// No Font ((Codex)…

Milano - 03/11/2016 : 09/12/2016

Una mostra collettiva di 10 artisti calligrafi di respiro internazionale che ci faranno tornare alle origini del messaggio, attraverso la lettera, con una personale e libera interpretazione delle 10 strategie elaborate da Noam Chomsky sul controllo collettivo dei mass-media.

Informazioni

Comunicato stampa

Avantgarden Gallery presenta // NO FONT ((CODEX)… una mostra collettiva di 10 artisti calligrafi di respiro internazionale che ci faranno tornare alle origini del messaggio, attraverso la lettera, con una personale e libera interpretazione delle 10 strategie elaborate da Noam Chomsky sul controllo collettivo dei mass-media.

L’illusione di avere in mano mezzi di comunicazione gestibili e controllati esclusivamente da noi sta tramontando; è per questo che la galleria milanese ha chiesto a un gruppo di calligrafi un gradito grido di avvertimento attraverso questa rielaborazione



Nel 1980 Rammellzee, artista visivo e performer newyorkese legato alla corrente graffiti, disse: “Il potere si serve del linguaggio per controllarci, ma se noi possediamo la lettera, siamo padroni del nostro destino”. Il lavoro compiuto alle origini dei graffiti si afferma passando dalle tags alla lettera con lo scopo di trasfigurarne la struttura per impedire al potere di riconoscerla.

Con // NO FONT ((CODEX)… gli artisti, provenienti anche da Russia, Taiwan, Giappone e Messico, hanno accolto la sfida di Avantgarden di creare nuovi codici per un ritorno alla purezza del messaggio e di chi vuole assorbirlo.
Ogni artista è stato chiamato, quindi, a interpretare la lista delle 10 strategie di manipolazione dei mass-media di Chomsky, a sceglierne la lingua e a rielaborarla nel suo stile. L’effetto sarà quello di portare lo spettatore a fare di nuovo i conti con la sua autonomia di giudizio.
Il messaggio si trasfigura e la linea diventa sia concetto che mezzo.

La mostra sarà composta da due tavole su carta (50x70cm – 35x50cm) di ogni artista; durante il vernissage ci sarà anche la performance del maestro Shuhei Matsuyama.




A cura di Manfredi Brunelli Bonetti
Testo critico di Francesca Holsenn




















AVANTGARDEN GALLERY www.avantgardengallery.com
da martedì a venerdì dalle 14:00 alle 19:00
sabato dalle 15:00 alle 19:00
BIOS

ANDREA RIOT
Italiano ma artista calligrafo attualmente residente a Londra.
Inizia con i Graffiti nel 1998 viaggiando per l’Italia e l'Europa; l'amore per il design lo porta a scoprire un nuovo approccio alle lettere, da qui inizia il suo percorso nel mondo della calligrafia fino a sviluppare un suo stile astratto con un unico e riconoscibile tratto.
Ora fa parte del Wizard Kings Collective.
andreariot.com
@andreariot



CREEPYMOUSE
Nasce a Taiwan nel 1991, il nome CreepyMouse rimanda all’idea del writer che, come un topo, si muove sempre nella notte.
www.facebook.com/CreepyMousePaintDesign



FRANCESCO GUERRERA
Art Director, maker per deformazione, fotografo e calligrafo per passione, dal 1999 lavora in alcune tra le più importanti agenzie internazionali - Saatchi&Saatchi, DDB, Arnold Worldwide - per poi diventare Direttore Creativo in Armando Testa e quindi Executive Creative Director in TBWA Italia, dove lavora fino al 2015.
Oggi è partner delle Balene con cui nel 2015 ha fondato anche “Acqua su Marte”.

Awards
2014 - 2 Cannes Lions Shortlist Smok-Ink
2014 - Epica Awards - Gold and Bronze Smok_Ink
2014 - 4 Silver, 4 bronze, 1 Shortlist at ADCI
2013 - 1 Cannes Lions Bronze - Promo&activation - McDonald's
2013 - 1 Gold, 2 Silver, 3 Bronze, 3 ShortList at ADCI
2012 - Cannes Lions Short List - Promo&Activation
2011 - 2 Cannes Lions Shorlist - Design - Selfpromotion
2010 - ADCI Shortlist - On-line viral
2010 - ADCI Shortlist - Photography



JAN KOKE
Artista tedesco di Amburgo. Il 1994 è l’anno in cui entra in contatto per la prima volta con il mondo dei graffiti e del lettering. Nel 2006 studia per diventare tipografo e stampatore, in questo periodo conosce l’arte della tipografia dal suo maestro, un tipografo della vecchia scuola. Successivamente studia design della comunicazione ad Amburgo per ampliare la sua conoscenza sulle lettere. Nei suoi studi progetta font, loghi e si concentra sempre di più sulla calligrafia, riuscendo a liberarsi delle diverse influenze per creare qualcosa di nuovo, mescolando stili, strumenti e diverse filosofie.
[email protected]
@jankoke53
www.facebook.com/JanKokeTypography
www.facebook.com/Calligraffiti-349261328247








LUCA FONT
Nasce a Bergamo nel 1977. Writer, tipografo occasionale, viaggiatore interessato, convinto sostenitore della tradizione e soprattutto della sua intrinseca relatività. Dai treni e muri fino ai tatuaggi, passando per i lavori su carta, il
minimo comune denominatore è l’interesse manifesto per grafica e sintesi visiva, funzionalità e modernismo, in nome della costante ricerca di un punto d’incontro tra creazione e razionalità.

