Ono Emiliani – Intrecciare scorrere fiorire

Rieti - 23/11/2013 : 06/12/2013

Con la mostra “Intrecciare, scorrere, fiorire”, Ono Emiliani prosegue attraverso la pittura lungo una personale via di concentrazione spirituale e nitore percettivo, sviluppando immagini che partono dalle forme della natura per attraversare territori culturali e mentali diversi – il Giappone di Basho e Hiroshige, l'America di Brautigan e Stella – fino a giungere per l'occasione a un appartato paese della Sabina, Rivodutri, e insediarvisi.

Informazioni

Comunicato stampa

La mostra
Con la mostra “Intrecciare, scorrere, fiorire”, Ono Emiliani prosegue attraverso la pittura lungo una personale via di concentrazione spirituale e nitore percettivo, sviluppando immagini che partono dalle forme della natura per attraversare territori culturali e mentali diversi – il Giappone di Basho e Hiroshige, l'America di Brautigan e Stella – fino a giungere per l'occasione a un appartato paese della Sabina, Rivodutri, e insediarvisi


Al suo quarto e ultimo appuntamento stagionale, la rassegna d'arte contemporanea “Un senso di utile ordine” presso il Comune di Rivodutri ha presentato, a settembre, l'opera di un artista rigoroso e al tempo stesso fantasioso.
Dal 23 novembre 2013 la mostra sarà visitabile a Rieti, negli spazi di Studio7 Arte Contemporanea.

L'artista
Ono Emiliani è nato a Torino nel 1964 e vive tra le montagne del cuneese. Numerose le esposizioni di rilievo, in Italia e all'estero: tra le più recenti si segnalano in particolare la personale “Vocabolaria” (Studio7 Arte Contemporanea, Rieti 2011), la doppia personale con Derek White, “Auspici” (Spazio Orto Capovolto, Roma 2012) e la collettiva “Una squisita indifferenza” (Castello Angioino di Mola di Bari, 2010), dove pitture di Emiliani sono state presentate in parallelo a una serie di opere di Alberto Burri.

La mostra/evento di Ono Emiliani, ‘Intrecciare, scorrere, fiorire’, a cura di Luca Arnaudo e Barbara Pavan, inaugura sabato 23 novembre 2013, alle ore 17, presso Studio7 Arte Contemporanea, via Pennina 19, Rieti, e sarà visitabile fino al 6 dicembre 2013.