Nouveau Réalisme Pop Art Street Art

Lugano - 24/06/2017 : 29/07/2017

In occasione del LongLake Festival di Lugano, la Gipsoteca Gianluigi Giudici di Lugano è orgogliosa di ospitare nei suoi spazi una mostra organizzata da Artrust che propone, per l’occasione, un allestimento speciale consistente in una selezione di opere della propria collezione d’arte: una scelta rappresentativa dei movimenti del Nouveau Réalisme, della Pop Art e della Street Art.

Informazioni

  • Luogo: GIPSOTECA GIANLUIGI GIUDICI
  • Indirizzo: Riva Antonio Caccia 1a - Lugano
  • Quando: dal 24/06/2017 - al 29/07/2017
  • Vernissage: 24/06/2017
  • Autori: Andy Warhol, Banksy, Jean Tinguely
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: L’allestimento temporaneo è aperto al pubblico dal 24 giugno al 29 luglio, dal mercoledì al sabato, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, e crea un inedito fil rouge con le sculture dell’artista Gianluigi Giudici.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa


L’allestimento - che presenta, fra l’altro, opere di Tinguely, Spoerri, Arman, Niki de Saint Phalle, Pistoletto, Warhol e Banksy - intende tracciare un filo conduttore atto ad unire questi movimenti artistici, tutti nati in stretto rapporto con la società che li circondava e ai fenomeni di massa coevi

Contemporaneamente, le opere scelte si pongono perfettamente in relazione al percorso di sculture di Gianluigi Giudici presenti nelle sale: sono opere atte ad inquadrare aspetti particolari del lavoro dell’artista e si concentrano - in questo caso - sull’evoluzione dei suoi “organismi biomorfi” e sulla realizzazione di opere di grandi dimensioni a destinazione sia pubblica sia privata.

Riprendendo il discorso della mostra temporanea, «si è voluto proporre ai visitatori un semplice spunto di riflessione su alcuni tratti che accomunano artisti presentati – afferma Patrizia Cattaneo Moresi, Direttrice di Artrust – Tutti, infatti, hanno contribuito a far scendere l’arte dal suo piedistallo elitario, mettendola in dialogo con la realtà: chi utilizzando e reinterpretando oggetti di uso “comune” come i Nouveaux Réalistes, chi utilizzando il linguaggio “comune” della società dei consumi di massa, come ha fatto Warhol, e chi, pensando a Banksy e alla Street Art, portando l’arte in uno spazio “comune” quale è quello urbano. Si tratta quindi in tutti questi casi di un’arte “comune” e quindi di un’arte per tutti». In questo senso, l’allestimento nella Gipsoteca diventa parte integrante dell’esposizione: è stato infatti studiato per cercare di coinvolgere il più possibile il vasto ed eterogeneo pubblico che affollerà Lugano nel corso del Festival.

«Ci sono grandi nomi internazionali e alcuni degli artisti svizzeri più famosi del secolo scorso come Tinguely e Spoerri – continua Patrizia Cattaneo Moresi – Ci ricolleghiamo poi al mondo della musica con i violini di Arman, e alla Urban Art, che è un altro dei temi del Festival, con i vinili firmati da Banksy. Insomma, appassionati di arte e non solo, che saranno a Lugano per il LongLake Festival, potranno trovare tanti spunti interessanti per visitare la questa nuova mostra».

Le opere esposte saranno anche in vendita. L’ingresso alla mostra temporanea è gratuito.