Nuove(im)pressioni Festival

Alcamo - 16/08/2013 : 18/08/2013

Arte, musica e teatro nel Collegio dei Gesuiti. Si segnala in particolare la mostra "Geografie e storie di transizioni", che raccoglie circa 95 opere di 35 fotografi contemporanei siciliani e non.

Informazioni

Comunicato stampa

Il festival NUOVEIPRESSIONI quest’anno è giunto alla quinta edizione, forte di un crescente interessamento a livello nazionale da parte dei mezzi di comunicazione e di un sorprendente successo di pubblico e critica per le passate edizioni. L’idea di NUOVEIMPRESSIONI è nata dalla volontà di creare un contenitore poliedrico capace di ospitare diverse esperienze artistiche connotate dall’elemento della novità, intesa nell’accezione più vicina ad originalità.

L’obiettivo è quello di mostrare alcune delle possibili forme dell’espressione artistica contemporanea italiana attraverso musicisti, fotografi, pittori, scrittori e attori

Lo spirito del festival è quello di individuare il filo conduttore tra le forme artistiche unite dal comune denominatore della “contemporaneità”.

NUOVEIMPRESSIONI rappresenta un appuntamento ormai noto in tutto il territorio italiano avendo negli scorsi anni ospitato musicisti del calibro di Cordepazze e Iotatola (vincitori del premio Musicultura per gli anni 2010 e 2011) ed artisti recentemente saliti alla ribalta della scena musicale nazionale come Di Martino, Nicolò Carnesi, Waines, altri cantanti famosi a livello nazionale come gli Amorfou o i Colapesce o ancora Edda, oltre che esponenti del mondo del teatro e del cinema come Giacomo Guarneri e scrittori quali Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza (casa editrice Chiare lettere- Fatto Quotidiano). Dall’anno scorso inoltre è stato associato all’evento musicale anche un evento artistico di tutto rispetto. L’edizione 2012 ha infatti visto la mostra d’arte curata dal Collettivo Zelle Arte e la grande mostra fotografica collettiva Sicilia fotografia contemporanea con oltre 60 fotografi siciliani e non tra i più affermati nel mondo (Scianna, Ackermann, Cipriano, Cirrincione, Leone, Scalia, Minnella, Escoda, ecc)

Lo spirito della manifestazione è quello di trasformare l’evento e Alcamo in un importante snodo culturale a livello nazionale.

L’evento si svolgerà all’interno dell’ex Collegio dei Gesuiti, con un progetto attento alla valorizzazione di tutti i suoi spazi per farlo riscoprire sia alla comunità alcamese che ai turisti, essendo una delle opere architettoniche più significative della Città.

Così, spaziando tra arte visiva, musica e teatro, nasce l’idea di chiedere agli artisti di esibirsi all’interno di questa splendida manifestazione in un paese ed in una provincia che raramente ospita manifestazioni di questo livello.