Una tre giorni all’insegna di musica ed arte, senza trascurare l’intrattenimento per tutta la famiglia.

Informazioni

  • Luogo: PARCO AL PACIFICO
  • Indirizzo: Corva di Azzano Decimo - Azzano Decimo - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 07/09/2013 - al 08/09/2013
  • Vernissage: 07/09/2013 ore 18 Performance audio-visual dal vivo: “Kriptoscopia”
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, serata – evento, musica
  • Sito web: http://www.facebook.com/LmdProject
  • Email: progettolmd@gmail.com

Comunicato stampa

OS’E’ PACIFIC PROJECT?

Pacific Project, prima conosciuto con il nome di LMD project, è attivo da alcuni anni sul territorio Pordenonese nell’organizzazione di eventi culturali a 360°.
E’ un progetto che nasce dall'incontro tra passione ed esperienza nella gestione di manifestazioni aperte al pubblico, con la volontà di portare sul territorio una proposta di qualità.
Filo conduttore delle iniziative a che ha realizzato negli anni è la finalità di stimolare la partecipazione di fasce di pubblico diverse per età e attese e dare così luce ad una nuova socialità.

PACIFIC FEST, EDIZIONE 2013

L’intero progetto prende il nome dall’evento di punta il <>.
Nel suggestivo scenario del parco naturale sulle rive del fiume Meduna, prende vita, dal 6 all’8 settembre, una tre giorni all’insegna di musica ed arte, senza trascurare l’intrattenimento per tutta la famiglia.
Pacific Fest è una manifestazione che, giunta alla terza edizione, si appresta a confermare anche quest’anno la sua capacità di coinvolgere tutti: famiglie e ragazzi, bambini, giovani e adulti con la sua varietà di proposte.
Un’offerta intrattenitiva che spazia da un’entusiasmante kermesse musicale alle performance audiovisive, dalle mostre ai laboratori, dalle istallazioni al marcatino artigianale.
Inoltre, la collaborazione con le associazioni “La Suita”e“Spazio Zero” sarà per i visitatori l’occasione di conoscere importanti realtà associazionistiche e artistiche locali.
Segnaliamo inoltre la presenza di un’Istallazione di Filippo Corazza, un’avanguardistica visione delle strutture architettoniche a basso impatto ambientale che uniscono una profonda visione artistica interiore all’interazione con la realtà circostante e l’ambiente.
Il valore aggiunto del festival risiede certamente nella ricchissima offerta enogastronomica, curata dalla comunità di Corva di Azzano Decimo.
I piatti saranno, infatti, preparati con prodotti locali, una cucina Km zero e a costi accessibili a tutti, volta a valorizzare la ricchezza di sapori del nostro territorio.
Un altro importante elemento su cui porre l'accento è che anche quest’anno sarà possibile usufruire di un’area campeggio gratuita per tutti i partecipanti alle serate.
Nell’attuale situazione di crisi una manifestazione così poliedrica ad ingresso totalmente gratuito dimostra come per le comunità della nostra Provincia la socialità e la valorizzazione dei talenti siano ancora un investimento da non trascurare.



Immagine della scorsa edizione di Pacific Fest (2012)



PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Venerdì 6 settembre
Dalle 19.00
Performance Coro “I fantasmi”
Concerti:
“Eterea Postbong Band”
“Skiantos” feat. Pablo Perissinotto
DJ set “Rootikal Selecta”

Sabato 7 settembre
Dalle 15.00
Attività per bambini e famiglie
Spettacolo teatrale per bambini e famiglie: "10 minuti di regno" della Compagnia CCFT di Udine
Dalle 18.00
Performance audio-visual dal vivo: “Kriptoscopia”
Concerti:
“Gonzalo”
“Rotula”
“Seuss”
“Lombroso”
DJ set “Wolf from The Great Complotto Radio”

Domenica 8
Dalle 15.00
Attività per bambini e famiglie
Spettacolo teatrale per tutti: "Era meglio spremere...uno e mezzo, prove aperte per un pubblico aperto" di Pablo & The leaving brains di Pordenone
Dalle 18.00
Concerti:
“Paoloparòn”
“The sleeping Tree”

Inoltre durante i tre giorni:
Istallazioni a cura di:
• Associazione “La Suita”
• Gruppo “Mente Locale”
• Filippo Corazza
Area relax a cura di:
Associazione “Spazio Zero”
Attività:
• Letture animate e trucca-bambini a cura di “Movidarte”
• Visuals by “Raz”
• Spettacoli di teatro, danza, clown ed artisti di strada
• Gara di briscola con l’Associazione “Al Pacifico”
• Laboratori per bambini e famiglie
• Mercatino di prodotti artigianali ed associazioni


Si segnala la possibilità di campeggio gratuito per I participanti.


