Nutrimentum. L’arte alimenta l’uomo

Verona - 05/06/2015 : 30/08/2015

Nutrimentum. L’arte alimenta l’uomo è un evento ideato da Studio Chiesa e curato da Elisabetta Pozzetti, che si fonda sulla contaminazione dei saperi e la multidisciplinarietà. Il tema, oggetto della sinergia intellettuale, è "Nutrire il pianeta. Energia per la vita".

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA D'ARTE MODERNA ACHILLE FORTI
  • Indirizzo: Palazzo della Ragione - Corte Mercato Vecchio, 6 37121 - Verona - Veneto
  • Quando: dal 05/06/2015 - al 30/08/2015
  • Vernissage: 05/06/2015 ore 14.30 presso Museo di Storia Naturale
  • Autori: Maria Teresa Gonzalez Ramirez, Michelangelo Penso, Stefano Olivieri, Julia Krahn, Nicola Biondani, Arcangelo Ciaurro
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Museo di Storia Naturale inaugurazione: venerdì 5 giugno, ore 14.30 orari mostra: lunedì - giovedì dalle 9 alle 17 (chiusura biglietteria: ore 16.30) sabato, domenica e festivi dalle 14 alle 18 (chiusura biglietteria: ore 17) chiuso il venerdì Galleria d’Arte Moderna Achille Forti inaugurazione: venerdì 5 giugno, ore 16 orari mostra: martedì - domenica 11 - 19 (chiusura biglietteria ore 18.15) chiuso il lunedì Museo di Castelvecchio inaugurazione: venerdì 5 giugno, ore 18 orari mostra: lunedì 13.30 – 19.30 (chiusura biglietteria: ore 18.45) martedì – domenica 8.30 – 19.30 (chiusura biglietteria: ore 18.45) chiuso il lunedì Convegno scientifico venerdì 5 giugno dalle 9 alle 14 al Museo di Storia Naturale
  • Sito web: http://www.nutrimentum.org
  • Catalogo: A cura di Elisabetta Pozzetti - Edizioni Studio Chiesa - See more at: http://museicivici.comune.ve

Comunicato stampa

Nutrimentum. L’arte alimenta l’uomo è un evento ideato da Studio Chiesa e curato da Elisabetta Pozzetti, che si fonda sulla contaminazione dei saperi e la multidisciplinarietà. Il tema, oggetto della sinergia intellettuale, è "Nutrire il pianeta. Energia per la vita".
L’esito sono le opere d’arte esposte, dal 5 giugno al 30 agosto, nelle tre sedi museali veronesi del Museo di Castelvecchio, Museo di Storia Naturale e Galleria d’Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Ragione


Artisti e scienziati di vari atenei sono stati chiamati a lavorare insieme e realizzare opere d'arte in grado di veicolare i contenuti scientifici di cui sono espressione. Arte e Scienza si sono unite per raccontare il futuro alimentare del Pianeta.
L'iniziativa, condivisa dal Comune di Verona e dalla Direzione Musei d’Arte e Monumenti, gode del patrocinio di Expo Milano 2015 ed è gemellata con Foodcast. Gli enti partecipanti sono l’Università di Bologna, l’Università di Milano, l’Università di Perugia, la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste (SISSA), l’Istituto per i Servizi Agricolo Alimentare (ISMEA), il Ministero Politiche Agricole e Forestali, l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Milano. Inoltre, il progetto è nato nel 2012 sensibilizzando le gallerie d’arte grazie alla collaborazione di ArtVerona. Il contributo scientifico, rilevante nel progetto, ha portato all’organizzazione di un convegno, nella stessa giornata delle inaugurazioni della mostra, che vedrà presenti una parte degli scienziati coinvolti, che divulgheranno la ricerca di loro competenza.

Nel percorso espositivo, che si snoderà nelle tre sedi museali, verranno presentati alcuni dei filoni tematici.
Al Museo di Storia Naturale, saranno visibili le opere “Tu puoi” di Arcangelo Ciaurro in collaborazione con Mario Turci (Università di Perugia) e “A huevo mi luz” di Maria Teresa Gonzalez Ramirez in collaborazione con Adele Meluzzi (Università di Bologna).
Alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, nella Sala degli Scacchi, si imporrà alla vista “Complex Network” di Michelangelo Penso nato in collaborazione con Flavia Clemente e Piero Nasuelli (Università di Bologna).
Il racconto espositivo al Museo di Castelvecchio inizia nel Mastio con le fotografie di “Oro Bianco” di Stefano Olivieri realizzate in partnership con Milena Bertacchini (Università di Modena
e Reggio Emilia); continua nella Reggia con le opere “Bread Wine Flesh” e “Pane quotidiano” di Julia Krahn, scaturite dalla sinergia con Francesco Foroni (SISSA - Trieste) e Cesare Zanasi (Università di Bologna); si conclude nel giardino dove spicca “Trasmutanza” di Nicola Biondani che ha collaborato con Laura Lo Bianco (Università di Bologna), Vittorio dell’Orto (Università di Milano) e Gabriele Canali (Università Cattolica del Sacro Cuore).
Le inaugurazioni, nelle singole sedi, saranno la naturale continuazione del convegno scientifico del 5 giugno: si inizierà dal Museo di Storia Naturale alle 14.30, per proseguire alla Galleria d’Arte Moderna alle 16 e chiudere con una performance dell’artista Julia Krahn a Museo di Castelvecchio alle ore 18.