One – Man Ray / [email protected] – Myriam Laplante

Roma - 17/10/2018 : 17/11/2018

Il Ponte Contemporanea - Showcase presenta la personale di Man Ray ‘Cadeau’ in collaborazione con Achille Bonito Oliva per il progetto ‘ONE’. Mentre Myriam Laplante inaugura “[email protected]”, un esperimento che necessariamente è la naturale evoluzione della galleria

Informazioni

  • Luogo: IL PONTE CONTEMPORANEA - SHOWCASE
  • Indirizzo: Via Giuseppe Acerbi 31A 00154 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 17/10/2018 - al 17/11/2018
  • Vernissage: 17/10/2018 ore 18
  • Autori: Man Ray, Myriam Laplante
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: L’installazione di Myriam Laplante, così come i murales del quartiere - museo a cielo aperto - sarà visibile da Via dei Mercati Generali 8, dalle ore 19 di mercoledì 17 ottobre. Dal 18 ottobre sarà possibile richiedere, previo appuntamento, una visita dall’interno dell’appartamento.

Comunicato stampa

Il Ponte Contemporanea - Showcase presenta la personale di Man Ray ‘Cadeau’ in collaborazione con Achille Bonito Oliva per il progetto ‘ONE’.

‘Il Cadeau di Man Ray è un object trouvè elaborato. Non un oggetto bello e fatto e spostato dalla sua funzione originaria, quello di essere un ferro da stiro, ma piuttosto uno strumento a cui l’artista dà perennità proprio perché non utilizzabile nella sua funzione originale. L’artista vuole sottrarre all’oggetto la sua banalità d’uso e trasferirla in uno spazio di contemplazione estetica

Interessante il dialogo con il fotografo Dino Pedriali che riesce a sottrarre l’artista dalla sua resistenza iniziale. Ecco che Pedriali nell’acquisita disponibilità di Man Ray ci consegna attraverso la sua fotografia un Cadeau che ha le stesse caratteristiche. Un object trouvè, l’iniziale inerzia dell’artista che poi si apre all’obiettivo del fotografo e lo consegna alla contemplazione dei posteri. Come Man Ray è riuscito a superare lo spaesamento del ferro da stiro con la sua elaborazione, così Dino Pedriali è riuscito col suo sguardo fotografico a superare lo spaesamento iniziale e a stabilire una relazione col mondo. Questa è la funzione dell’arte.’
Achille Bonito Oliva

La mostra si completa con un’opera straordinaria nata dalla collaborazione tra Dino Pedriali e Man Ray (dalla metà degli anni 70) tratto dalla serie ‘Atelier Man Ray’.
‘Mio caro Dino,
Ecco! Abbiamo creato un’opera. Anche grazie al mio comportamento passivo e di apparente ostruzionismo che la si è potuta realizzare. Pensavo da diverso tempo allo stesso progetto, ma non ho trovato l’energia che invece tu hai, per renderlo possibile. Ed è per questo che considero l’opera fatta insieme. Quando lavoravi, vedevo che ti muovevi con un certo timore. Qual’è stato il risultato? Non abbiamo realizzato un qualsiasi libro di informazione come la maggior parte di quelli che si vedono abitualmente, bensì un’opera che riesce a provocare “ispirazione”: io stesso sono stato il primo ad esserlo. Se l’avessi eseguita io mi sarebbero occorsi diversi giorni, mentre, con grande piacere, ho visto il mio stesso pensiero concretizzarsi in un solo pomeriggio. Spostandoti nel mio studio, sembrava che avessi paura ed eri intimidito. Anch’io ho provato quella tua stessa sensazione: quando frequentavo la scuola, mi applicavo molto di più a contatto con professori che mi mettevano timore, quasi paura. Ti assicuro che questo genere di timore non mi ha fatto del male, al contrario, mi ha aiutato a superare ostacoli e situazioni che altrimenti non avrei affrontato che molto tempo dopo.
Ti abbraccio affettuosamente, il tuo amico,
Man Ray’
‘ONE @Home’
MYRIAM LAPLANTE
Il Portale

Myriam Laplante inaugura “[email protected]”, un esperimento che necessariamente è la naturale evoluzione della galleria, che mira ad inserire l’attività della stessa nel tessuto artistico e spontaneo dell’ambiente circostante. L’idea è quella di modificare la concezione dello spazio espositivo, da luogo fisico a medium senza confini concreti e prestabiliti.
Murales, fabbriche riconvertite e costruzioni dal carattere metropolitano in contrasto con i palazzi di fine ‘800 attraggono artisti, collezionisti, cineasti, imprenditori che rendono il quartiere uno dei poli più creativi e stimolanti della capitale.
“In una casa, un ramo ha trafitto una parete, con una cornacchia appollaiata. Da dove arriva? Cosa c'è dietro la parete? Esistono fenomeni che mettono a prova le nostre convinzioni. A volte, avvertiamo ciò che non si vede e quello che troviamo davanti ai nostri occhi sembra una simulazione onirica.”
Myriam Laplante

L’installazione, così come i murales del quartiere - museo a cielo aperto - sarà visibile da Via dei Mercati Generali 8, dalle ore 19 di mercoledì 17 ottobre.

