Oriente Occidente 2017

Rovereto - 30/08/2017 : 10/09/2017

Oriente Occidente esplora il linguaggio della contemporaneità alla luce della sostenibilità e dell’ecologia.

Informazioni

Comunicato stampa

La danza come linguaggio universale, in grado di mettere in scena la contemporaneità in tutte le sue sfumature: da sempre Oriente Occidente – in programma a Rovereto, in Trentino, dal 30 agosto al 10 settembre – nel raccontare la scena contemporanea sceglie di non sottrarsi alle tematiche di più stretta attualità, come la sostenibilità, l’ambiente, l’ecologia

Rovereto, nel cuore del “verde” Trentino, diventa un terreno di dialogo e confronto e si apre al contributo di personalità legate alla sfida che ci attende: prenderci cura del pianeta, che nella sua danza ellittica intorno al Sole rappresenta una sorta di “corpo” in movimento, dal quale dipendiamo completamente. In calendario, una serie di appuntamenti, prevalentemente inseriti nella storica sezione “Linguaggi” (nella sala conferenze del Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto), in nome di quell’eclettismo che sin dalle origini del Festival ha costituto la chiave di accesso alle pieghe più nascoste della società.

Pillole di danza da Oriente Occidente. A Rovereto

Eclettismo, multiculturalità e innovazione. Il festival di danza Oriente Occidente ospita a Rovereto i nomi più importanti della danza internazionale. Tra questi la Compagnie La Baraka di Abou Lagraa con il debutto in prima mondiale di “Wonderful one” e il coreografo tibetano Sang Jijia che fa dialogare Oriente e Occidente nel rapporto tra Pathos ed Ethos.