Nuovi Segnali 2013

Padova - 20/11/2013 : 04/12/2013

Nuovi Segnali, giunto alla VIII edizione, è diventato negli anni un appuntamento importante per tutti quei giovani under 35 che vogliono fare un primo passo verso ambizioni professionali in ambito artistico, nonché motivo di visibilità per molte strutture della città che lavorano con giovani e studenti.

Informazioni

Comunicato stampa

Mercoledì 20 novembre, alle 18.00, presso il cinema Multisala Pio X (via Bonporti 22, Padova) inaugura Nuovi Segnali 2013 con la prima di tre mostre (le altre il 27 novembre e il 4 dicembre) per la rassegna di arte contemporanea organizzata dall’Ufficio Progetto Giovani – Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova, in collaborazione con il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Padova e Multisala MPX – Centro Padovano della Comunicazione Sociale



L'iniziativa, da un progetto di Guido Bartorelli, Giovanni Bianchi e Stefania Schiavon, prevede la realizzazione di un ciclo di mostre personali di giovani artisti, selezionati tra gli iscritti all’archivio padovano del GAI (Associazione Giovani Artisti Italiani), presentati da curatori emergenti, che partecipano al laboratorio “Curare una mostra d’Arte” del Corso di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Padova.

Nuovi Segnali, giunto alla VIII edizione, è diventato negli anni un appuntamento importante per tutti quei giovani under 35 che vogliono fare un primo passo verso ambizioni professionali in ambito artistico, nonché motivo di visibilità per molte strutture della città che lavorano con giovani e studenti. Un progetto che quest’anno si avvale della nuova collaborazione con Multisala Mpx per risemantizzare i luoghi destinati all’attesa d’inizio spettacolo (l’atrio, i corridoi, i luoghi di transito) rendendoli spazi attivi e fonte di stimolo.

Con le attività che quotidianamente l’Area Creatività dell’Ufficio Progetto Giovani dedica al territorio, il progetto Nuovi Segnali si inserisce in un percorso che mira a contaminare gli spazi urbani con segni artistici contemporanei volti a stimolare un nuovo dialogo tra artista, curatore, pubblico e città. Un’opportunità, per l’artista, di approfondire ricerche e tematiche a lui inedite; per il curatore, di sperimentare conoscenze solo teoriche; per il pubblico, di confrontarsi con temi, linguaggi e suggestioni non cercate ma che, nella loro contemporaneità, restituiscono pezzi di vita reale rappresentativi di una generazione.

«Nuovi Segnali è un esempio di come le Istituzioni – Comune e Università – possano rappresentare una palestra formativa per quei giovani che attivamente cercano sostegno per la propria crescita professionale e umana», ha dichiarato l’assessore Claudio Piron. «Una dimostrazione dell’importanza delle sinergie che si devono instaurare tra enti affinché le nuove generazioni possano essere protagoniste nella definizione di un nuovo modello di città».

Un progetto che trova, nella mostra, il momento conclusivo e pubblico di un percorso che, nei mesi, ha coinvolto studenti, artisti e coordinatori: un laboratorio professionalizzante che ha messo in relazione i curatori e gli artisti, alla prova con la prassi e i modelli del sistema dell’arte.

Le presentazioni seguiranno il seguente calendario:

20 novembre: Diana Cao curata da Lorenzo Maria Magnano; Alice Tioli curata da Mauro Businaro; Stefano Aiello curato da Mariagiovanna De Demo; Olga Trevisan curata da Carolina Blanco; Rocca Mafia curata da Valeria Righetto.

27 novembre: Martina Cornolò curata da Claudia Torresan, Claudia Guido curata da Elisa Katia Biagiarelli, Luca Montaguti curato da Martina Grigenti, Claudia Cavallaro curata da Alessandra Rampin, Nicola Zolin curato da Francesca Manni


4 dicembre: Valentina Cardana curata da Elisa Lucano, Ibrahim Al Khalil curato da Irene Maniero, Alberto Canevali curato da Laura Novello, Cinzia Praticelli curata da Rosa Carretta, Alessandra Toninello curata da Anna Facin