Bikers welcome!!


PRESENTAZIONE SERATE


Venerdì 6 settembre

Coro “I fantasmi” (performer audio-visual)

Il collettivo “I Fantasmi” nasce nel gennaio del 2013, in collaborazione con il laboratorio 99MQ, come spin off del “Coro Anni Dieci”. Il progetto si pone come obiettivo la sperimentazione di diversi linguaggi di comunicazione ma senza trascurare l'aspetto musicale, preziosa eredità del coro anni dieci.
https://www.facebook.com/annidieci.coro?ref=ts&fref=coro


“Eterea Postbong Band” (post rock elettronico italiano)
Collettivo formato da sei gruppi indipendenti (tra cui gli Eterea), promotore di festival itineranti e coordinato da Gigi Funcis. Pur rientrando nella categoria del post rock, il gruppo sfugge a catalogazioni troppo stringenti. Gli “Eterea” suonano una sorta di avant-rock strumentale, veloce e incalzante, ma di chiara concezione elettronica.
https://www.facebook.com/etereapostbongband?fref=ts


Skiantos feat. Pablo Perissinotto (rock demenziale)

Gruppo rock demenziale formatosi a Bologna a metà degli anni settanta. Fecero parte della prima ondata del punk rock italiano di cui la città di Bologna, allora molto legata al Movimento del 77, fu il primo e più fertile centro nevralgico. Ad accompagnarli sul palco ci sarà Pablo Perissinotto, cantautore Pordenonese.
https://www.facebook.com/pages/Skiantos/22973397438?fref=ts
https://www.facebook.com/PabloPerisinotto?fref=ts


Skiantos, band.



DJ set Rootikal Selecta (reggae-dub)

La timbrica del vinile, la versatilità del digitale e il groove della musica in levare sono gli elementi caratteristici del suono che attraversa tutta la selezione musicale. Particolare attenzione viene riposta nella session dub, dove la ricerca di produzioni sia straniere che locali ne caratterizzano il suono.
https://www.facebook.com/RootikalSelecta?fref=ts


Sabato 7 settembre

Spettacolo teatrale per bambini e famiglie: "10 minuti di regno" della Compagnia CCFT di Udine

Kriptoscopia (Performer audio-visual)

Gli artisti mettono in scena, come in una jam session, i risultati dei loro approfondimenti e curiosità sul presente e sul passato per mezzo di suoni digitali, strumenti tradizionali e musica elettronica ed elaborando manualmente vhs trovate con videoregistratori manipolati. 
Una sorta di chiaroveggenza dedicata al mondo che verrà.
http://kriptoscopia.blogspot.it/p/about.html


Gonzalo (pop-folk-acustico)

I “Gonzalo” nascono nell’estate del 2011 come un quartetto acustico, composto da due chitarristi, un violinista/pianista e una voce. Nel corso di questi anni la band si avvale di alcune collaborazioni per completare la scrittura dei propri brani. Entrano così a far parte un batterista e un altro pianista e viene aggiunto un synth per dare atmosfera ai brani. Nei primi mesi del 2013 i “Gonzalo” iniziano a registrare il loro primo ep, “Labors”, che contiene 6 canzoni, selezionate dal repertorio della band.
I brani spaziano fra diversi generi: il folk, dettato dalla prevalenza di strumenti acustici, il pop e il rock per l’attitudine con la quale vengono pensati ed interpretati i pezzi.
https://www.facebook.com/gonzaloacoustic



Rotula (folk-garage-psichedelia-grunge)

I “Rotula” nascono nel 2012 dalle ceneri di svariati gruppi immaginari con l'obiettivo di placare l'ansia domenicale attraverso delle suonate in sala prove. Inguaribili romantici, portano il pesante fardello musicale di ragazzi cresciuti negli anni '90, tentando di celare i loro cuori teneri dietro mura di distorsioni.
https://www.facebook.com/IRotula?fref=ts


Seuss (garage-punk-rock)

Dalla scena mod, garage e punk HC emergono i Fratelli Seuss, promettente combo pordenonese.
Voce, batteria, organo, basso e chitarra, che proporrà un set power garage-rock a volumi impazziti.
https://www.facebook.com/seussgarage/


Lombroso (rock italiano)
Il duo si forma nel 2003. Dario Ciffo è stato violinista degli “Afterhours” dal 1997 al 2007, anno in cui decide di lasciare la band per dedicarsi al progetto Lombroso. Agostino Nascimbeni invece ha militato in diverse cover band dei” Beatles” e ha suonato la batteria per Will Young nella suo tournée del 2003/2004. Il rock della band, pur influenzato dal genere melodico italiano degli anni sessanta e settanta, si spinge fino alle sonorità più crude soprattutto nei concerti dal vivo.
https://www.facebook.com/pages/Lombroso/125897367437622?fref=ts


“Lombroso”, band.


