Open Studio e Spritz Party

Bergamo - 18/10/2013 : 18/10/2013

The Blank Residency organizza un Open Studio, accompagnato da uno Spritz Party, per dare la possibilità di conoscere lo studio di Arianna Ferrari e Alexandros Pissourios, gli artisti che sono stati selezionati per la prima edizione di Project Proposal Residency.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 18 ottobre, dalle 17.00 alle 21.00, The Blank Residency organizza un Open Studio, accompagnato da uno Spritz Party, per dare la possibilità di conoscere lo studio di Arianna Ferrari e Alexandros Pissourios, gli artisti che sono stati selezionati per la prima edizione di Project Proposal Residency.
Arianna Ferrari (Bergamo, Italia, 1986) lavora nell’ambito della performance riflettendo in senso critico nei confronti di una società invasa dalle tecnologie. Con le sue azioni cerca di riscoprire quei corpi, siano essi il corpo umano, luoghi o oggetti, che hanno perso la loro funzione originale


Alexandros Pissourios (Limassol, Cipro, 1982) lavora con il film, il video e la fotografia. Il punto di partenza del suo lavoro è l’osservazione diretta dell’incontro con nuovi luoghi e del movimento dei corpi al loro interno. Il risultato del processo si trova su un piano a metà tra l’immaginazione e la memoria dove l’artista approda sviluppando una riflessione sull’uomo attraverso i giochi della percezione.
In occasione dell’Open Studio saranno proiettati lavori precedenti di Arianna Ferrari e Alexandros Pissourios al fine di comprendere la loro personale pratica artistica. Gli artisti presenteranno inoltre la ricerca che hanno sviluppato nel corso di Project Proposal Residency, durante il quale hanno avuto la possibilità di confrontarsi con il territorio di Bergamo e collezionare materiale che potrà essere lo spunto per lavori futuri.
Project Proposal Residency, a cura di Cristina Rota, è un progetto di residenza che si rivolge ad artisti italiani ed internazionali impegnati nelle arti visive con lo scopo di offrire occasioni di sviluppo delle personali ricerche artistiche, pratiche e teoriche.
Arianna Ferrari statement
“L’era in cui viviamo è caratterizzata dall’uso estensivo delle nuove macchine tecnologiche, che percepiamo come estensioni del nostro corpo e che allo stesso tempo tendono sempre di più a sostituirlo nella comunicazione, come nella relazione.
Il corpo fisico in relazione con le macchine, viene privato della sua essenza, della sua umanità. Io ho scelto il corpo organico privato della sua umanità e fatto strumento dall’uso delle tecnologie come simbolo di questo tempo. allo stesso modo altri corpi, nell’era tecnologica obsoleti, sono centro del mio interesse come simbolo della società.”

Note biografiche

Arianna Ferrari è nata nel 1986 a Bergamo, dove vive e lavora nell'ambito della performance. Le sue azioni esplorano le relazioni tra uomo e macchine, le tecnologie obsolete e il liminale.
Ha studiato Musica Contemporanea e Sound Arts presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, Musikwissenshaft presso la Freie Universitaet di Berlino e Sound Arts presso London College of Communication di Londra. Fa parte del Network Internazionale LIMINAL BODIES.
Il suo lavoro “H-Transmitter” è stato presentato internazionalmente nel giugno 2013 presso la Defribillator Gallery di Chicago, e al Brooklyn International Performance Art Festival di New York.
In Europa si è esibita in diverse istituzioni: “Prototype for H-TRANSMITTER” (The Cavendish Arm, Londra, FEBBRAIO 2013), “Untitled 2012” (Across the Great Divide, Onassis Cultural Centre, Atene ottobre 2012), “DRUM” (Summer Residency Performance Event, Performance Space, Londra, agosto 2012), “Scream Throat” (parte della serie LIMINAL BODIES, The Exchange Gallery, Penzance, maggio 2012), “Legs Piece” (parte di InstrumentLab#2, STEIM, Amsterdam, dicembre 2011), “I.m.S” (Live Art Speed Date, Forest Cafè, Edinburgo, agosto 2011), “I.m.S” (Upside Down, LCC, Londra, giugno 2011), “Krieg Unter Autos” [(Un)pleasant Overdrones, Reound Festival, Falmouth, marzo 2011].
Tra il 2011 e il 2012 ha preso parte a diverse residenze: Koumaria Residency (Medea Electronique, Atene), Summer Residency (Performance Space, Londra, agosto 2012), InstrumentLab#2 (STEIM, Amsterdam) e Liminal Bodies (DIY8, Live Art Development Agency), Londra.

Alexandros Pissourios statement
“Prendo appunti visivi degli incontri con i luoghi, della modalità della luce, dell’attività che è inscritta nello spazio, della tattilità degli elementi e dei fenomeni naturali, del modo in cui i corpi e i movimenti escono dal luogo. Anche se il processo nasce dall’osservazione diretta, il risultato si sposta oltre la descrizione e la storia. viviamo alienati dal presente, privati di un tempo concreto, situati sulla soglia tra il sogno ad occhi aperti e la giocosità. Ci troviamo in una struttura a metà tra l’immaginazione e la memoria. Il mio lavoro è quello di capire noi stessi attraverso i deliziosi giochi della percezione.”

Note biografiche

Alexandros Pissourios è nato ne1982 a Limassol (Cipro), e vive e lavora a Londra, dove si è laureato al Royal College of Art. Questa viene dopo il titolo conseguito presso la University of Brighton in BA Music and Visual Art.
Il suo lavoro comprende diversi media come film, video e fotografia. Attualmente la sua ricerca indaga la relazione tra turismo, beni culturali e arte vista attraverso oggetti, linguaggi e trasposizioni.
Ha partecipato recentemente alle mostre “LUX/ICA Moving Image Biennial” (Institute of Contemporary Arts, Londra), “Fringe! Film Festival” (Hackney Town Hall, Londra, Maggio 2012), “To build a garden” (Visual Artist Association, Cipro, Febbraio 2012), “On Site” (Barbican Exhibition Halls, Londra, Novembre 2011), “Pop Noveau” (Isnotgallery, Cipro, 2011), “Reveries of will” (Vamiali’s Gallery, Atene, 2011), “Notes to Self”( OmicronG gallery, Cipro ,2010), “Video is the only constant” (Corsica Studios, Londra, 2010), “Acoustic Images” (British Film Insitute, Londra, 2009), Show TWO” (Royal College of Art, Londra, 2009), “CAAD Interim Show” (Royal College of Art, Londra, 2009), “Equator Project”, (St. Lukes Church, Londra, 2008), “Acoustic Images” (Royal College of Art, Londra, 2007), “Screening at the Roxy” (Roxy bar and screen, Londra, 2007), “Urban Soul Festival” (Pantheon Gallery, Cipro, 2006).
Nel corso degli anni ha portato avanti progetti e collaborazioni: nel 2013 è stato direttore/editore video per “dazeddigital.com”, nel 2012 è stato direttore/editore di video musicali in “Mr Ward” e “Magic Look”, nel 2011 è stato video editing per Paul Scala in “Waterproof” e tra il 2007 e il 2009 è stato uno dei membri fondatori del gruppo Viewing Space presso il Royal College of Art di Londra.
Tra i premi Bloomberg’s New Contemporaries (2010), Royal College of Art bursary (2009-2007) e Ministry of Education bursary (2009-2004).