Dal 18 ottobre sarà possibile richiedere, previo appuntamento, una visita dall’interno dell’appartamento.

‘ONE’
MAN RAY
Cadeau

Vernissage: mercoledì 17 ottobre ore 18

Il Ponte Contemporanea - Showcase presenta la personale di Man Ray ‘Cadeau’ in collaborazione con Achille Bonito Oliva per il progetto ‘ONE’.

‘Il Cadeau di Man Ray è un object trouvè elaborato. Non un oggetto bello e fatto e spostato dalla sua funzione originaria, quello di essere un ferro da stiro, ma piuttosto uno strumento a cui l’artista dà perennità proprio perché non utilizzabile nella sua funzione originale. L’artista vuole sottrarre all’oggetto la sua banalità d’uso e trasferirla in uno spazio di contemplazione estetica. Interessante il dialogo con il fotografo Dino Pedriali che riesce a sottrarre l’artista dalla sua resistenza iniziale. Ecco che Pedriali nell’acquisita disponibilità di Man Ray ci consegna attraverso la sua fotografia un Cadeau che ha le stesse caratteristiche. Un object trouvè, l’iniziale inerzia dell’artista che poi si apre all’obiettivo del fotografo e lo consegna alla contemplazione dei posteri. Come Man Ray è riuscito a superare lo spaesamento del ferro da stiro con la sua elaborazione, così Dino Pedriali è riuscito col suo sguardo fotografico a superare lo spaesamento iniziale e a stabilire una relazione col mondo. Questa è la funzione dell’arte.’
Achille Bonito Oliva

La mostra si completa con un’opera straordinaria nata dalla collaborazione tra Dino Pedriali e Man Ray (dalla metà degli anni 70) tratto dalla serie ‘Atelier Man Ray’.
‘Mio caro Dino,
Ecco! Abbiamo creato un’opera. Anche grazie al mio comportamento passivo e di apparente ostruzionismo che la si è potuta realizzare. Pensavo da diverso tempo allo stesso progetto, ma non ho trovato l’energia che invece tu hai, per renderlo possibile. Ed è per questo che considero l’opera fatta insieme. Quando lavoravi, vedevo che ti muovevi con un certo timore. Qual’è stato il risultato? Non abbiamo realizzato un qualsiasi libro di informazione come la maggior parte di quelli che si vedono abitualmente, bensì un’opera che riesce a provocare “ispirazione”: io stesso sono stato il primo ad esserlo. Se l’avessi eseguita io mi sarebbero occorsi diversi giorni, mentre, con grande piacere, ho visto il mio stesso pensiero concretizzarsi in un solo pomeriggio. Spostandoti nel mio studio, sembrava che avessi paura ed eri intimidito. Anch’io ho provato quella tua stessa sensazione: quando frequentavo la scuola, mi applicavo molto di più a contatto con professori che mi mettevano timore, quasi paura. Ti assicuro che questo genere di timore non mi ha fatto del male, al contrario, mi ha aiutato a superare ostacoli e situazioni che altrimenti non avrei affrontato che molto tempo dopo.
Ti abbraccio affettuosamente, il tuo amico,
Man Ray’
‘ONE @Home’
MYRIAM LAPLANTE
Il Portale

Myriam Laplante inaugura “[email protected]”, un esperimento che necessariamente è la naturale evoluzione della galleria, che mira ad inserire l’attività della stessa nel tessuto artistico e spontaneo dell’ambiente circostante. L’idea è quella di modificare la concezione dello spazio espositivo, da luogo fisico a medium senza confini concreti e prestabiliti.
Murales, fabbriche riconvertite e costruzioni dal carattere metropolitano in contrasto con i palazzi di fine ‘800 attraggono artisti, collezionisti, cineasti, imprenditori che rendono il quartiere uno dei poli più creativi e stimolanti della capitale.
“In una casa, un ramo ha trafitto una parete, con una cornacchia appollaiata. Da dove arriva? Cosa c'è dietro la parete? Esistono fenomeni che mettono a prova le nostre convinzioni. A volte, avvertiamo ciò che non si vede e quello che troviamo davanti ai nostri occhi sembra una simulazione onirica.”
Myriam Laplante

L’installazione, così come i murales del quartiere - museo a cielo aperto - sarà visibile da Via dei Mercati Generali 8, dalle ore 19 di mercoledì 17 ottobre.

Dal 18 ottobre sarà possibile richiedere, previo appuntamento, una visita dall’interno dell’appartamento.