DJ set Wolf from The Great Complotto Radio (alternativa,indie)
Dal 2008 collabora con “the great complotto radio” dove conduce “Alternative Nation” un programma di musica rock alternativa.
Ha suonato per dj-set di gruppi a livello mondiale. Dj al Velvet rock club e organizzatore di manifestazioni a livello regionale.
https://www.facebook.com/pages/The-Great-Complotto-Radio/286675391435321?directed_target_id=0



Domenica 8 settembre

Spettacolo teatrale per tutti: "Era meglio spremere...uno e mezzo, prove aperte per un pubblico aperto" di Pablo & The leaving brains di Pordenone

Paoloparòn (cantautore)

E’ stato autore e cantante dell'”Orchestra Cortile” fino allo scioglimento di questa. Nel frattempo si è dedicato a musiche per video, per letture sceniche, teatro e ha partecipato a concerti e registrazioni di alcune formazioni locali.
Ora, imbracciando il suo piano elettrico e una stratocaster made in China, condivide le sue canzoni da solo, o accompagnato dai fedeli amici riuniti in Libero Circo.
https://www.facebook.com/paoloparonmusic

r.o.fi.x (Post-prog-math Rock)

Attraverso i sentieri di una crescita personale e collettiva i r.o.fi.x (Rainbow Over our Final eXplosion) hanno definito un idioma di note limpide e tamburi profondi, che emergono da fondali disturbati e controversi.
Dal 2007 si sono distanziati dai contributi vocali per giungere ad una comunicazione prevalentemente strumentale:batteria, chitarre, basso e qualche strumentazione artificiale.
https://www.facebook.com/rofixband/



The sleeping tree (acoustic-folk-indie)

Nato e cresciuto nel nord-est italiano, Giulio Frausin comincia a suonare la chitarra fin da bambino. La sua musica subisce diverse influenze: dal folk al punk, dal jazz al reggae.
Ha girato l’Europa, suonando il basso, con la sua band reggae “Mellow Mood”.
“The sleeping tree” dà vita alla spiritualità di Giulio, ai suoi ricordi, alle sue esperienze.
Le sue performance live sono conosciute per essere ispiranti, toccanti e mozzafiato.
https://www.facebook.com/thesleepingtree



“The sleeping tree”, Giulio Frausin.






PRESENTAZIONE COLLABORATORI


Associazione “La Suita”

L'associazione "La Suita" si occupa di laboratori per bambini ed allestimenti creativi, pensati e progettati successivamente all'analisi ed al confronto con le peculiarità del contesto destinato ad ospitare le sue attività. Al di là dell'attenzione al luogo preposto ad accogliere i suoi interventi, l'associazione si caratterizza per una sensibilità alle tematiche del recupero (tanto materiale quanto di competenze tradizionali) dell'empatia con l'ambiente naturale e dell'importanza della propria manualità, fisicità ed esperienza diretta nei processi di apprendimento e conoscenza.
Partendo dall'intenzione di costruire una ragnatela che fosse un gioco ed un modo diverso per vivere lo spazio del parco abbiamo pensato, integrando quest'idea con quella del recupero di un gioco tradizionale (quello del ripiglino) di realizzare, assieme ai bambini, dei rifugi fatti di intrecci e stoffe, da dislocare qua e là nel parco. La realizzazione di queste strutture riprenderebbe il concetto dell'intreccio usato nella ragnatela e lo svilupperebbe del senso della tridimensionalità, permettendo una fruizione diversa dello stesso e sviluppando in modo diverso il classico gioco del costruirsi le tane che generalmente impegna i bambini.

Associazione Spazio Zero

“Spazio Zero” e' un'associazione di promozione sociale (iniziativa no-profit) nata formalmente nel 2011, partendo dalla constatazione che il territorio locale non offriva luoghi di aggregazione e confronto aperti ed autogestiti. “Spazio Zero” vuole essere un luogo in cui condividere conoscenze e curiosità personali con altre persone che vogliano portare le proprie o semplicemente fruirne, in un ambito di dialogo, confronto e rispetto che possa far crescere entrambi. Vuole creare un'alternativa culturale di aggregazione, che spazi tra musica, arte, informazione, dibattiti, gioco, book-crossing, open source, laboratori e corsi. All’interno del festival creeranno una “zona di decompressione” o di relax in cui le persone potranno rilassarsi.




Filippo Corazza – istallazione “And now a way”

Dal Ciclo opere:
 “Unlightning open mind, 
Living tree part two”
Scrive l’autore:
<