Erano copertoni dismessi o abbandonati, forse da altri bambini, che come me ci avevano giocato e poi esausti li avrebbero lasciati lì per il prossimo bambino, che poi si sarebbe prestato a farle girare picchiandole con le mani nude o con un pezzo di legno, sulle strade asfaltate e in estate rovente, come tutto il sud . Ma prive di macchine. Come di consueto erano una volta le strade di paese della Calabria


I used my first street wheel When I was seven. It was my favourite pastime, Played in the middle of the street. Discarded hub-caps, Abandoned perhaps by other children, Who like me , had played And then exhausted, Had left them there for the next child: Who made it run by beating it With his rough hands or with a piece of wood On the asphalted roads , scorching in the summer As in all of the South. And with no cars. As was usual some time ago In the country roads of Calabria.
PAOLO CARNEVALE dopo aver frequentato il liceo artistico a Catanzaro si stabilisce in Inghilterra dove studia e frequenta gallerie e musei d’arte contemporanea. Vive e lavora a Milano. Nel 2011 ha partecipato alla rassegna For esta terre (Studio D’Ars, Milano), ad ArteCremona con Memoli Arte Contemporanea, alla rassegna allo Spazio del Sole, Provincia di Milano. È presente al Padiglione Tibet (Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia) e ad Art Business Malpensa Fiere con Memoli Arte Contemporanea.