Paola Romoli Venturi – Saluti da Carrara!

Roma - 06/05/2019 : 24/05/2019

Saluti da Carrara! è un’installazione site specific performativa nella quale Paola Romoli Venturi utilizza le caratteristiche morfologiche degli spazi interni ed esterni della galleria AOCF58 - Galleria BRUNO LISI per narrare il suo percorso di ricerca iniziato a Carrara nel 2016.

Informazioni

  • Luogo: AOCF58 GALLERIA BRUNO LISI
  • Indirizzo: Via Flaminia 58 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 06/05/2019 - al 24/05/2019
  • Vernissage: 06/05/2019 ore 18
  • Autori: Paola Romoli Venturi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedì al venerdì ore 16.30 - 19.00 (chiuso sabato e festivi)

Comunicato stampa

Saluti da Carrara! è un’installazione site specific performativa nella quale Paola Romoli Venturi utilizza le caratteristiche morfologiche degli spazi interni ed esterni della galleria AOCF58 - Galleria BRUNO LISI per narrare il suo percorso di ricerca iniziato a Carrara nel 2016. Sarà l’occasione per vedere a Roma la video installazione sonora dal titolo Saluti da Carrara: il PROFILO che a giugno 2018 è stata presentata a ‘Carrara Studi Aperti’ all’interno del laboratorio dello Studio MARMORE+ e selezionata per la mostra ‘EMERSIONI’ tenutasi al Museo Carmi di Carrara

Il video mostra la montagna che appare e scompare a ritmo incessante accompagnata da un suono cadenzato a 60 bpm. La montagna inquadrata da Piazza 27 Aprile, è vista come era nel luglio 2016 e come la vedevano i carrarini all’inizio del 900. La forma e il ritmo sonoro, innescano una riflessione sullo sfruttamento della montagna e sull’impatto ambientale che questo produce.
La riflessione continua con altri lavori, realizzati a Carrara negli ultimi anni, che sviluppano i temi del rapporto tra montagna e uomo e tra montagna e industria. Sarà inoltre presente la nuova scultura performativa untitled che verrà ultimata durante il finissage di venerdì 24 maggio.

“Banco di Assaggio Casale del Giglio”


Paola Romoli Venturi è nata a Roma, dove vive e lavora. La sua ricerca artistica è legata al valore della trasparenza come mezzo per comunicare. ‘La trasparenza e la sospensione predispongono il visitatore a “guardare attraverso”, a non distogliere lo sguardo ad osservare le cose per riflettere’ questo il pensiero ispiratore delle sue performance e installazioni esposte in Italia e all’estero. Nel suo lavoro tocca temi sociali, creando spazi disegnati da luci ombre e suoni, utilizzando diversi mezzi espressivi pittorico scultorei, video audio ed installazioni site specific performative.
Tra i suoi progetti: Traspaquadri (2004/2006), mOlecOle e madre natura (2007), instant art_vedova di guerra_Alessandra (2008), La Sentenza_Das Urteil (2009/2010), instat art_SI=NO (2011) PTV_ Paola Trash Vortex (2012/2016) SALVA LA TUA BALENA! (2013/2016) MANTRAreading (2015/2016) WE(2016) Caos, caso, osa, sa, o. (2016) MEMORIE(2017) ROVESCIARE (2019). Attualmente lavora al progetto BASOLO’s View alla scultura performativa MEMORIALE e alla rassegna transfusioni.