My War @ Avia Pervia Modena
So Faraway So Close @ Santeria Milano
Qaudrivium @ Avantgarden Milano
La Bellezza fa 40 @ Castello di Lecce
Fire and Desire @ Studio Museo Messina
www.lucafont.com



SHUHEI MATSUYAMA
Shuhei Matsuyama nasce a Tokyo nel 1955. Dopo aver terminato gli studi all’Accademia di Belle Arti della sua città natale, si trasferisce in Italia nel 1976 per seguire i corsi dell’Accademia d’Arte di Perugia. Nel 1991 arriva a Milano e inizia un’intensa attività espositiva che porta le sue opere in giro per il mondo, da Venezia a Tokyo, da San Francisco a New York. Di particolare importanza sono le 5 mostre SHIN-ON presentate a Venezia in un arco di dieci anni in coincidenza con la Biennale di Venezia. In Francia le sue opere sono state usate per la copertina del programma annuale del Conservatoire de Paris.
Anche lo spazio pubblico è stato e continua ad essere una parte importante della sua attività. Opere principali sono la scultura colonnare alta 5m a Hakata, Giappone, e la fontana in mosaico a Rieti. Inoltre le sue opere sono state usate anche come allestimento in uffici prestigiosi, alberghi, appartamenti e ristoranti, come nella president suit room della Four Seasons Hotel in Arabia Saudita.
Uomo tra due universi, orientale e occidentale, fonde insieme l’esperienza pittorica con quella spirituale creando opere che sintetizzano due espressioni: pittura e suono per la stimolazione dei sensi.
www.shuheimatsuyama.com



PATRICK HARTL
Artista tedesco, il lettering e l’handwriting sono la sua passione.
Il suo primo graffito risale all'età di 15 anni; all'università scopre la sua passione per la calligrafia. Le sue opere riflettono le sue radici e le sue ispirazioni: stickers, posters , tags, e calligrafia. Patrick Hartl crea il proprio muro indipendentemente dal materiale con cui lavora.

17.06.-16.07.2016:
STORIES FROM THE LAYER COLLECTION
Patrick Hartl & Robert Hoffmann
Only Art Club
Hamburg
04.-08.05.2016:
Calligraffiti Ambassadors
STROKE Artfair
Munich
17.02.-13.03.2016:
Can’t you hear me knocking
Soloshow
Üblackerhäusl
Munich
www.patrickhartl.com
www.patrickhartl.bigcartel.com
@stylefighting
www.facebook.com/stylefighting


POKRAS LAMPAS
Uno dei rappresentanti più illustri, è anche uno dei leader d'opinione della moderna comunità di calligrafia.
Inizia con i graffiti nel 2008 e subito dopo viene ispirato dal movimento “Calligraffiti”, tanto da lavorare a un suo stile personale, il “Calligrafuturism”. Pokras Lampas sperimenta attivamente diverse direzioni di calligrafia moderna, applicando e combinando la sua conoscenza della cultura di strada con il design e la tipografia di diverse nazioni e generazioni. E’ attivamente coinvolto in progetti di arte e collabora regolarmente con la maggior parte dei più grandi marchi russi e con i marchi di alta moda. Nel corso di quest’ultimo anno Pokras Lampas è stato membro di mostre collettive e progetti artistici tenuti in Russia, Francia, Germania, Italia, Portogallo, Corea del Sud ed Emirati Arabi Uniti.
@pokraslampas



SAID DOKINS
Artista messicano del 1983, Said Dokins vive e lavora a Città del Messico. La sua pratica culturale ruota intorno alla produzione di arte contemporanea, alla ricerca e al management culturale. Ha creato progetti curatoriali legati alle arti urbane e alle questioni politiche che accadono nel suo paese. Il suo lavoro come artista si muove a livello nazionale e internazionale in paesi come Spagna, Germania, Olanda, Belgio, Regno Unito, Argentina, Cile, Brasile, Perù.
Per lui ogni esperienza è una traccia, un’impronta che crea una texture nel nostro universo simbolico. In questo senso, la calligrafia e i graffiti non sono solo su carta e inchiostro, sulle pareti e spruzzi, ma su ogni evento della nostra esistenza.

2016 The design Of Words, Aqua Sumarte, Milan, Italy. Calligraphy and Drawing
2016 Stroke Art Fair, Munich, Germany. Contemporary Art
2016 Street Art Festival Evry Centre Essonne, Evry, Paris, France. Murals in collaboration with Monkeybird Collective
2016 Wall Exhibition- Labolic Cultural Space, Paris, France. Urban Art
2016 Coachella Walls Festival, Pueblo Viejo, California, United States. Urban Art
2015 Graffitti Exhibition: Said Dokins, Mazatl, Fusca, Ácaro. Hoxton Gallery, London, UK. Urban Art
2015 Máscaras. Urban interventions in the frame of Dual Year Mexico – UK. Year of Mexico in the United Kingdom, London, UK
saidokins.blogspot.mx
@saidokins
www.facebook.com/SaidDokins



STOHEAD
[Christoph Haessler]
Tedesco, vive e lavora a Berlino.

Solo shows
2016
SMOKE IN MY PERIPHERY I Galerie Schimming, Hamburg, D
BORDERS I Speerstra gallery, Bursins, CH
2015
LA MORT D`ÈCRITURE I Banana gallery, Mannheim, D
2014
NOW I Galerie le Feuvre, Paris, F
2013
RADICALLIGRAPHY I Galerie Ruttkowski68, Cologne, D
®EVOLUTION I Speerstra gallery, Bursins, CH
DECOMPOSITION I Circle Culture gallery, Berlin, D
www.stohead.com